CHE MI PRENDA UN COLF! – I COLLABORATORI DOMESTICI IN ITALIA SONO 1,8 MILIONI E RAPPRESENTANO L’1% DEL PIL. MA LA METÀ È IN NERO (E COSÌ LO STATO PERDE 1,5 MILIARDI DI EURO L’ANNO IN GETTITO) E IL 60% DI CHI HA UN CONTRATTO INTASCA MENO DI 6 MILA EURO ANNUI – L’INPS HA ALZATO LE FASCE DI RETRIBUZIONE PER IL 2024 PORTANDOLE A 9 EURO L'ORA. MA I DATI DICONO CHE LE FAMIGLIE STANNO TAGLIANDO LA SPESA PER COLF E BADANTI (ALMENO QUELLE UFFICIALI) SOPRATTUTTO AL SUD…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Francesco Bisozzi per “il Messaggero”

 

colf colf

Gli italiani tagliano la spesa per colf e badanti, una scelta che inevitabilmente ha comportato disagi gravi per i più anziani, rimasti senza aiuti in casa. Nel 2022 i lavoratori domestici sono tornati sotto quota 900mila, in calo di 76.548 unità (-7,9%) sull'anno precedente. A scattare la fotografia di un settore strategico per il Paese è il nuovo rapporto annuale promosso dall'Osservatorio Domina, l'associazione che rappresenta i nuclei datori di lavoro domestico.

 

Il report, presentato ieri in Senato e giunto alla quinta edizione, ricorda tuttavia che il settore offre un contributo positivo al Pil italiano pari all'1%. Rimane il problema, annoso, del sommerso: i lavoratori domestici in Italia sarebbero in tutto 1,86 milioni, osserva sempre Domina, di cui 894.299 contrattualizzati, dunque la quota di irregolari nel 2022 avrebbe toccato il 51,8%, per un mancato gettito fiscale che allo Stato costerebbe attorno al miliardo e mezzo di euro l'anno.

 

lavoratori domestici in italia - il messaggero lavoratori domestici in italia - il messaggero

Nel 2022 la spesa delle famiglie per il lavoro domestico regolare e non si è contratta, non accadeva dal 2017, scendendo a 14,3 miliardi (7,7 per le badanti e 6,6 per le colf). Per Lorenzo Gasparrini, segretario generale di Domina, «i tempi sono maturi per una riforma completa del settore che trasformi il lavoro sommerso in lavoro regolare, proponendo ai datori di lavoro incentivi finanziari».

 

Il decremento dei lavoratori domestici nel 2022 è stato più marcato al Sud e in particolare in Campania (-13,5%), Basilicata (-13,3%) e Calabria (-13,1%). In altre regioni, come la Sardegna, l'asticella si è abbassata solo dell'1,9%. Oggi un terzo di tutti i lavoratori domestici si concentra in due sole regioni, Lombardia (19,5%) e Lazio (13,8%), dove i nuclei datori di lavoro sono più di 300mila. Solo nel Lazio i lavoratori domestici regolari sono 123.157. [...]

 

Ma perché il lavoro nero continua a proliferare nel settore? Secondo i datori di lavoro, la causa principale della mancata dichiarazione all'Inps sta nel fatto che i lavoratori domestici sono impiegati per poche ore al giorno o a settimana. Pesano poi i costi elevati, chiaramente. In misura minore incidono l'esplicita richiesta del lavoratore di non essere regolarizzato o il fatto che quest'ultimo sia sprovvisto del permesso di soggiorno.

COLF 4 COLF 4

 

I lavoratori domestici italiani sono circa uno su tre e negli ultimi anni sono cresciuti costantemente, mentre tra il 2012 e il 2022 colf e badanti stranieri sono passati dall'80 al 70% del totale. Tra le nazionalità straniere la componente più significativa è quella rappresentata dell'Est Europa che è pari al 35,4% dei lavoratori domestici totali presenti in Italia. Infine i lavoratori domestici uomini, che restano una minoranza, il 15%.

 

Se si considerano i soli lavoratori domestici italiani, più della metà lavora meno di 20 ore settimanali. Perciò non sorprende che il 60% di loro non percepisca più di 6 mila euro annui. Quasi il 40% si posiziona addirittura sotto la soglia dei 3 mila euro. [...]

 

badante badante

Intanto l'Inps ha aggiornato le fasce di retribuzione dei lavoratori domestici su cui calcolare i contributi dovuti per il 2024, alla luce della variazione provvisoria del 5,4% dei prezzi al consumo registrata l'anno scorso. La prima fascia oraria di retribuzione passa così da 8,92 a 9,40 euro e i contributi da 1,58 a 1,66 euro, comprensivi della quota in capo al lavoratore. La seconda fascia raggiunge 11,45 euro, a cui corrispondono 1,88 euro di contributi.

COLF 3 COLF 3

 

COLF 2 COLF 2 colf e badanti colf e badanti

 

badante badante

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - E DIVORZIO FU! CON UN ACCORDO SULLA PROPRIETÀ DI UNA VILLA A FIESOLE, OMOLOGATO DALLA PROCURA DI FIRENZE QUESTA MATTINA, È SCESO DEFINITIVAMENTE IL SIPARIO: FRANCESCA PASCALE E PAOLA TURCI HANNO SCIOLTO LA LORO UNIONE CIVILE - ORA GLI ATTI DEL DIVORZIO VERRANNO TRASFERITI AL COMUNE DI MONTALCINO, DOVE, APPENA DUE ANNI FA. FU CELEBRATO IL “MATRIMONIO” DELL'EX FIRST LADY DEL BERLUSCONISMO CON LA CANTAUTRICE - PURTROPPO, ANCHE I MIRACOLI LESBO SONO COME QUELLI ETERO: NON DURANO. FINITA L’INIZIALE PASSIONE, DA ALMENO UN ANNO L’ALCHIMIA EROTICA TRA PAOLA E FRANCESCA ERA ALLA DERIVA CON L’ENTOURAGE DELLA COPPIA CHE SUSSURRAVA DI “CADUTA DEL DESIDERIO”, “CRISI”, “SCAZZI”, “ALLONTANAMENTI”, LITIGI E RIPICCHE. QUESTA MATTINA, L’ULTIMO ATTO…

DAGOREPORT - "BENVENUTI A PAMPLONA, TURISTI DEL CAZZO"! - CRONACHE DALLA FOLLE FESTA DI SAN FERMIN, DOVE ALLE 8 DI MATTINA MIGLIAIA DI PERSONE SCAPPANO PER QUASI UN CHILOMETRO SPERANDO DI NON FARSI INCORNARE DAI TORI: NON TUTTE CI SONO RIUSCITE, DAL 1910 IL BILANCIO DELLE VITTIME E' DI 16 PERSONE - L'ARRIVO DEI BESTIONI NELL'ARENA GREMITA DI GENTE UBRIACA CHE CANTA I RICCHI E POVERI. LE NOTTI A LUCI ROSSE DEI TURISTI AMERICANI. LA FINALE DEGLI EUROPEI IGNORATA COMPLETAMENTE ("GLI SPAGNOLI? DEI FIGLI DI PUTTANA") - VIDEO

DAGOREPORT - LA DISAVVENTURA CHE VIDE GIANNI AGNELLI E IL PLAYBOY GIGI RIZZI FINIRE PER TRE GIORNI IN UNA GALERA FRANCESE - UNA BOMBASTICA STORIA RACCONTATA DA UN EX DIRIGENTE FIAT CHE, VA AMMESSO, NON È SOSTENUTA DA UN DOCUMENTO O INDISCREZIONI GOSSIP - IL FATTACCIO AVVENNE NEL1969 A CAP FERRAT: LA TRUPPA SBRONZA E SU DI GIRI CAPITANATA DA GIGI RIZZI, RINFORZATA DALLA PRESENZA CHIC DELL’AVVOCATO, MISE SOTTOSOPRA UN NIGHT CLUB. CI VOLLE L'INTERVENTO DELLA POLIZIA PER FRENARE LA BABILONIA DEGLI "ITALIENS” - RIZZI E AGNELLI FURONO BECCATI IN POSSESSO DI DOSI DI COCAINA E FINIRONO IN GATTABUIA...

DAGOREPORT – ANCHE ROBERTA METSOLA VA IN PRESSING SU GIORGIA MELONI: LA PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO, RIELETTA CON UNA MAGGIORANZA RECORD DI 562 VOTI, COMPRESI QUELLI DI ECR, OGGI TELEFONERÀ ALLA DUCETTA PER CONVINCERLA A SMETTERLA DI NICCHIARE E APPOGGIARE APERTAMENTE URSULA VON DER LEYEN – LA DUCETTA È CONSAPEVOLE DELL’IMPORTANZA DI NON AUTOESCLUDERSI, MA È TERRORIZZATA DI PERDERE ECR, DALLA REAZIONE DI SALVINI PRONTO A URLARE ALL’INCIUCIO CON I SOCIALISTI E DALLO ZOCCOLO POST-FASCIO DEL SUO ELETTORATO, DA SEMPRE EURO-SCETTICO – BIDEN O TRUMP? CHIUNQUE VINCA, PER L’UE È FINITA LA PACCHIA DELLA SICUREZZA MILITARE PAGATA DAGLI USA...

DAGOREPORT – LA RESA DEI CONTI TRA BIDEN E OBAMA ARRIVERÀ A FINE LUGLIO, QUANDO SI TIRERANNO LE SOMME SULLA PENURIA DI DONAZIONI: ANCHE UN EVENTUALE SUCCESSO IN POLITICA INTERNAZIONALE (LA TREGUA A GAZA) RISCHIA DI NON ESSERE RISOLUTIVO PER “SLEEPY JOE” – I SONDAGGI CONTINUANO A FOTOGRAFARE UN TESTA A TESTA CON TRUMP: L’ATTENTATO AL TYCOON NON HA SMOSSO TROPPI CONSENSI. ORMAI L’AMERICA, SEMPRE PIÙ POLARIZZATA, RAGIONA SU ALTRI SCHEMI - IN UN PAESE CON 330 MILIONI DI ABITANTI E 450 MILIONI DI ARMI PUO' SUCCEDERE DI TUTTO…