CHE TIM PASSA PER LA TESTA DI LABRIOLA – DOPO LO SCORPORO, IL FUTURO AMMINISTRATORE DELEGATO DI TELECOM POTREBBE USARE LA SOCIETÀ DEI SERVIZI "SERVICECO", PER DELLE "PARTNERSHIP". IL MODELLO È QUELLO DI TIM BRASIL: SIGLARE ALLEANZE PER OFFERTE INTEGRATE, FACENDOSI REMUNERARE DAI PARTNER (IL CONTRARIO DI QUANTO FATTO CON DAZN)

-

Condividi questo articolo


PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA

Rosario Dimito per "il Messaggero"

 

Tim rivede le strategie future all'interno delle quali trova spazio il nuovo piano per la scissione della rete. Ieri nel corso della riunione di induction del cda da remoto (dalle 14 alle 18,30) il dg Pietro Labriola, candidato alla nomina al timone dopodomani nel corso di un cda ordinario, ha abbozzato la svolta strategica, tutta da definire, sulla base di un percorso nuovo. Piano di 150 pagine.

kkr kkr

 

Dopo lo split tra ServiceCo e Netco, la prima potrebbe essere utilizzata per fare partnership sul modello di Tim Brasil, di cui Labriola è il capo azienda. Va detto che ieri in una giornata negativa, il titolo Tim è stato sospeso a - 5%, chiudendo a 0,42 euro (- 3,2%) perché il mercato comincia a valutare la possibilità che non ci sarà l'Opa di Kkr e gli analisti stanno rifacendo i calcoli in vista dei dati del 4° trimestre.

 

henry kravis henry kravis

In relazione al piano Italia, la controllata carioca ha siglato con la banca C6 un'alleanza su un'offerta integrata di servizi bancari e di tlc facendosi remunerare anche con azioni del gruppo all digital. Analogamente Labriola potrebbe imboccare anche in Italia questa strada siglando partnership in alcune tipologie di servizi, facendosi remunerare dai partner.

 

Una ipotesi potrebbe essere di valorizzare la customer base al servizio di alleanze nei servizi di contenuto digitale da abbinare alla connettività. Un esempio-ipotesi nei servizi innovativi a contenuto editoriale, come la didattica online, meglio i corsi di formazione.

 

IL NUOVO CORSO

PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA

Sarebbe una inversione a U rispetto alla strada su cui Tim ha viaggiato finora, come l'accordo con Dazn dove paga 300 milioni per il servizio di streaming del calcio e che è stato alla base del terzo profit warning. Da quello che trapela, i consiglieri avrebbero chiesto delucidazioni e approfondimenti alla bozza del progetto che verrà approvato da un cda del 2 marzo e presentato al mercato il 3.

 

pietro labriola pietro labriola

C'è un mese e mezza circa per affinare il business plan anche nella parte della Netco, che dovrebbe vedere la luce ad esito di una scissione proporzionale, cioè di un operazione societaria che assegnerà agli azionisti, titoli delle società sdoppiate. E' evidente che questo indirizzo presuppone la conferma dell'assetto attuale e quindi è in contrasto con la manifestazione di interesse di Kkr per un'Opa amichevole al prezzo di 0,505 euro. Al limite l'investitore di New York potrebbe entrare nella Netco, al fianco di Cdp che ne sarà il pivot, in un assetto dove non dovrebbe esserci più Vivendi, presente invece nella ServiceCo. Approfondimenti sarebbero stati sollecitati anche sulle ipotesi dello split della società della rete con la ripartizione di debiti (oltre 10 miliardi) e dipendenti (più di 30 mila).

 

labriola con roberta lombardi labriola con roberta lombardi pietro labriola pietro labriola

 

Condividi questo articolo

business

“XI JINPING NON ANDRÀ IN SOCCORSO DI PUTIN. HA UN ALTRO ENORME PROBLEMA DA GESTIRE, IL COVID, E RESTERÀ SU QUELLO” - IL PREMIO NOBEL PER L’ECONOMIA, JOSEPH STIGLITZ: “PUTIN È UN DITTATORE SPIETATO, NON POTRÀ ESSERE FERMATO CON GLI APPELLI. LE SANZIONI STANNO FUNZIONANDO. LE RISERVE MONETARIE POSSONO BASTARE SOLO PER PERIODI LIMITATI. ANCHE LA PRODUZIONE DI BENI È FORTEMENTE DANNEGGIATA. CERTO, C'È IL GAS” - “L’INFLAZIONE? NON È UN PROBLEMA, ANZI, FAVORISCE UNA TRASFORMAZIONE ECONOMICA CHE È NECESSARIA…”

LA GLOBALIZZAZIONE NON È FINITA: SOLO CHE ORA INCLUDE SOLO GLI ALLEATI - APPLE LASCIA FINALMENTE LA CINA: PRODURRA' IPHONE E MAC IN VIETNAM O IN INDIA – È IL PRIMO SEGNALE CHE SI VA VERSO IL FAMOSO “DECOUPLING”: LA GLOBALIZZAZIONE “GEOPOLITICA”, IN CUI LE DELOCALIZZAZIONI SARANNO FATTE SOLTANTO NEI PAESI APPARTENENTI AL PROPRIO SISTEMA DI ALLEANZE. È QUELLO CHE FA PECHINO CON LA VIA DELLA SETA: L’ABBIAMO CAPITO ANCHE NOI OCCIDENTALI, SOLO CON QUALCHE ANNO DI RITARDO…