CHI L'AVREBBE MAI DETTO: LE RICETTE E IL DECOUPAGE VALGONO 39 MILIARDI DI DOLLARI - PAYPAL SAREBBE PRONTA A SPENDERE UNA MONTAGNA DI SOLDI PER ACQUISTARE “PINTEREST”, IL SITO UTILIZZATO IN TUTTO IL MONDO PER PUBBLICARE RICETTE, OUTFIT E ARREDAMENTO FAI DA TE – ALLA SOCIETÀ DI PAGAMENTI ONLINE CON OLTRE 250 MILIONI DI UTENTI FA MOLTA GOLA IL MERCATO DEL COSIDDETTO “SOCIAL TRADING”, ESPLOSO NEL PERIODO DELLA PANDEMIA…

-

Condividi questo articolo


paypal paypal

Da “il Giornale”

 

PayPal, la società di pagamenti online con 250 milioni di utenti che ebbe tra i suoi fondatori anche Elon Musk, è interessata ad acquistare Pinterest in un business da circa 39 miliardi di dollari. 

 

Pinterest Pinterest

La notizia, non confermata da fonti ufficiali, è stata data da Bloomberg secondo cui le società hanno discusso un prezzo potenziale di 70 dollari per azione per Pinterest, la piattaforma gratuita che ha ormai 400 milioni di utenti. 

 

Un boom dovuto all'unicità di questo social, utilizzato in tutto il mondo come fonte di ispirazione per ricette, viaggi, outfit, arredamento e molto altro. In Borsa il titolo Pinterest ha spiccato il volo e guadagnando oltre il 13%, mentre Paypal ha ceduto il 3,42%. 

pinterest aiuta a trovare ispirazione pinterest aiuta a trovare ispirazione

 

L'acquisizione potrebbe avere un senso dato che PayPal ha ampiamente beneficiato del boom dello shopping online dall'inizio della pandemia. Una potenziale acquisizione di Pinterest, secondo gli analisti, potrebbe spingere l'azienda nel «social trading» o «commercio sociale» dato che postare su Pinterest è gratuito, uno spazio ritenuto in crescita e su cui altri giganti della tecnologia stanno già lavorando.

PAYPAL PAYPAL paypal 2 paypal 2 paypal 5 paypal 5 peter thiel, elon musk fondatori di paypal peter thiel, elon musk fondatori di paypal

 

Condividi questo articolo

business

UN MONTE ALL’ASTA - CI VORRÀ TUTTO IL 2022 PER ADEMPIERE ALLE FORMALITÀ RICHIESTE DALL’EUROPA SU MPS: RIPULIRE GLI ATTIVI E ATTUARE UNA CURA MOLTO DIMAGRANTE PER ABBATTERE I COSTI E RENDERE LA BANCA APPETIBILE. A QUEL PUNTO, NEL 2023, MPS SAREBBE PRONTA A TORNARE SUL MERCATO. MA INVECE DI UN NEGOZIATO BILATERALE, POTREBBE ESSERCI UN’ASTA - INTANTO LA FONDAZIONE NON È PIÙ TRA LE PARTI CIVILI NEL PROCESSO SULLE IRREGOLARITÀ FINANZIARIE PER COPRIRE LE PERDITE DOVUTE ALL'ACQUISIZIONE DI ANTONVENETA...

"LE CESSIONI DI OTO MELARA E WASS NON POSSONO ESSERE FATTE SOLO SULLA BASE DELLA NAZIONALITÀ" - L'AD DI LEONARDO, PROFUMO, PUNTA I PIEDI SULL'IPOTESI DI VENDERE LE AZIENDE MILITARI A FINCANTIERI PER EVITARE CHE FINISCANO IN MANO STRANIERA: "VALUTEREMO LE OPZIONI SUL TAVOLO E SCEGLIEREMO LA MIGLIORE. OGNI SCELTA VERRÀ FATTA VALUTANDO LA SOSTENIBILITÀ A LUNGO TERMINE" - COSA NE PENSA DRAGHI CHE HA GIA' FATTO CAPIRE CHE SU OTO MELARA E WASS SI DOVRA' TENERE PRESENTE L'INTERESSE NAZIONALE?