DECOLLA LO STATO PADRONE - LUFTHANSA, SÌ ALL'INGRESSO DEL GOVERNO TEDESCO NEL CAPITALE: 9 MILIARDI PER IL 20%: ''SENZA SOSTEGNO DELLO STATO RISCHIAMO L'INSOLVENZA NEI PROSSIMI GIORNI''. E RYANAIR VA ALL'ATTACCO A BRUXELLES: AIUTI DI STATO IN GERMANIA, CARTELLO CON ALTRE COMPAGNIE IN ITALIA. MA IL POVERO MICHAEL O'LEARY NON RIUSCIRÀ MAI A FAR SANZIONARE LA POTENTE GERMANIA - INVECE L'AUSTRALIANA QANTAS PER TROVARE 9 MILIARDI TAGLIA 6MILA POSTI DI LAVORO

-

Condividi questo articolo

1.CORONAVIRUS: AUSTRALIA, QANTAS TAGLIA 6MILA POSTI LAVORO

lufthansa lufthansa

(ANSA-AFP) - La compagnia aerea australiana Qantas ha annunciato oggi la soppressione di 6.000 posti di lavoro e il mantenimento a terra di un centinaio di velivoli, al fine di risparmiare oltre 9 miliardi di euro e superare la crisi dovuta al coronavirus. L'amministratore delegato Alan Joyce ha dichiarato che il piano di ristrutturazione triennale è stato progettato per salvare la compagnia aera di punta dell'Australia dalla "peggior crisi del settore".

 

2.SÌ ALL'INGRESSO DELLO STATO NEL CAPITALE LUFTHANSA POTRÀ INCASSARE 9 MILIARDI

Luigi Grassia per “la Stampa

 

angela merkel con aereo lufthansa in mano angela merkel con aereo lufthansa in mano

Se Alitalia conta su 3 miliardi di euro in arrivo, in Germania la Lufthansa sta per ricevere aiuti ancora più sostanziosi, addirittura 9 miliardi dal suo governo, e ieri è caduto l' ultimo ostacolo: gli azionisti della compagnia aerea tedesca hanno approvato l' ingresso dello Stato come socio al 20%, al termine di una burrascosa assemblea straordinaria: nei giorni scorsi, il principale azionista di Lufthansa, Heinz Hermann Thiele, aveva cercato di organizzare un fronte di opposizione all' ingresso dello Stato nella società. Alla fine è passato il sì, e l' amministratore delegato Carsten Spohr ha ringraziato i soci «a nome dei nostri 138 mila dipendenti».

 

qantas qantas

Nella stessa giornata di ieri è arrivato il via libera dell' Antitrust di Bruxelles alla ricapitalizzazione da 6 miliardi.

L' amministratore delegato ha ammesso che il futuro immediato non è tutto rose e fiori: «La Lufthansa sarà più piccola in futuro, con cento aerei in meno», perché il mercato si è ridotto in maniera strutturale; le conseguenze della crisi del Covid si faranno sentire per anni.

 

L' obiettivo dichiarato dalla compagnia è presidiare la sua quota attraverso la qualità del servizio: «Difenderemo la leadership in Europa» ha proclamato Spohr. Ottimista il delegato al personale Michael Niggemann, secondo cui la compagnia potrà tornare ai livelli di traffico e di redditività pre-crisi già nel 2022. Pessimista invece, o spietatamente realista, il presidente del consiglio di sorveglianza, Karl Ludwig Kley, che ha descritto così la situazione attuale: «Non abbiamo più soldi. Viviamo delle riserve messe da parte nei tempi buoni.

michael o'leary michael o'leary

 

Senza sostegno da parte dello Stato rischiamo l' insolvenza già nei prossimi giorni».

Kley ha comunque avvertito che il piano negoziato col governo tedesco non sarà la soluzione di tutti i problemi: «Servirà a guadagnare tempo, e la compagnia dovrà essere ristrutturata».

 

3.LUFTHANSA:RICORSO RYANAIR CONTRO OK BRUXELLES AD AIUTI STATO

(ANSA-AFP) - Ryanair ha annunciato che farà ricorso alla giustizia europea per il via libera di Bruxelles al piano di salvataggio di Lufthansa da parte del governo tedesco, ritenendolo anticoncorrenziale. "Finora, abbiamo fatto appello contro tutte le decisioni della Commissione che approvano gli aiuti dei governi alle compagnie aeree e lo stesso vale per il via libera di oggi a Lufthansa ", ha detto il direttore legale di Ryanair, Juliusz Komorek in video call con i giornalisti.

boeing ryanair boeing ryanair

 

4.LUFTHANSA: RYANAIR L'ACCUSA DI FARE CARTELLO IN ITALIA

 (ANSA) - Ryanair accusa Lufthansa di fare cartello in Italia e ha fatto ricorso alla Commissione Europea affinché apra un'inchiesta sulla vicenda. In una video call con i giornalisti il direttore legale di Ryanair, Juliusz Komorek, secondo quanto riferisce Bloomberg, ha detto che Lufthansa con le sue controllate Austrian Airlines e Air Dolomiti, insieme ad altre tre compagnie, "potrebbe aver avviato delle trattative per fissare livelli minimi di prezzo" sui servizi in Italia.

michael o'leary michael o'leary Carsten Spohr (ad Lufthansa) con Joerg Eberhart (Air Dolomiti) Carsten Spohr (ad Lufthansa) con Joerg Eberhart (Air Dolomiti)

 

Condividi questo articolo

business