I DOLORI DEL “GIOVANE” MASSIAH. CHE FINE FARANNO (O HANNO GIA’FATTO) I 700MILA TITOLI UBI DEL SUO PORTAFOGLIO PERSONALE? SE LI TERRA’ COME PLAUSIBILE, VEDRÀ IL LORO VALORE RIDURSI DEL 40%. E SE LI AVESSE GIA’ VENDUTI O CONSEGNATI PERDEREBBE LA FACCIA. ALTRO CHE LA FIDUCIA NON SI COMPRA

-

Condividi questo articolo

Fabio Pavesi per Dagospia

 

victor massiah letizia moratti victor massiah letizia moratti

Lui, Victor Massiah 61 anni, da oltre anni 10 capo-azienda, sa già che la sua avventura sulla tolda di comando di Ubi banca è finita. Ormai a distanza di un solo giorno dalla chiusura dell’Ops di Intesa su Ubi, i giochi sono fatti. Ubi sarà conquistata, dato che tra stasera e domani arriverà l’apporto delle azioni della banca bergamasca-bresciana dei grandi fondi istituzionali che permetteranno alla banca guidata da Carlo Messina di papparsi Ubi. Impossibile che dopo tanti no e tanta pervicacia nel battersi in prima persona contro l’offerta di acquisto, Massiah possa rimanere dov’è. Lo sa lui e lo sa il mercato.

 

Massiah e Bazoli Massiah e Bazoli

Ora per Massiah resta un cruccio. Che fare delle quasi 700 mila azioni di Ubi che ha raggranellato nel corso degli anni. È il suo portafoglio personale. Per l’esattezza 695.424 azioni Ubi che sull’onda del rialzo post Ops erano arrivate a valere 2,6 milioni di euro. Un bel gruzzoletto, che però già oggi vale molto meno, “solo” 2,3 milioni, dopo che è venuto a mancare il supporto dell’Ops e i titoli Ubi hanno cominciato la picchiata verso il basso che durerà anche domani e nei prossimi giorni.

 

giandomenico genta victor massiah giandomenico genta victor massiah

Il destino è cinico e baro per Massiah dato che se si terrà i titoli, in caso di successo dell’Ops, li vedrà cadere giorno per giorno. Gli analisti stimano infatti che le azioni Ubi non consegnate a Intesa perderanno tutto il premio offerto. Significa un buon 40% in meno con le azioni Ubi proiettate verso quota 2,5 euro. A meno che Massiah, nei giorni scorsi, non abbia venduto sul mercato i titoli ai prezzi comprensivi del premio. Avrebbe portato a casa un bel guadagno, ma avrebbe perso la faccia.

 

Ma come? Tanta resistenza contro il barbaro attacco di Intesa, tanta prosopopea sul valore intrinseco di Ubi e poi il capo-azienda che si mette a vendere i titoli? Non si fa, almeno per questioni di buon gusto e coerenza. Peggio ancora se il Ceo di Ubi avesse già consegnato i titoli a Intesa. Non lo sapremo forse mai. Ed è del tutto improbabile che sia avvenuto. Se fosse però accaduto pensate che spasso. Basti pensare allo slogan della banca sulla “fiducia che non si compra”.

victor massiah victor massiah

 

Condividi questo articolo

business