EVVIVA IL CAPITALISMO MARCIO GLOBALE: PROFITTI PRIVATI E SALVATAGGI PUBBLICI! - LA SVIZZERA CHE FINORA SEMBRAVA UN FORTILIZIO DELL'ECONOMIA DI MERCATO SI SPINGE ADDIRITTURA A CAMBIARE LE LEGGI PER IMPEDIRE AL MERCATO DI FARE IL SUO LAVORO, OSSIA IL FALLIMENTO DI CRÉDIT SUISSE -  VISTO CHE LE BANCHE SVOLGONO UN RUOLO TROPPO DELICATO NELLE ECONOMIE PER LASCIARLE FALLIRE, SI IMPIEGA DENARO PUBBLICO, CIOÉ DI TUTTI I CONTRIBUENTI, PER SORREGGERLE (FACILE IL LAVORO DI BANCHIERE: PUOI FARE DISASTRI, TANTO POI ALLE BRUTTE INTERVIENE LO STATO)

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Stefano Lepri per “la Stampa”

 

CREDIT SUISSE UBS CREDIT SUISSE UBS

Finora, mezzo mondo pensava che i soldi stessero più al sicuro in Svizzera che altrove. Non è così. Proprio dove l'attività bancaria è più specializzata si possono creare rischi più elevati. […] La Svizzera aveva fino a ieri due banche già troppo grandi, ciascuna con attivi superiori al prodotto lordo nazionale. Una delle due, il Crédit Suisse, è entrata in crisi perché perdeva denaro, e si sospetta che l'arroganza delle grandi dimensioni non l'abbia aiutata a risolvere i problemi interni. Ora l'altra banca, l'Ubs, per salvarla la assorbirà, formando un gigante di proporzioni mostruose.

UBS CREDIT SUISSE UBS CREDIT SUISSE

 

[…] La Svizzera che finora sembrava un fortilizio dell'economia di mercato si spinge addirittura a cambiare le leggi per impedire ciò che il mercato produrrebbe, ossia il fallimento del Crédit Suisse. Ovunque si constata che le banche svolgono un ruolo troppo delicato nelle economie per lasciarle fallire; cosicché alle strette si impiega denaro pubblico, denaro di tutti i contribuenti, per sorreggerle.

 

UBS CREDIT SUISSE UBS CREDIT SUISSE

In più, le innovazioni finanziarie da loro vantate più che a migliorare i servizi offerti a imprese e cittadini spesso mirano a eludere i controlli delle istituzioni pubbliche di vigilanza. Mentre saranno tutelati i depositi (non è su quelli che piange Sharon Stone), gli azionisti delle banche mal gestite sopporteranno gravi perdite. Questa è la sanzione minima in una economia di mercato; l'interrogativo è se basterà a dissuadere altri banchieri dagli azzardi. I più severi requisiti di capitale imposti dopo il 2008 riducono i costi dei salvataggi, non hanno però garantito la stabilità. […]

credit suisse crollo del titolo in borsa credit suisse crollo del titolo in borsa

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?

DAGOREPORT - COSÌ COME IL SESSO È LA PARODIA DEL DELITTO, LA “MILANESIANA”, RASSEGNA “IDEATA E DIRETTA DA ELISABETTA SGARBI” (SORELLA DI), È LA PARODIA DELLA CULTURA GLAMOUR, CHIC, RADICAL-COLTA, AMICHETTISTICA DEL NOSTRO PAESE - OGNI ANNO UN TEMA (QUEST’ANNO “TIMIDEZZA”), UNA PAROLA COSÌ OMNICOMPRENSIVA CHE CI CACCI DENTRO QUEL CHE TI PARE, DAL NOBEL ALL’AMICO, DAL GIORNALISTA UTILE PER LA RECENSIONE ALLO SCRITTORE INUTILE: OVVIAMENTE, PRIMUS NON INTER PARES SUO FRATELLO VITTORIONE - LEI SCEGLIE, LEI FA, PRESENTA, OBBLIGA GLI SPETTATORI, ANCHE SE HANNO PAGATO IL BIGLIETTO, AD ASCOLTARE LA SUA BAND EXTRALISCIO: “È INUTILE CHE FISCHIATE…” – L'EVENTO NON BASTA: CI AGGIUNGE I SUOI FILM. E SU TUTTE LE LOCANDINE DELLE SERATE (TUTTE), LA METÀ SINISTRA È OCCUPATA DALLA FOTO (SEMPRE LA STESSA) DELLA SGARBI; POI, IN PICCOLO, I NOMI DEGLI OSPITI...

DAGOREPORT - ARIECCOLA, PIÙ SPREGIUDICATA E PREGIUDICATA CHE PRIA: FRANCESCA IMMACOLATA CHAOUQUI - UNA SETTIMANA FA IL “DOMANI” HA SQUADERNATO L’ENNESIMO CAPITOLO SULLA SCOMPARSA DI EMANUELA ORLANDI CHE VEDE AL VOLANO LA PAPESSA ALLA VACCINARA. PROVE? NISBA: SOLO BLA-BLA SU CHAT, SULLA CUI AUTENTICITÀ LA CHAOUQUI NON HA CONFERMATO NÉ SMENTITO - CHE COINCIDENZA: TALE POLVERONE È ARRIVATO ALLA VIGILIA DALL’USCITA DEL SUO LIBRO DEDICATO A MARIA GIOVANNA MAGLIE, PRESENTATO IN COMPAGNIA DI MATTEO SALVINI (UNA DELLE SUE TANTE VITTIME: NEL 2022 FU LEI A ORGANIZZARE IL FAMIGERATO VIAGGIO IN POLONIA IN CUI IL LEADER DELLA LEGA FINÌ SBERTUCCIATO PER AVER INDOSSATO LA T-SHIRT DI PUTIN) - RITRATTO AL CIANURO: “INFORMAZIONI FALSE, MINACCE E RANCORE HANNO MOSSO I SUOI PASSI''