FRANCESCO MILLERI È IL NUOVO PRESIDENTE DI DELFIN – LO HA NOMINATO IL CDA DELLA HOLDING DI FAMIGLIA DI DEL VECCHIO, IN ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DELLO STATUTO – L’ALTRO FEDELISSIMO DEL PAPERONE DI AGORDO, ROMOLO BARDIN, MANTIENE LE DELEGHE OPERATIVE NEL SUO RUOLO DI AD…

- -

 

-

Condividi questo articolo


FRANCESCO MILLERI LEONARDO DEL VECCHIO FRANCESCO MILLERI LEONARDO DEL VECCHIO

 

(ANSA) - Il Consiglio di Amministrazione di Delfin ha preso atto dell'entrata in carica di Francesco Milleri quale nuovo amministratore della società, in sostituzione di Leonardo Del Vecchio, in attuazione delle disposizioni statutarie. Francesco Milleri, Presidente e Amministratore Delegato di EssilorLuxottica, è stato altresì nominato Presidente di Delfin, sulla base delle indicazioni del fondatore Leonardo Del Vecchio. Romolo Bardin mantiene le deleghe operative della Società, nel suo ruolo di Amministratore Delegato.

FRANCESCO MILLERI LEONARDO DEL VECCHIO FRANCESCO MILLERI LEONARDO DEL VECCHIO ROMOLO BARDIN ROMOLO BARDIN ALBERTO NAGEL ROMOLO BARDIN ALBERTO NAGEL ROMOLO BARDIN Romolo Bardin Romolo Bardin FRANCESCO MILLERI E LEONARDO DEL VECCHIO CON I RAY BAN STORIES - GLI OCCHIALI SMART DI LUXOTTICA E FACEBOOK FRANCESCO MILLERI E LEONARDO DEL VECCHIO CON I RAY BAN STORIES - GLI OCCHIALI SMART DI LUXOTTICA E FACEBOOK

 

Condividi questo articolo

business

BUTTI LA RETE (COMINCIAMO BENE...) – IL RESPONSABILE TELECOMUNICAZIONI DI FRATELLI D’ITALIA ALESSIO BUTTI SMENTISCE "IL FOGLIO" SULLA RETE UNICA - "SIAMO FORTEMENTE CONTRARI AL PIANO DI VENDITA DELLA RETE TIM. LA RETE UNICA DEVE RIMANERE IN CAPO A TIM. MA CON CONTROLLO E GESTIONE DI CDP" – CERASA (DIRETTORE DE "IL FOGLIO"): IL PIANO DI FRATELLI D’ITALIA E’ FAR COMPRARE OPEN FIBER A TIM E POI FAR COMPRARE TIM A CDP. MI PARE ISPIRATO AL MODELLO MADURO (NAZIONALIZZARE TUTTO)…

PREPARATEVI A UN AUTUNNO MOLTO CALDO – L’ULTIMO RAPPORTO DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA È UNA DOCCIA FREDDA: NONOSTANTE I DATI POSITIVI DEL PIL, “L’ATTIVITÀ ECONOMICA STA RALLENTANDO”, COME HA SPECIFICATO ANCHE IERI DRAGHI – NEL FRATTEMPO LA BANCA D’INGHILTERRA AUMENTA ANCORA I TASSI, PORTANDOLI ALL’1,75% - I REINVESTIMENTI DELLA LAGARDE, SPACCIATI PER UNA BOCCATA D’OSSIGENO ALL’ITALIA, IN REALTÀ CI RENDONO SEMPRE PIÙ DIPENDENTI DA GERMANIA, OLANDA E FRANCIA…