IO BANCO DA SOLO. E GLI AZIONISTI VENDONO - DOPO GIRONDI, ANCHE IL FONDO “CAPITAL RESEARCH” HA LIQUIDATO LE SUE QUOTE DI BANCO BPM, DI CUI AVEVA IL 5%. LA MOSSA PROBABILMENTE È LEGATA ALLA CORSA DEL TITOLO DELL’ISTITUTO DI CASTAGNA. È L’EFFETTO DEI NUOVI SCENARI SUL RISIKO, CHE DOVREBBE VEDERE PROTAGONISTI BPM E UNICREDIT, MA CHE ANCORA NON SI FA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Andrea Greco per “la Repubblica”

 

giuseppe castagna banco bpm giuseppe castagna banco bpm

Navigare in solitaria fa perdere a Banco Bpm un altro socio di peso. È il fondo Capital Research, tra i pilastri della terza banca italiana con un 4,98% rilevato a gennaio 2018, dopo la fusione tra le ex popolari di Milano e Verona. Stando a fonti ufficiose il fondo basato a Los Angeles avrebbe liquidato tutto, prima del 5 novembre.

 

Mossa forse legata alla corsa del titolo, che ha rivisto l'area 2,8 euro dove stava quattro anni fa, quando Capital entrò. Forse, anche, un effetto del mutato scenario sulle nozze tra banche italiane, al centro di speculazioni da un anno - spesso con Banco Bpm e Unicredit protagoniste - ma da fine ottobre di colpo sopito.

 

andrea orcel andrea orcel

Tra l'altro Capital è anche un socio forte di Unicredit, con un 5,04% che da anni ne fa il secondo azionista dopo Blackrock. La notizia non pare soggetta a comunicazioni Consob, essendo il fondo Usa sotto la soglia rilevante del 5%. E segue l'uscita da Banco Bpm dell'imprenditore mantovano Giorgio Girondi.

 

(…)

 

giuseppe castagna giuseppe castagna

Nel capitale della banca resta, sciolta da patti, Calzedonia (1,15%), a fianco dell'altro patto tra otto Fondazioni e Casse che vincola il 6,17%, ed è guidato da Fondazione Crt ed Enpam con quasi il 2% a testa.

 

L'altro pilastro tra i soci è Davide Leone, gestore del fondo omonimo da anni vicino al 5%. Leone mesi fa si spese per una fusione con Unicredit, che pareva disposta a valutare Banco Bpm più che non Bper, la partner preferita invece da cda e manager. (…)

GIUSEPPE CASTAGNA GIUSEPPE CASTAGNA giuseppe castagna giuseppe castagna

 

Condividi questo articolo

business

È STATO DAVVERO UN “BLACK FRIDAY” – IERI LE BORSE EUROPEE HANNO BRUCIATO 390 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE PER LA PAURA CHE LA VARIANTE “OMICRON” DEL COVID PORTI A NUOVE CHIUSURE CHE DISTRUGGEREBBERO L’ECONOMIA – IGNAZIO VISCO: “IL NUOVO INCREMENTO DI CONTAGI SPOSTA IN AVANTI LA PROSPETTIVA POST-PANDEMIA”. CHE FARANNO I BANCHIERI CENTRALI, CHE STAVANO PENSANDO DI RIALZARE I TASSI PER SCONGIURARE L’INFLAZIONE? LA RISPOSTA ARRIVA DAL PETROLIO, CHE IERI È CROLLATO DEL 10%...