ITA-LUFTHANSA, PRONTI AL DECOLLO – DOMANI È PREVISTA LA FIRMA DELL'ACCORDO: I TEDESCHI SI PRENDERANNO IL 90% DELA COMPAGNIA ITALIANA ENTRO IL 2025, MA IN TRE FASI. SUBITO 320 MILIONI PER IL 40% DELLE QUOTE, ATTRAVERSO UN AUMENTO DI CAPITALE RISERVATO. POI 500 MILIONI PER UN ALTRO 50%. IL RESTANTE 10% RIMARRÀ AL TESORO, CHE NEL FRATTEMPO DOVREBBE RIMPINGUARE LE CASSE QUASI VUOTE DI ITA CON 250 MILIONI – RESTA IL NODO DELLE CAUSE DEGLI EX DIPENDENTI DI ALITALIA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Giorgio Pogliotti per “Il Sole 24 Ore”

 

ita airways 9 ita airways 9

È attesa per domani la firma dell’accordo su Ita Airways tra Mef e Lufthansa, che prevede tre fasi distinte. La prima regola il transition period, con un investimento di 320 milioni del gruppo tedesco per l’acquisizione fino al 40% dell’ex compagnia di bandiera attraverso un aumento di capitale riservato.

 

Per l’esborso, tuttavia, si attende il closing dell’operazione - la seconda fase - che avverrà dopo il via libera dell’Antitrust europeo, presumibilmente in autunno. La terza è il shareholder agreement, perché dopo il breakeven (atteso a fine 2025) Lufthansa potrà acquisire il resto della compagnia per un importo stimato in circa 500 milioni per il 50% di Ita, lasciando al Tesoro il restante 10 per cento.

 

lufthansa lufthansa

[…]  Prima del closing, però, con un’iniezione di 250 milioni il Tesoro provvederà a rimpinguare la cassa di Ita Airways che nel primo trimestre ammontava a 402 milioni, con l’ultima tranche degli 1,35 miliardi che hanno avuto l’autorizzazione della commissione europea.

 

Dopo la firma che è data come imminente da parte del governo (la trattativa in esclusiva è scaduta lo scorso 12 maggio) verrà convocata l’assemblea totalitaria per la nomina del nuovo Cda (l’attuale opera in regime di prorogatio): già nel transition period il governo sembra intenzionato a far entrare un rappresentante del gruppo tedesco nel Cda, Joerg Eberhart (head of strategy di Lufthansa Group).

 

CARSTEN SPOHR - CEO LUFTHANSA CARSTEN SPOHR - CEO LUFTHANSA

È in uscita Gabriella Alemanno (designata dal governo alla Consob) che dovrà essere sostituita da un’altra donna. Poi, dopo il closing lo stesso Eberhart sembra destinato a occupare il posto di Ad in un nuovo Cda a cinque (a quel punto saranno due i rappresentanti di Lufthansa).

 

[…]

 

In questo scenario sono due i punti su cui da mercoledì scorso sono impegnati i legali del Mef e di Lufthansa: le 1.147 cause promosse da lavoratori ex Alitalia, che chiedono di essere assunti da Ita e la continuità tra i due vettori.

 

Il governo italiano ostenta sicurezza, chi segue il dossier fa notare che finora circa la metà di cause è stata respinta, che sulla continuità si è già pronunciata l’Ue: l’ipotesi sul tavolo è che le potenziali cause fino a 30 milioni sono assorbibili per le transazioni, se si andasse oltre questa cifra - ipotesi considerata remota - Lufthansa ha chiesto di poter esercitare il diritto di recesso.

 

ita airways 7 ita airways 7

[…]

 

Nella flotta Ita sei aerei di nuova generazione sono già operativi, a fine anno ne arriveranno altri 23, e la flotta sarà composta da 93 aerei per arrivare alla fine del piano industriale a quota 101.

 

Nel network un ruolo importante è affidato all’aeroporto di Fiumicino, ponte per il Nord Africa e il Sud America, qui verranno rafforzati i collegamenti per il Nord America e l’Asia attraverso accordi di code sharing con Lufthansa.

giancarlo giorgetti foto mezzelani gmt 329 giancarlo giorgetti foto mezzelani gmt 329

 

È prevista una graduale uscita da Malpensa - dove resterà Swiss -, dalla stagione estiva 2024 verrà trasferito anche il volo Milano-New York di Ita a Linate, aeroporto destinato al feederaggio per gli scali di Fiumicino e Francoforte.

ita airways 2 ita airways 2 ita airways 8 ita airways 8 giancarlo giorgetti foto mezzelani gmt 327 giancarlo giorgetti foto mezzelani gmt 327

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...

DAGOREPORT – SALUTAME A CINECITTÀ: LA HOLLYWOOD DE’ NOANTRI TRASLOCA IN SICILIA – SE IL TAORMINA FILM FEST CHIAMA MARCO MÜLLER, A SIRACUSA SI APRONO GLI “STATI GENERALI DEL CINEMA”. UNA VACANZA A 5 STELLE PER UNA MAREA DI ADDETTI AI LAVORI (DA BUTTAFUOCO A MONDA, DA MUCCINO A CASTELLITTO, CRONISTI COMPRESI), PAGATA DALLA REGIONE (SCHIFANI) ED ENIT (SANTANCHE'), E SENZA COINVOLGERE QUEI BURINI DI SANGIULIANO E BORGONZONI, CHE HA LA DELEGA IN MATERIA DI CINEMA - SE FOSSE COSTRETTA ALLE DIMISSIONI, LA PITONESSA FA CIAK?...