MORTACCI SUEZ – LA CRISI IN MEDIO ORIENTE COSTA ALL’ITALIA 95 MILIONI DI EURO AL GIORNO: IL CONTO PER L’EXPORT TRICOLORE SECONDO CONFARTIGIANATO È ARRIVATO ALLA QUOTA DI 8,8 MILIARDI - IL VOLUME DEI CONTAINER CHE PASSANO DAL MAR ROSSO SI È RIDOTTO DEL 66% DA DICEMBRE – IL GUAIO È SOPRATTUTTO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE, CHE HANNO UNA QUOTA DEL 32,7% DI EXPORT MANIFATTURIERO NEI PAESI EXTRA UE

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Diana Cavalcoli per www.corriere.it

 

attacco di un drone degli houthi nel mar rosso attacco di un drone degli houthi nel mar rosso

Quanto costa la crisi nel Mar Rosso all’Italia? 8,8 miliardi, circa 95 milioni di euro in fumo ogni giorno. Questo il conto salato per l’export italiano tra novembre 2023 e gennaio 2024 […]. A fare i conti Confartigianato che ha calcolato l’impatto del calo di traffico di navi mercantili tra l’Oceano Indiano e il Mar Rosso sui flussi dell’interscambio commerciale dell’Italia con Asia, Oceania, paesi del Golfo Persico e del Sud-est dell’Africa. Si tratta di navi commerciali che passano attraverso lo Stretto di Bab el-Mandeb, da o verso il Canale di Suez, che rischiano l’aggressione dei ribelli Houthi in Yemen […]

 

LE FLOTTE NEL MAR ROSSO LE FLOTTE NEL MAR ROSSO

Secondo l’associazione di categoria negli ultimi 3 mesi, l’Italia avrebbe perso 3,3 miliardi, (35 milioni al giorno), per mancate o ritardate esportazioni e 5,5 miliardi (60 milioni al giorno) per il mancato approvvigionamento di prodotti manifatturieri.

 

Come sottolineato dal Kiel Institute for the World Economy, istituto di ricerca tedesco specializzato sui temi della globalizzazione, a dicembre il volume dei container spediti attraverso il Mar Rosso si è ridotto del 66% rispetto alla media 2017 e 2019. Con conseguenze importanti anche per le regioni italiane: il valore più alto di prodotti trasportati via mare attraverso il Mar Rosso è quello della Lombardia, pari a 12,9 miliardi, seguita da Emilia-Romagna con 9,4 miliardi, Veneto con 5,7 miliardi, Toscana con 4,7 miliardi, Piemonte con 4,2 miliardi e Friuli-Venezia Giulia con 2 miliardi.

 

raid di usa e uk contro i ribelli houthi in yemen 4 raid di usa e uk contro i ribelli houthi in yemen 4

[…] A rischiare di più in Europa sarebbero, secondo l’analisi, le micro e piccole imprese italiane. La loro quota di export manifatturiero diretto nei Paesi extra Ue è pari al 32,7% del totale europeo, con un valore addirittura doppio rispetto alle omologhe imprese tedesche.

 

Nel 2023 ammonta a 30,8 miliardi di euro (pari a 1,5 punti di Pil) il flusso di import-export di merci dei settori made in Italy con maggiore presenza di Pmi che transita attraverso il Mar Rosso. «Le esportazioni delle nostre piccole imprese — si legge nel rapporto — valgono 10,8 miliardi, a partire 4,2 miliardi per i prodotti alimentari seguiti dai prodotti in metallo e da gioielleria e occhialeria con 1,8 miliardi, la moda con 1,5 miliardi, legno e mobili con 1 miliardo.

 

CAMBIO DELLE ROTTE ATTRAVERSO IL CANALE Di suez per le azioni degli houthi nel mar rosso CAMBIO DELLE ROTTE ATTRAVERSO IL CANALE Di suez per le azioni degli houthi nel mar rosso

C’è attenzione, poi, sul settore “macchinari e impianti” (a forte presenza di micro e piccole imprese: nel 2023 è stato di 11,6 miliardi il valore dei prodotti transitati via mare attraverso il canale di Suez) e sulle piccole imprese del sistema di trasporto e logistica, (nelle 14 province in cui sono localizzati i 15 maggiori porti sono a rischio 2,5 miliardi di euro di fatturato)».

 

Si teme poi l’effetto inflazione con l’Ispi che spiega come la crisi dei cargo costerà quasi il 2% di inflazione all’Italia e all’Europa. Una beffa ora che i prezzi avevano rallentato la loro corsa.

milizie houthi - mar rosso milizie houthi - mar rosso i navy seals sequestrano missili e componenti iraniani destinati agli houthi i navy seals sequestrano missili e componenti iraniani destinati agli houthi La foto del battello CHE TRASPORTAVA ARMI IRANIANE AGLI HOUTHI La foto del battello CHE TRASPORTAVA ARMI IRANIANE AGLI HOUTHI Due imbarcazioni militari statunitensi nel mar Rosso Due imbarcazioni militari statunitensi nel mar Rosso IL RICATTO DEL CANALE DI SUEZ IL RICATTO DEL CANALE DI SUEZ

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - LA GRANDE PAURA SARDA STA METTENDO IN SUBBUGLIO I FRAGILI OTOLITI DELLA MELONA -  L'ANSIA PER UNA POSSIBILE SCONFITTA ALLE REGIONALI IN SARDEGNA E IL TIMORE CHE I MEDIA LA RACCONTINO GIÀ IN DECLINO, FANNO SCOPA CON LA PREOCCUPAZIONE DI NON CONTARE UN CAZZO DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO IN EUROPA, QUANDO I VOTI DI FRATELLI D'ITALIA POTREBBERO NON ESSERE DETERMINANTI PER LA RIELEZIONE DI URSULA VON DER LEYEN - NON BASTA: SE IL VOTO EUROPEO SARA' CRUDELE CON SALVINI, FARA' SALTARE IL GOVERNO? - MICA E' FINITA PER LADY "FASCIO TUTTO IO": A SETTEMBRE VA SQUADERNATA LA LEGGE DI BILANCIO 2025 CHE SARA' UNA VIA CRUCIS DI LACRIME E SANGUE, VISTO LE DURE NORME DEL NUOVO PATTO DI STABILITÀ SUL RIENTRO DEL MOSTRUOSO DEBITO PUBBLICO ITALIANO - A GUARDIA DELLA FRAGILITA' DELLA TENUTA PSICOFISICA DELLA DUCETTA DEL COLLE OPPIO CI SONO I "BADANTI DI PALAZZO CHIGI", FAZZOLARI E SCURTI, CHE NON LA MOLLANO UN ATTIMO…

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO