MPS, LA ROGNA CHE TOCCA A OGNI GOVERNO - DUE APPUNTAMENTI TENGONO IN ANSIA IL TESORO, AZIONISTA AL 64%: LA DECISIONE SUL RINVIO A GIUDIZIO DI VIOLA, PROFUMO E SALVADORI E GLI STRESS TEST DELLA BCE CHE VEDONO IL “MONTE” IN DIFFICOLTA’ - L’IPOTESI: AZZERARE I VERTICI DI MPS E NOMINARE UN CDA DI FEDELISSIMI PER AVERE PIÙ PRESA SULLA BANCA IN VISTA DELLA "SOLUZIONE STRUTTURALE" (VENDITA A UNICREDIT O SPEZZATINO)

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Andrea Greco per “la Repubblica”

 

montepaschi viola profumo montepaschi viola profumo

Mps […] mette in ansia il Tesoro, padrone del 64% delle quote e impegnato entro nove mesi a riprivatizzare la banca più antica del mondo. Tra martedì 8 giugno e sabato 31 luglio si consumeranno due appuntamenti critici, il primo giudiziario il secondo sugli stress test Bce. E un loro esito negativo potrebbe indurre l' azionista ad azzerare i vertici di Mps, e nominare un cda di fedelissimi per avere più presa sulla banca in vista della "soluzione strutturale": sia essa la vendita a Unicredit, che al momento nicchia, o uno spezzatino destinato a Mediocredito centrale e altri istituti, disposti a comprare le agenzie senesi nelle aree che eccedono le soglie antitrust, in caso Unicredit incorporasse parte degli attivi.

 

GUIDO BASTIANINI GUIDO BASTIANINI

Due sono i nuovi fronti critici che nei lunghi corridoi del ministero preoccupano i dirigenti. Il più urgente riguarda l' udienza di martedì, in cui il gip Guido Salvini deciderà se imporre ai pm milanesi il rinvio a giudizio degli ex amministratori Mps Alessandro Profumo, Fabrizio Viola e Paolo Salvadori, per falso in bilancio e in prospetto.

 

La procura, dopo che i tre pm inquirenti hanno rinunciato al fascicolo, potrebbe chiedere tempo: […] la perizia, assunta come prova nel processo con incidente probatorio, […] argomenta in 6 mila pagine come tra il 2012 e il 2015 Mps «non abbia contabilizzato tempestivamente rettifiche su crediti per 11,42 miliardi di euro, 7,77 miliardi al netto dell' effetto fiscale». La perizia mette anche in dubbio la correttezza dei conti 2016 e 2017, e questo in caso di imputazione potrebbe indurre la Commissione Ue a interpretare come aiuti di stato i 5,4 miliardi che il Tesoro, nel 2017, versò a Mps per evitarne la chiusura. […]

 

patrizia grieco patrizia grieco

Il secondo scoglio riguarda i test di resistenza, che nel 2021 farà la Bce, sui criteri stabiliti dall' Eba, a 91 delle principali banche dell' area euro. Gli scrutini volgono al termine: e per Siena si annunciano non lusinghieri. Secondo fonti finanziarie, nello scenario più avverso, che ipotizza un crollo del Pil italiano del 9% e altre sventure, emergerebbe un deficit patrimoniale sui 2,5 miliardi, che pone Mps tra le ultime in classifica. […]

 

Davanti a tali scenari estivi il Tesoro valuta se esercitare la moral suasion che porti a dimettersi l' ad Guido Bastianini, la presidente Patrizia Grieco e l' intero cda, che non sempre nel primo anno di mandato si è mostrato coeso, né perfettamente allineato con le indicazioni dell' azionista. Ne è indizio il piano solitario quinquennale fatto approvare dall' ad al cda sei mesi fa, che il Tesoro avrebbe gradito più breve e solo in "presa visione" ai consiglieri, anche perché sovrapposto a quello ufficiale della ricapitalizzazione di Stato 2017 che impegnò l' Italia con l' Ue. […]

 

Condividi questo articolo

business

OH, CHE BEL CASELLO! - CON IL PASSAGGIO DI ASPI DALLA GALASSIA BENETTON A CDP CON I FONDI ESTERI BLACKSTONE E MACQUARIE, CI SARÀ UNA RIVOLUZIONE SIA IN TERMINI INFRASTRUTTURALI, SIA FINANZIARI: SULLE AUTOSTRADE PIOVERANNO INVESTIMENTI PER 26 MILIARDI MENTRE I FONDI ESTERI VOGLIONO RENDERE LA SOCIETA’ PROFITTEVOLE CON UN RITORNO ATTESO IPOTIZZATO DEL 7-8% -  NEL TEMPO CDP POTREBBE GRADUALMENTE RIDIMENSIONARE LA PARTECIPAZIONE DEL 51% IN FAVORE DI CASSE DI PREVIDENZA E ASSICURAZIONI ITALIANE…

QUELLA TESTIMONIANZA NON S’HA DA FARE! – CASO SANTANDER-ORCEL: IL TRIBUNALE DI MADRID BLOCCA DI NUOVO TUTTO E RINVIA L'UDIENZA IN CUI GLI EX VERTICI DI UBS AXEL WEBER E MAX  SHELTON AVREBBERO DOVUTO CONFERMARE CHE SAREBBE TOCCATO ALLA BANCA GUIDATA DA ANA BOTIN PAGARE I BONUS DIFFERITI DEL NEO-BOSS DI UNICREDIT - POTERE DEL SANTANDER, CHE IN SPAGNA CONTA PIÙ DEL GOVERNO. MA PRIMA O POI WEBER E SHELTON DOVRANNO SEDERSI DAVANTI A UN GIUDICE E CONFERMARE CHE AVEVANO AVVISATO LA BOTIN. E ALLORA LA BANCA SPAGNOLA VIVRÀ LA PRIMA SCONFITTA IN TRIBUNALE DELLA SUA STORIA…