IN NOMINE RAI – GUARDATE COSA È SUCCESSO CON DIS E CDP E PREPARATEVI: ANCHE A VIALE MAZZINI MARIO DRAGHI DECIDERÀ IN AUTONOMIA E TERRÀ LONTANI I PARTITI, CHE SI DOVRANNO ACCONTENTARE DELLA SPARTIZIONE DEL CDA - L'AMMINISTRATORE DELEGATO SARÀ UN MANAGER ESPERTO DI CONTI E IL PRESIDENTE UN NOME DI GARANZIA A CUI NESSUNO POSSA DIRE DI NO (MAGARI GIORNALISTA) - SI CHIUDE ENTRO METÀ GIUGNO E SARANNO UN UOMO E UNA DONNA: IL TOTO NOMI

-

Condividi questo articolo


MARIO DRAGHI 1 MARIO DRAGHI 1

Estratto dell’articolo di Tommaso Ciriaco per “la Repubblica”

 

Non sarà un amministratore delegato scelto per concentrarsi sulla solita girandola delle direzioni dei tg. E neanche l' addetto al bilancino che riequilibra gli appetiti famelici dei partiti. Quando il governo pensa al dossier Rai, e a chi dovrà gestirlo nei prossimi anni, immagina altro. Un manager incaricato di portare avanti una piccola rivoluzione.

 

raffaele agrusti generali raffaele agrusti generali

Qualcuno che sia esperto anche - anzi soprattutto - di conti e bilanci. Capace di riuscire dove i suoi predecessori hanno faticato negli ultimi vent' anni: traghettare viale Mazzini nel futuro. (…) Ad affiancare questo profilo, un Presidente di garanzia che vada bene a tutti i partiti. (…) Magari un giornalista o una giornalista.

 

ANDREA CASTELLARI ANDREA CASTELLARI

Per capire come sarà approcciato il nodo della radiotelevisione pubblica, è utile analizzare il caso di Cassa depositi e prestiti. (…) Andrà così anche per la Rai (…). La tempistica è abbastanza stringente, perché l' idea è quella di chiudere la partita dei vertici Rai a metà giugno (nella migliore delle ipotesi) e comunque non oltre la fine del mese. (…)

 

marinella soldi marinella soldi

(…) Per il ruolo di ad (…) Il primo profilo è quello di Raffaele Agrusti, Chief financial officer in Rai e una lunga storia in Generali conclusa con l' incarico di amministratore delegato. L' alternativa è Andrea Castellari, già dg di Discovery. Dietro queste due opzioni, spazio anche ad altri potenziali candidati.

 

laura cioli fot di bacco (2) laura cioli fot di bacco (2)

Tra loro, Marinella Soldi (anche lei in passato a Discovery), l' ex Sky Andrea Scrosati (ma si sarebbe tirato fuori), la manager Laura Cioli e Tinny Andreatta, che potrebbe però scontare l' essere considerata vicina all' area dem. (...)

 

L'ARTICOLO INTEGRALE

https://www.repubblica.it/politica/2021/05/31/news/rai_draghi-303517501/?ref=drrt-1

raffaele agrusti raffaele agrusti MARIO DRAGHI. MARIO DRAGHI. MARIO DRAGHI - QUESTION TIME ALLA CAMERA MARIO DRAGHI - QUESTION TIME ALLA CAMERA MARIO DRAGHI MARIO DRAGHI

 

Condividi questo articolo

business

OH, CHE BEL CASELLO! - CON IL PASSAGGIO DI ASPI DALLA GALASSIA BENETTON A CDP CON I FONDI ESTERI BLACKSTONE E MACQUARIE, CI SARÀ UNA RIVOLUZIONE SIA IN TERMINI INFRASTRUTTURALI, SIA FINANZIARI: SULLE AUTOSTRADE PIOVERANNO INVESTIMENTI PER 26 MILIARDI MENTRE I FONDI ESTERI VOGLIONO RENDERE LA SOCIETA’ PROFITTEVOLE CON UN RITORNO ATTESO IPOTIZZATO DEL 7-8% -  NEL TEMPO CDP POTREBBE GRADUALMENTE RIDIMENSIONARE LA PARTECIPAZIONE DEL 51% IN FAVORE DI CASSE DI PREVIDENZA E ASSICURAZIONI ITALIANE…

QUELLA TESTIMONIANZA NON S’HA DA FARE! – CASO SANTANDER-ORCEL: IL TRIBUNALE DI MADRID BLOCCA DI NUOVO TUTTO E RINVIA L'UDIENZA IN CUI GLI EX VERTICI DI UBS AXEL WEBER E MAX  SHELTON AVREBBERO DOVUTO CONFERMARE CHE SAREBBE TOCCATO ALLA BANCA GUIDATA DA ANA BOTIN PAGARE I BONUS DIFFERITI DEL NEO-BOSS DI UNICREDIT - POTERE DEL SANTANDER, CHE IN SPAGNA CONTA PIÙ DEL GOVERNO. MA PRIMA O POI WEBER E SHELTON DOVRANNO SEDERSI DAVANTI A UN GIUDICE E CONFERMARE CHE AVEVANO AVVISATO LA BOTIN. E ALLORA LA BANCA SPAGNOLA VIVRÀ LA PRIMA SCONFITTA IN TRIBUNALE DELLA SUA STORIA…