PIATTO RICCO - JUST EAT VENDERÀ LA PROPRIA QUOTA DEL 33% NELLA JOINT VENTURE LATINOAMERICANA IFOOD PER UN AMMONTARE FINO A 1,8 MILIARDI DI EURO ALLA MULTINAZIONALE OLANDESE PROSUS - JUST EAT HA COMUNICATO CHE USERÀ I PROVENTI DELL'OPERAZIONE PER RAFFORZARE I PROPRI BILANCI E RIPAGARE IL DEBITO…

-

Condividi questo articolo


(ANSA) - Just Eat venderà la propria quota del 33% nella joint venture latinoamericana iFood per un ammontare fino a 1,8 miliardi di euro (1,8 miliardi di dollari). Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando un comunicato della società di ordinazione e consegna di pasti.

 

rider just eat rider just eat

Prosus, multinazionale olandese che fornisce servizi basati su internet, pagherà 1,5 miliardi di euro cash alla chiusura dell'accordo e un'ulteriore cifra fino a 300 milioni nei 12 mesi successivi, in base all'andamento della società. Just Eat ha fatto sapere che userà i proventi dell'operazione per rafforzare i propri bilanci e ripagare il debito. L'operazione dovrebbe essere conclusa nel quarto trimestre. La società ha detto anche che sta ancora lavorando alla cessione parziale o totale della filiale Grubhub.

 

Condividi questo articolo

business

ARRIVA LA TEMPESTA E GLI ITALIANI METTO I SOLDI AL SICURO (O ALMENO CREDONO DI FARLO) – AD AGOSTO I DEPOSITI SUI CONTI CORRENTI SONO AUMENTATI DI 61 MILIARDI DI EURO RISPETTO A UN ANNO PRIMA. UN TREND SOSPINTO DALLA PRUDENZA, ANCHE SE TENERE I SOLDI FERMI, CON L'INFLAZIONE CHE GALOPPA, PORTA A UNA SVALUTAZIONE DEI RISPARMI: 10 MILA EURO DEPOSITATI OGGI, TRA 12 MESI VARRANNO 9.160 EURO – NELL'UTIMO ANNO SI REGISTRA POI UNA FORTE RIDUZIONE IN PORTAFOGLIO DEI BOND, A CAUSA DEI RENDIMENTI AI MINIMI, VANNO FORTE LE POLIZZE ASSICURATIVE

GENERALI DIETRO LA COLLINA – A METÀ MESE È PREVISTO IL CDA DI GENERALI E PER ALLORA SI CAPIRÀ SE DAVVERO IL LEONE HA INTENZIONE DI COMPRARE GUGGENHEIM, LA SOCIETÀ AMERICANA DI GESTIONE DEL RISPARMIO DA 228 MILIARDI DI DOLLARI DI ATTIVITÀ – UN'OPERAZIONE COMPLICATA DAL DOLLARO FORTE E CHE SI POTREBBE FINANZIARE CON LA VENDITA DI BANCA GENERALI CHE ANDREBBE MESSA ALL'ASTA, CON MEDIOBANCA IN PRIMA FILA (MA OGGI DALL'ASSEMBLEA DEI SOCI DI PIAZZETTA CUCCIA HANNO FATTO TRAPELARE CHE NON SI È DISCUSSO DELLA QUESTIONE)

RISCHIAMO UNA NUOVA LEHMAN? – CREDIT SUISSE È NEL PIENO DELLA BUFERA: ALLA BORSA DI ZURIGO IL TITOLO È CROLLATO AI MINIMI STORICI MENTRE I CREDIT DEFAULT SWAP SONO SCHIZZATI AI MASSIMI – COLPITO DA UNA SERIE DI SCANDALI E SCELTE AZZARDATE, IL NUOVO CEO KOERNER HA AMMESSO "IL MOMENTO CRITICO" MA HA ASSICURATO SULLA “FORTE BASE DI CAPITALE E LA POSIZIONE DI LIQUIDITÀ". PAROLE CHE NON HANNO CALMATO I MERCATI, ANZI – PER GLI ANALISTI DOVRÀ VARARE UN MAXI-AUMENTO DI CAPITALE DI ALMENO 4 MILIARDI