L’EMERGENZA NON È PIÙ SANITARIA, MA ECONOMICA! – L’ALLARME DEL COMITATO PER IL RISCHIO SISTEMICO DELLA BCE: “INCOMBE LA MINACCIA DI UN’ONDATA DI INSOLVENZE AZIENDALI” – “BISOGNA EVITARE GLI AIUTI ALLE IMPRESE ZOMBIE E DARE UNA RISPOSTA TEMPESTIVA E DECISIVA” – “PIÙ DURANO MORATORIE, GARANZIE E PRESTITI PUBBLICI, MAGGIORE POTREBBE DIVENTARE IL PROBLEMA DELLA…”

-

Condividi questo articolo


CRISI AZIENDE CHIUDONO CRISI AZIENDE CHIUDONO

Da "La Stampa"

 

«Le restrizioni all' attività economica durate oltre un anno finora non hanno comportato instabilità finanziaria. Tuttavia, incombe la minaccia di un' ondata di insolvenze aziendali, se gli Stati non gestiscono una transizione agevole dagli aiuti sotto forma di liquidità a forme sostegno alla solvibilità più selettive, e a forme di ristrutturazione del debito aziendale per le imprese sane».

 

christine lagarde con mario draghi christine lagarde con mario draghi

L' allarme arriva direttamente dallo European Sistemic Risk Board, il Comitato per il rischio sistemico che fa capo alla Bance centrale europea. L' Esrb chiede di «evitare gli aiuti alle imprese zombie» e invoca «una risposta tempestiva e decisiva» da parte delle autorità, avvertendo che più durano moratorie, garanzie e prestiti pubblici, «maggiore potrebbe diventare il problema della solvibilità a causa dell' accumularsi del debito». Secondo Chirstine Lagarde, che presiede la Bce, è ancora «troppo presto» per dire che il peggio è passato.

 

recessione coronavirus recessione coronavirus

Lagarde, ieri, ha spiegato che il ritmo accelerato delle vaccinazioni rappresenta una luce in fondo al tunnel, e che il secondo semestre dell' anno potrebbe vedere «una crescita robusta» dopo un primo trimestre negativo e un secondo trimestre in miglioramento.

Tuttavia, ha detto, «non abbiamo ancora attraversato il ponte verso una vera e propria ripresa».

mario draghi christine lagarde mario draghi christine lagarde i cartelli nei negozi del centro di roma che rischiano di chiudere 1 i cartelli nei negozi del centro di roma che rischiano di chiudere 1 disoccupazione crisi disoccupazione crisi christine lagarde mario draghi christine lagarde mario draghi

 

Condividi questo articolo

business

VA BENE L’IMMUNITA’ DAL CORONAVIRUS, MA QUELLA DAI VIRUS DIGITALI? - DOPO GLI ATTACCHI INFORMATICI AL MISE, CAMPARI, LEONARDO E INPS, L’ITALIA HA ANCORA ENORMI FALLE NEI SISTEMI DI CYBERSICUREZZA - LO SCORSO ANNO C’E’ STATO UN AUMENTO DEGLI ATTACCHI HACKER PER IL 40% DELLE IMPRESE, MA GLI INVESTIMENTI SULLA SICUREZZA SONO CRESCIUTI SOLO DEL 4% - NEL 2020 LE IMPRESE ITALIANE HANNO PERSO CIRCA 7 MILIARDI DI EURO L'ANNO A CAUSA DEI ‘’DATA BREACH’’ - IL RECOVERY FUND STANZIA 620 MILIONI IN 5 ANNI, ANCORA TROPPO POCHI PER VENIRNE A CAPO: SERVONO INVESTIMENTI PER ALMENO…

LA CAMPAGNA DI FRANCIA DEL "BISCIONE" - DOPO LA PACE CON VIVENDI, MEDIASET VUOLE CONQUISTARE IL 48% DEL NETWORK FRANCESE "M6", MESSO SUL MERCATO DAI TEDESCHI DI BERTELSMANN - IL PIANO: COINVOLGERE LA CONTROLLATA MEDIASET ESPANA, CON IL SOSTEGNO DEL BANCO SANTANDER. NON È ESCLUSA UN’ALLEANZA CON L’IMPRENDITORE DANIEL KRETINSKY – IN PISTA CI SONO TUTTI I BIG DI FRANCIA (BOLLORÈ, NIEL E PIGASSE, ARNAULT) E LA PARTITA È ANCHE POLITICA: IL PROSSIMO ANNO CI SONO LE PRESIDENZIALI E MACRON VUOLE EVITARE UN POLO OSTILE