L’INFLAZIONE E’ IL MALWARE DI WALL STREET: LA BORSA USA HA VISTO GLI INDICI PRECIPITARE DA GENNAIO - MOLTI TITOLI SONO CROLLATI E NON SI RIPRENDERANNO: ZOOM È SCESO DA UN MASSIMO DI 591 DOLLARI (560 EURO) ALLA FINE DEL 2020 A 90 DOLLARI; MODERNA (VACCINI) È STATA DIVISA PER TRE, NETFLIX PER QUATTRO E LE CYCLETTE PELOTON PER TREDICI - LA NOVITÀ È IL KO DEI COLOSSI TECNOLOGICI UN TEMPO INVULNERABILI. DALL'INIZIO DEL 2022, APPLE HA CEDUTO IL 13%, MICROSOFT E GOOGLE IL 20%, TESLA IL 25%, AMAZON IL 33%, META (FACEBOOK) IL 40%. INSIEME A NETFLIX, QUESTI COLOSSI HANNO CANCELLATO UN VALORE COMPLESSIVO DI 2,3 TRILIONI DI DOLLARI…

-

Condividi questo articolo


Articolo di "Le Monde" - dalla rassegna stampa estera di “Epr Comunicazione”

 

INFLAZIONE USA INFLAZIONE USA

A causa della guerra in Ucraina, dell'inflazione e dell'aumento dei tassi di interesse, gli indici sono crollati da gennaio. Le aziende che avevano beneficiato dei confinamenti stanno crollando.

 

Un dato sull'inflazione migliore del previsto in aprile potrebbe dare un po' di respiro ai mercati, ma la tendenza rimane: Wall Street è nel bel mezzo di una forte contrazione, che ricorda lo scoppio della bolla internet nel 2000. Il Nasdaq, l'indice ricco di società tecnologiche, ha perso il 25% dall'inizio del 2022, mentre l'S&P 500 è sceso del 16%.

 

wall street wall street

Questo indice – scrive il corrispondente a New York di Le Monde - ha registrato il peggior inizio annuale dal... 1932. Gli operatori cercano di rassicurarsi, notando che in questi casi il mercato azionario rimbalza. Non si tratta di una scommessa sicura: Wall Street, ad esempio, ha continuato a scendere nel 1974 (-30% su base annua), dopo il primo shock petrolifero, quando il mondo stava scoprendo la stagflazione.

 

JEROME POWELL JEROME POWELL

La situazione attuale non è così lontana, dato che la Federal Reserve (Fed), la banca centrale degli Stati Uniti, deve aumentare i tassi per contrastare un'inflazione di circa l'8,5%, la più alta dal 1981. E all'orizzonte non ci sono che cattive notizie, dal contenimento della Cina, alla guerra in Ucraina, alle strozzature dell'economia e alla carenza di manodopera, che ostacolano una sana ripresa.

 

Wall Street sta riscoprendo una regola ferrea: il valore di un'azione è direttamente correlato ai tassi di interesse. Più alti sono i tassi di interesse, meno valgono i futuri profitti aziendali. Le azioni si sono impennate grazie al denaro gratuito distribuito dalle banche centrali e dai governi.

 

REED HASTINGS NETFLIX REED HASTINGS NETFLIX

Quei giorni, che hanno riportato l'inflazione, sono finiti. I rendimenti decennali, scesi allo 0,5% nel luglio 2020, sono rimbalzati al 3,2% il 9 maggio, provocando la peggiore giornata del mercato azionario degli ultimi due anni. La correzione sta per finire? Tutto dipenderà dall'evoluzione dei tassi a lungo termine, a loro volta legati all'aumento dei prezzi. Se i prezzi continueranno a crescere, forse i tassi dovranno salire al di sopra dell'inflazione al netto di energia e cibo, cioè oltre il 6,5%. Si tratterebbe di un ulteriore crollo del mercato azionario.

 

In realtà, la correzione è relativamente modesta in questa fase. Il Nasdaq è ancora del 5% al di sopra del livello raggiunto nell'ottobre 2020, poco prima della scoperta dei vaccini Covid-19, ed è ancora in crescita del 20% rispetto al livello pre-pandemia. Logicamente, i "titoli di contenimento", oggetto di tutte le speculazioni, sono crollati e non si riprenderanno: Zoom (applicazione di videoconferenza) è sceso da un massimo di 591 dollari (560 euro) alla fine del 2020 a 90 dollari; Moderna (vaccini) è stata divisa per tre, Netflix per quattro e le cyclette Peloton per tredici.

Elon Musk Elon Musk

 

IL FINTECH È IN DISORDINE

I titoli di tendenza, i cosiddetti "meme", sono particolarmente colpiti. Durante la crisi sanitaria, approfittando della fortuna finanziaria - redditi mantenuti combinati con l'incapacità di consumare - gli americani si sono precipitati sul mercato azionario, che è stato spesso confuso con un casinò, secondo il rimprovero del miliardario Warren Buffett. Hanno comprato i titoli più caldi, dispensando consigli sui social network; oggi, i nomi più citati su Twitter sono quelli che stanno subendo la correzione più forte. Il loro "pacchetto" di strumenti, l'app Robin Hood, che consente di investire in borsa in modo molto semplice e senza commissioni, valeva 85 dollari quando è stato quotato in borsa all'inizio del 2021. È sceso a 9 dollari.

TORO WALL STREET LA RAGAZZA SENZA TORO WALL STREET LA RAGAZZA SENZA

 

La correzione è meritata, soprattutto quando colpisce settori speculativi dagli utili incerti. Le Fintech sono allo sbando, come Paypal e Square, il cui prezzo delle azioni è stato ridotto di quattro unità. Il Bitcoin, che non offre alcuna protezione contro le turbolenze del mercato, è sceso a circa 31.000 dollari, trascinando lo scambio di criptovalute Coinbase da 430 a 65 dollari.

 

Lo stesso vale per i settori considerati strategici, come la cybersecurity: il fondo Bug è sceso da 35 a 25 dollari in poche settimane. L'indice Nasdaq OMX, che dovrebbe investire nell'economia verde, ha perso un terzo dai massimi del novembre 2021. Anche l'unica miniera statunitense di terre rare, MP Materials, è scesa di quasi la metà in poche settimane.

 

paypal paypal

La novità, tuttavia, è la correzione dei colossi tecnologici un tempo invulnerabili. Dall'inizio del 2022, Apple ha ceduto il 13%, Microsoft e Google il 20%, Tesla il 25%, Amazon il 33%, Meta (Facebook) il 40%. Insieme a Netflix, questi colossi hanno cancellato un valore complessivo di 2,3 trilioni di dollari.

 

REGOLAMENTAZIONE PIÙ SEVERA

tim cook al lancio dei nuovi prodotti apple 2 tim cook al lancio dei nuovi prodotti apple 2

La vicenda si sta trasformando in un disastro per i gestori che hanno fatto fortuna con i titoli growth. Il fondo pandemico di Cathie Wood, ARKK, vale quattro volte meno di quanto valeva nel gennaio 2021 ed è ai livelli pre-pandemia. Al contrario, Berkshire Hathaway, la società del miliardario Warren Buffett, l'uomo che gioca con gli affitti, le assicurazioni e il petrolio, ha perso il 13% dal suo picco, ma ha raddoppiato il suo valore da marzo 2020.

 

ANTITRUST VS BIG TECH 2 ANTITRUST VS BIG TECH 2

Gli hedge fund sono particolarmente colpiti. Non sono ancora stati annunciati fallimenti, ma Tiger, che gestiva circa 90 miliardi di dollari, avrebbe perso 17 miliardi di dollari nel crollo tecnologico, come rivela il Financial Times. Le SPAC, o società di acquisizione a fini speciali, che consentivano alle società di quotarsi in borsa con un guscio quotato in borsa, sono in fase di collasso.

 

La Securities and Exchange Commission, l'autorità di regolamentazione del mercato azionario statunitense, sta inasprendo le norme in quanto questi veicoli di investimento vengono dirottati per evitare il lento ma protettivo percorso delle IPO tradizionali. Si prevede che le valutazioni del settore non quotato siano molto più scontate rispetto a quelle del Nasdaq.

netflix netflix

 

Questa correzione, che è severa quando i risultati delle aziende non sono all'altezza, finirà per porre problemi di remunerazione nelle start-up, poiché i dipendenti sono spesso pagati in azioni del loro gruppo, il cui valore sta crollando. L'effetto ricchezza dovrebbe farsi sentire quando i risparmiatori consumano i loro risparmi per consumare. Anche i conti di risparmio per la pensione sono stati colpiti. Secondo il Wall Street Journal, nel primo trimestre i fondi pensione pubblici statunitensi hanno perso il 4,1% del loro valore.

 

LEGGI CONTRO BIG TECH 2 LEGGI CONTRO BIG TECH 2

Al contrario, i buoni vecchi titoli americani, resistenti a tutto e capaci di infliggere aumenti di prezzo ai consumatori, stanno battendo record, come Pepsi e Coca. L'energia ha trionfato: il prezzo delle azioni di Exxon è triplicato dall'inizio della pandemia, mentre quello di ConocoPhillips è quintuplicato. Il petrolio è il grande vincitore del momento, un settore dato per morto durante la crisi sanitaria, quando il prezzo del greggio ha raggiunto un valore negativo sui mercati a termine.

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

ANTITRUST VS BIG TECH ANTITRUST VS BIG TECH BIG TECH BIG TECH LEGGI CONTRO BIG TECH LEGGI CONTRO BIG TECH

 

 

Condividi questo articolo

business

SI METTE MALE PER XI JINPING: L’ECONOMIA CINESE DÀ SEGNALI MOLTO PREOCCUPANTI, PROPRIO ALLA VIGILIA DEL CONGRESSO CHE DOVREBBE DARGLI IL TERZO MANDATO. MA È COLPA SUA: INSISTE CON LA STRATEGIA DELLO “ZERO COVID” BLOCCANDO I RIFORNIMENTI A MEZZO MONDO E FACENDO CROLLARE LE VENDITE AL DETTAGLIO - SOLO CHE GLI INVESTITORI STRANIERI  NON SONO FESSI E SCAPPANO: SOLO AD APRILE, CI SONO STATE CESSIONI PER 16 MILIARDI DI DOLLARI DI DEBITO CINESE, E GLI INVESTIMENTI ESTERI DIRETTI SONO COLATI A PICCO

DOPO LA GUERRA, RISCHIAMO LA CARESTIA – SENZA LA RIAPERTURA DEI TRAFFICI DI CEREALI DALL’UCRAINA, MILIONI DI PERSONE IN AFRICA E MEDIO ORIENTE RISCHIANO LA FAME! COME FARE? L’EUROPA STA CERCANDO DI AGGIRARE IL BLOCCO DEI PORTI PER SALVARE I 30 MILIONI DI TONNELLATE DI PRODOTTI BLOCCATI DAI RUSSI, METTENDO A DISPOSIZIONE LE CITTÀ ROMENE, POLACCHE E BULGARE CHE SI AFFACCIANO SUL MAR NERO. L’ALTERNATIVA È LA ROTTA BALTICA, MA DI MEZZO C’È LA BIELORUSSIA DI LUKASHENKO…