SE AL VIRUS SI POTESSE SPARARE, IN AMERICA LO AVREBBERO GIÀ ELIMINATO - IL CAPO DELLA SMITH & WESSON DICE CHE IL BOOM DELLE VENDITE DI ARMI NEGLI STATI UNITI È "INEGUAGLIABILE". LA PANDEMIA HA FATTO REGISTRARE UN +141% PER LA SOCIETÀ CHE VENDE PISTOLE E FUCILI

-

Condividi questo articolo

 

Dalla rassegna stampa di ''Epr Comunicazione''

donna bianca minaccia madre e figlia di colore 2 donna bianca minaccia madre e figlia di colore 2

 

I ricavi trimestrali della Smith & Wesson per le armi da fuoco sono più che raddoppiati, riflettendo il boom delle vendite di armi da fuoco negli Stati Uniti durante la pandemia di coronavirus e i disordini civili. L'unità di armi da fuoco dell'azienda ha registrato 230 milioni di dollari di vendite lorde per il trimestre che si è concluso a luglio, un aumento del 141 per cento rispetto a un anno fa – scrive il FT.

 

"L'attuale aumento della domanda di armi da fuoco da parte dei consumatori è, per molti versi, senza precedenti", ha detto agli analisti Mark Smith, amministratore delegato di Smith & Wesson. Il fatturato netto complessivo è stato di 278 milioni di dollari, in crescita rispetto ai 123,7 milioni di dollari dell'anno precedente e ben al di sopra delle previsioni degli analisti per 195 milioni di dollari.

 

Le vendite di armi da fuoco hanno storicamente avuto una tendenza al rialzo durante gli anni delle elezioni presidenziali, in quanto gli acquirenti si coprono contro una potenziale azione a Washington per inasprire le restrizioni sulle vendite. La domanda è aumentata quest'anno anche in risposta ai disordini civili nelle principali città statunitensi di quest'estate, così come l'incertezza legata alla pandemia e alle turbolenze economiche che ne sono seguite, hanno detto i dirigenti del settore.

donald trump con fucile donald trump con fucile

 

"Naturalmente, c'è una parte dell'ondata che è legata ai timori legati alla regolamentazione del controllo delle armi da fuoco, ma ... una gran parte della domanda è guidata da persone che hanno paura della loro protezione personale e della loro sicurezza, a partire dalla pandemia fino ai disordini civili", ha detto Smith.

 

I controlli di fondo elaborati dall'FBI - utilizzati come indicatore delle vendite di armi da fuoco negli Stati Uniti - sono a passo di marcia per superare il record di 28,4 milioni stabilito l'anno scorso. I dati pubblicati questa settimana mostrano che ci sono stati 3,1 milioni di controlli in agosto, portando il conteggio annuale a 25,9 milioni. I controlli in background sono balzati del 51% anno su anno in agosto a 1,7 milioni, se corretti dalla National Shooting Sports Foundation, che esclude le attività non di acquisto, come le richieste di permessi.

 

La NSSF, un gruppo commerciale, ha anche stimato il mese scorso che quasi 5 milioni di americani hanno acquistato un'arma da fuoco quest'anno per la prima volta, sulla base di un sondaggio tra i rivenditori che hanno riferito che il 40% delle loro vendite sono state effettuate a clienti che non avevano mai posseduto un'arma. Il signor Smith ha affermato che i due gruppi di nuovi proprietari di armi in più rapida crescita sono le donne e gli afroamericani.

 

Il produttore di armi Sturm Ruger a luglio ha stimato che le vendite dei suoi prodotti dai distributori ai rivenditori sono aumentate del 47% su base annua nella prima metà del 2020. L'amministratore delegato Christopher Killoy ha dichiarato all'epoca che la domanda dei consumatori ha iniziato a "salire" verso la fine del primo trimestre.

fila in un negozio di armi negli usa 5 fila in un negozio di armi negli usa 5

 

Il boom delle vendite ha aiutato la Smith & Wesson a raggiungere un profitto nel trimestre. L'utile netto è stato di 48,4 milioni di dollari, pari a 86 centesimi per azione, contro una perdita di 2,1 milioni di dollari, pari a 4 centesimi per azione. Su una base rettificata, l'utile si è attestato a 97 centesimi per azione. Gli analisti si aspettavano un profitto inferiore di 48 centesimi. Le azioni della società sono balzate di oltre il 3 per cento nelle contrattazioni dopo l'orario di lavoro, dopo essere scivolate del 9,5 per cento durante la sessione regolare in un mercato più ampio. Quest'anno il titolo è salito del 164 per cento.

fila in un negozio di armi negli usa 1 fila in un negozio di armi negli usa 1 fila in un negozio di armi negli usa fila in un negozio di armi negli usa negozio di armi affollato negli usa negozio di armi affollato negli usa fila in un negozio di armi in california fila in un negozio di armi in california fila in un negozio di armi negli usa 3 fila in un negozio di armi negli usa 3 negozio di armi negli usa negozio di armi negli usa

 

Condividi questo articolo

business