VIDEO-FLASH: PASSERA RAP! L’EX MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL GOVERNO MONTI, CORRADO PASSERA, VA OSPITE DI FEDEZ AL PODCAST “WOLF”. PRATICAMENTE È ANDATO A CASA SUA, CONSIDERANDO CHE A PAGARE LA TRASMISSIONE DEL MARITO DI CHIARA FERRAGNI È HYPE, LA FINTECH PARTECIPATA AL 50% DA ILLIMITY BANK (ISTITUTO FONDATO E GUIDATO DA PASSERA)

-

Condividi questo articolo


 

 

corrado passera ospite di fedez al podcast wolf corrado passera ospite di fedez al podcast wolf

Illimity di Passera si svena per Hype?

Estratto dell’articolo di Susanna Scotto d'Apollonia per www.startmag.it – 23 dicembre 2020

 

L’assemblea di Illimity ha dato l’ok all’aumento di capitale da 44,67 milioni di euro per acquistare il 50% di Hype, un’operazione che avrà come risultato la nascita di una joint venture pariteticamente controllata dalla banca ad alto tasso tecnologico guidata da Corrado Passera (50%) e da Fabrick (50%), azienda appartenente al gruppo Banca Sella che ha l’obiettivo preciso di favorire l’open banking.

CORRADO PASSERA ILLIMITY CORRADO PASSERA ILLIMITY

 

L’integrazione tra Illimity e Hype genererà un valore rilevante per tutti gli stakeholder con un obiettivo di utile netto di Hype pari a 3,5 milioni di euro nel 2023 e 17 milioni di euro nel 2025 e un impatto positivo sul risultato netto di Illimity già nel 2021.

 

Vediamo le ultime novità relative alla nascita della joint venture, i dettagli dell’aumento e i progetti futuri.

 

[…] CHI È HYPE

corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 8 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 8

Hype, che opera con licenza di Istituto di pagamento, funziona attraverso un conto, una carta e un’app mobile. L’offerta di Hype va dai servizi bancari più tradizionali quali bonifici, in ingresso e in uscita, addebiti ricorrenti e pagamenti ricorrenti fino a servizi innovativi come ad esempio assicurazioni, controllo delle spese e pianificazione del risparmio. Hype è anche uno strumento di pagamento: grazie all’integrazione con ApplePay e GooglePay è possibile fare pagamenti direttamente dal cellulare e la carta Hype può essere utilizzata per effettuare prelievi senza commissioni nei bancomat di tutto il mondo. Presente sul mercato dal 2015, Hype in poco tempo ha superato il milione di clienti e cresce al ritmo di oltre 2.000 nuovi utenti al giorno.

 

HYPE ILLIMITY HYPE ILLIMITY

L’ACCORDO TRA ILLIMITY E IL GRUPPO SELLA PER IL 50% DI HYPE

L’aumento da 44,67 milioni approvato da Illimity è finalizzato ad acquistare il 38% del capitale sociale della piattaforma Hype da Fabrick (gruppo Banca Sella). Come previsto dall’accordo siglato il 22 settembre, Illimity arriverà a detenere una quota del 50% in Hype anche attraverso il pagamento in contanti di ulteriori 30 milioni di euro. Il risultato sarà quindi una joint venture pariteticamente controllata da Illimity (50%) e Fabrick (50%) che sarà guidata da Antonio Valitutti, attuale Ceo di Hype, mentre Carlo Panella, responsabile della divisione Banca Diretta di Illimity, assumerà la carica di presidente.

 

 

[…] L’AZIONARIATO DI ILLIMITY POST AUMENTO

corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 9 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 9

Il gruppo Sella una volta conclusa l’operazione arriverà a detenere il 10% del capitale di Illimity. Attualmente Lr Trust – Fidim Srl possiede il 9,745% del capitale della banca ad alto tasso tecnologico, Tensile – Metis Holdings l’8,41% e Amc Metis il 7,87%.

 

IL VALORE DELL’OPERAZIONE PER ILLIMITY E HYPE

La nascita della joint venture paritetica genererà un valore rilevante per tutti gli stakeholder con un obiettivo di utile netto di Hype pari a 3,5 milioni di euro nel 2023 e 17 milioni di euro nel 2025 e un impatto positivo sul risultato netto di Illimity già nel 2021, in crescita a circa 10 milioni di euro nel 2023 e circa 20 milioni di euro nel 2025.

 

HYPE HYPE

IL COMMENTO DI PASSERA (ILLIMITY)

L’amministratore delegato di Illimity, Corrado Passera, ha dichiarato che con l’operazione approvata dall’Assemblea degli azionisti “siamo pronti a perfezionare l’accordo con il Gruppo Sella. Fin dall’inizio del 2021 avvieremo insieme l’ulteriore sviluppo di Hype per rafforzarne la leadership nell’Open banking. Si tratta di un mondo in accelerata espansione dove Hype, grazie ai risultati già accumulati, unitamente all’apporto di Illimity, si propone di raggiungere risultati economici di grande interesse”. […]

corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 1 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 1 HYPE HYPE corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 7 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 7 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 10 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 10 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 6 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 6 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 4 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 4 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 5 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 5 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 2 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 2 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 11 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 11 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 3 corrado passera ospite di fedez al podcast wolf 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI AQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)    

DAGOREPORT – L’INTELLIGENCE DI USA E IRAN HANNO UN PROBLEMA: NETANYAHU - L'OPERAZIONE “TERRORISTICA” CON CUI IL MOSSAD HA ELIMINATO IL GENERALE DELLE GUARDIE RIVOLUZIONARIE IRANIANE NELL'AMBASCIATA IRANIANA A DAMASCO E LA SUCCESSIVA TENSIONE CON TEHERAN NON È SPUNTATA PER CASO: È SERVITA AL PREMIER ISRAELIANO A "OSCURARE" TEMPORANEAMENTE LA MATTANZA NELLA STRISCIA DI GAZA, CHE TANTO HA DANNEGGIATO L'IMMAGINE DI ISRAELE IN MEZZO MONDO - NETANYAHU HA UN FUTURO POLITICO (ED EVITA LA GALERA) SOLO FINCHÉ LA GUERRA E LO STATO D'ALLARME PROSEGUONO...