I VIDEOGIOCHI NON SONO UN GIOCO - SEGA, LA MULTINAZIONALE GIAPPONESE CHE SVILUPPA E PUBBLICA VIDEOGAMES, HA LANCIATO UN'OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO PER L'ACQUISIZIONE DI ROVIO ENTERTAINMENT, SOCIETÀ DI GIOCHI PER CELLULARI CON SEDE IN FINLANDIA - ATTRAVERSO L'OPA, IL GRUPPO NIPPONICO PUNTA ALLA TOTALITÀ DELLE AZIONI E DELLE OPZIONI IN CIRCOLAZIONE PER 706 MILIONI DI EURO…

-

Condividi questo articolo


SEGA SEGA

(ANSA) - MILANO, 17 APR - Sega, la multinazionale giapponese che sviluppa e pubblica videogiochi, ha lanciato un'offerta pubblica di acquisto per l'acquisizione di Rovio Entertainment, società di giochi per cellulari con sede in Finlandia, attraverso Sega Sammy Holdings. Attraverso l'opa, Sesa intende acquisire la totalità delle azioni e delle opzioni in circolazione di Rovio a 9,25 euro per azione e 1,48 euro per opzione, ovvero 706 milioni di euro in totale.

 

ROVIO ENTERTAINMENT ROVIO ENTERTAINMENT

Si tratta di una acquisizione non ostile in quanto il consiglio di amministrazione di Rovio ha accettato ed espresso il proprio sostegno all'offerta pubblica di acquisto. Gli azionisti di Rovio che complessivamente detengono azioni corrispondenti a circa il 49,1% del capitale si sono impegnati ad aderire all'offerta. E' previsto che l'acquisizione si concluda nel secondo trimestre dell'anno fiscale 2023/4 ed è subordinata al completamento delle verifiche previste dalle leggi antitrust.

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...

DAGOREPORT – SALUTAME A CINECITTÀ: LA HOLLYWOOD DE’ NOANTRI TRASLOCA IN SICILIA – SE IL TAORMINA FILM FEST CHIAMA MARCO MÜLLER, A SIRACUSA SI APRONO GLI “STATI GENERALI DEL CINEMA”. UNA VACANZA A 5 STELLE PER UNA MAREA DI ADDETTI AI LAVORI (DA BUTTAFUOCO A MONDA, DA MUCCINO A CASTELLITTO, CRONISTI COMPRESI), PAGATA DALLA REGIONE (SCHIFANI) ED ENIT (SANTANCHE'), E SENZA COINVOLGERE QUEI BURINI DI SANGIULIANO E BORGONZONI, CHE HA LA DELEGA IN MATERIA DI CINEMA - SE FOSSE COSTRETTA ALLE DIMISSIONI, LA PITONESSA FA CIAK?...