1- ESSÌ, IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI! METTETE INSIEME I MEJO CAPOCCIONI DEL “CORRIERE DELLA SERA” DI IERI E DI OGGI, DA FLEBUCCIO DE BORTOLI A PAOLINO MIELIG, DA POLLI DELLA LOGGIA A PIER-NOTAIO MARCHETTI, A CONCIONARE SULLA STORIA DEL LORO QUOTIDIANO ED IL RISULTATO, PER LA PLATEA, È PIÙ EFFICACE DI UN SONNIFERO - 2- ECCO PIETRO CITATI IN PENNICHELLA, AVANTI RAFFAELE LA CAPRIA IN LETARGO, PEDULLA’ PROVA A SLOGARSI LA MASCELLA PER UNO SBADIGLIO NO-LIMITS, A SINISTRA FRANCO SIDDI SOGNA, AL CENTRO GIANMARIA VIAN RUSSA, MARIO LUPO TRA LE BRACCIA DI MORFEO -

Condividi questo articolo


  • Foto di Umberto Pizzi da Zagarolo

    RAFFAELE LA CAPRIARAFFAELE LA CAPRIA

    (ANSA) - 'Pubblico, vogliamo parlarci chiaro. In 17 anni di regime libero hai imparato molte cose. Oramai non ti lasci gabbare dalle frasi. Sai leggere fra le righe e conosci il valore delle gonfie dichiarazioni e delle declamazioni solenni d'altri tempi. La tua educazione politica e' matura'. Cosi', il 5-6 marzo 1876, recitava l'editoriale del primo numero del Corriere della Sera. Costava pochi centesimi, ma con la firma del suo direttore Eugenio Torelli Viollier era destinato a diventare il piu' importante quotidiano nazionale.

    SPETTATORE ATTENTOSPETTATORE ATTENTO

    Oggi, Fondazione Corriere della Sera e Rcs Libri hanno raccolto quel racconto lungo piu' di un secolo nella Storia del Corriere della Sera, opera a cura di Ernesto Galli Della Loggia, che da 1876 fino al 1992, all'alba di Mani Pulite, ne ripercorre le battaglie, gli articoli che hanno lasciato il segno, le firme illustri, da D'Annunzio alla Fallaci.

    'Una storia d'Italia in controluce in cui Roma e' vista con occhi milanesi', racconta Piergaetano Marchetti, presidente Rcs, illustrando i primi due volumi in uscita dell'opera: Il Corriere ottocentesco di Angelo Varni, corredato dei Documenti 1876-199 a cura di Alberto Malfitano; e Il Corriere di Albertini di Simona Colarizi con i Documenti 1900-1925 a cura di Lorenzo Benadusi.

    PIZPIZ PIER GAETANO MARCHETTIPIER GAETANO MARCHETTI

    Sono gli anni in cui il quotidiano sfido' regimi e concorrenza, in cui la penna acuminata di Salvemini attaccava Giolitti, 'il Ministro della malavita', ricorda l'ex direttore Paolo Mieli, e in cui da poche copie si arrivo' a toccare le 500 mila. E gia' nel 1923, quando il Corriere veniva bruciato nelle piazze, oggi si riscopre che il direttore Albertini sognava un'opera che raccontasse la storia del giornale, che, prosegue Marchetti, ha il merito di 'non avere steccati', luogo dove 'ospitiamo scrittori e giornalisti di altri editori, perche' l'apertura e' il modo migliore per affermare i propri prodotti.

    Il futuro digitale - aggiunge - non puo' significare la fine della storia, ma anzi richiede cura della memoria. Perche' senza storia, il futuro, anche digitale, non ha il senso che potrebbe avere'. Completeranno l'opera il volume di Giovanni Belardelli e Cristina Baldassini (1926-1945) e l'ultimo di Ernesto Galli Della Loggia con Claudia Mantovani (1946-1992).

     

     

    SIMONA COLARIZZI PIERGAETANO MARCHETTISIMONA COLARIZZI PIERGAETANO MARCHETTI

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY

    media e tv

    I SOLONI DEL LIBRO – “HO DETTO NO”, RULA JEBREAL SCAPPA DALL’INVIATA DI GILETTI: “'NON E’ L’ARENA' E’ DISINFORMAZIONE” - DA RECALCATI ALLE POESIE DA SPIAGGIA DI JOVA, LA SINISTRA DI FESTIVAL E DI POTERE HA FATTO PERCORSO NETTO AL SALONE DI TORINO – BARBERO E CHAMPAGNE: “LA GUERRA NON E’ UNA NOVITA’, E’ SEMPRE SUCCESSA” - COSE DI CUI NON CI FREGA UN BEATO LINGOTTO: COME ALESSANDRO GASSMANN È DIVENTATO GREEN. IL SEQUEL DI “FAI BEI SOGNI” DI MASSIMO GRAMELLINI. I BAGNI “NO GENDER” DI CATHY LA TORRE. CHE AL SALONE SI FA FATICA A TROVARE LIBERI QUELLI NORMALI…

    politica

    business

    cronache

    sport

    “CARESSA A TE NON RISPONDO, PERCHÉ SEI IL PRIMO CHE CI HAI FATTO UN'INFAMATA PARLANDO DELLA CESSIONE DELLA SOCIETÀ” – IL PRESIDENTE DEL CAGLIARI GIULINI IN VERSIONE MARIO BREGA AL “CLUB DI SKY” - LA REPLICA DI CARESSA: “HO RIPORTATO UNA NOTIZIA, NON E’ UN’INFAMATA, E’ INFORMAZIONE. TRE CAMBI DI ALLENATORE SONO STATI UTILI O SONO STATE UNA CAUSA DELLA RETROCESSIONE? – GIULINI NON REPLICA. E IL GIORNALISTA CHIOSA: “ORA E’ COLPA DI SKY SE SIETE RETROCESSI…” - VIDEO STRACULT

    cafonal

    viaggi

    salute