CAFONALINO DEI GIUSTI – LA REGISTA E ANIMATRICE MARGHERITA GIUSTI PORTA IN MOSTRA A ROMA VENTI DISEGNI, REALIZZATI PER IL CORTOMETRAGGIO ANIMATO “THE MEATSELLER”, DA LEI DIRETTO, PRODOTTO DA LUCA GUADAGNINO E PRESENTATO ALL’ULTIMO FESTIVAL DI VENEZIA – AVVISTATI ALESSANDRÀ MAMMÌ E MARCO GIUSTI, GMAX, STEFANIA CASINI, IL PITTORE ALFREDO PIRRI E… – FOTO BY DI BACCO

-

Condividi questo articolo


Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

Estratto dell’articolo di www.artribune.com

 

margherita giusti foto di bacco (1) margherita giusti foto di bacco (1)

Studio Stefania Miscetti presenta The Meatseller. Frames, mostra personale della regista e animatrice Margherita Giusti. Già autrice del corto Innatura (2021), che ha aperto la dodicesima edizione della rassegna video SHE DEVIL, nel 2021 al museo MAXXI, nel 2022 presso lo Studio, nel 2023 alla biennale internazionale BIENALSUR, Giusti torna negli spazi della galleria con un progetto espositivo inedito, un racconto delicato e viscerale al tempo stesso, un percorso di emancipazione che si attua e si rivela attraverso il corpo, nella sua natura femminile e animale.

 

marco giusti e g max foto di bacco marco giusti e g max foto di bacco

L’iniziativa propone una selezione di oltre venti acrilici su carta di Margherita Giusti, realizzati nel corso del 2022 per The Meatseller (2023), cortometraggio animato da lei diretto, prodotto da Frenesy Film Company di Luca Guadagnino e presentato alla Biennale Cinema 2023 nella sezione Orizzonti. I lavori ci introducono nella storia di Selinna Ajamikoko, giovane ragazza protagonista del film, che Giusti conosce nel 2020 grazie a Margherita D’Andrea, al tempo operatrice sociale allo SPRAR - Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati di Roma.

 

opere esposte (1) opere esposte (1)

Dopo aver dedicato più di un anno ad interviste, sceneggiatura e storyboard, e al montaggio insieme a Emanuele Bonomi, nel settembre del 2022 Giusti inizia a lavorare alla pre-produzione insieme a Elisa Bonandin, Elisabetta Bosco, Viola Mancini, sue colleghe del collettivo MUTA animation e alla produzione vera e propria con un gruppo di animatrici.

 

I suoni e le musiche di Enrico Ascoli si intrecciano con la narrazione in prima persona di Selinna.

Le opere in mostra sono tutte tratte dalla scena più emblematica del film, l’unica disegnata interamente su carta. Il corto infatti è stato prodotto con una tecnica ibrida, che unisce analogico e digitale, e predilige una realizzazione su carta per i più rilevanti elementi simbolici

patrizia biancamano alessandra mammi foto di bacco patrizia biancamano alessandra mammi foto di bacco opere esposte (6) opere esposte (6) opere esposte (5) opere esposte (5)

e materici. […]

alessandra mammi margherita giusti stefania miscetti foto di bacco alessandra mammi margherita giusti stefania miscetti foto di bacco marco giusti foto di bacco marco giusti foto di bacco paolo canevari foto di bacco paolo canevari foto di bacco margherita giusti foto di bacco (2) margherita giusti foto di bacco (2) alfredo pirri foto di bacco alfredo pirri foto di bacco opere esposte (2) opere esposte (2) invitati invitati jasmine trifoni foto di bacco jasmine trifoni foto di bacco fiorella rizzo paola maugini foto di bacco fiorella rizzo paola maugini foto di bacco silvia giambrone stefania miscetti foto di bacco silvia giambrone stefania miscetti foto di bacco margherita d andrea foto di bacco margherita d andrea foto di bacco opere esposte (3) opere esposte (3) patrizia biancamano foto di bacco patrizia biancamano foto di bacco stefania casini foto di bacco stefania casini foto di bacco massimo ferrario valentina torti foto di bacco massimo ferrario valentina torti foto di bacco opere esposte (4) opere esposte (4) g max foto di bacco g max foto di bacco

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP