AGLIO, MALGIOGLIO E PEPERONCINO - PER FARSI FOTOGRAFARE IN TACCO 12, “LA MALGY” SI PRESTA A UNA CAMPAGNA CONTRO L’OMOFOBIA: “NON HO MAI FATTO COMING OUT MA LA GENTE MICA HA IL COTONE SUGLI OCCHI. L’UNIONE IDEALE? UN GAY E UNA ETERO. DA GRANDE MI CHIUDO IN CONVENTO”

“All’inizio quando arrivavo io nelle case discografiche, con i capelli ricci, gli zatteroni, i pantaloni a zampa, chiudevano tutte le porte degli uffici. Con Marlon sono stato il primo a cantare canzoni con tematiche omosessuali. Il fatto è che da ragazzo volevo sposare Marlon Brando. Ero convinto”…

Condividi questo articolo

Foto di Roberto Rocchi

Azzurra Della Penna per “Chi”

 

MALGIOGLIO IN TACCO 12 - FOTO DA "CHI" MALGIOGLIO IN TACCO 12 - FOTO DA "CHI"

Appuntamento davanti al supermercato. Un tizio: «È lei che deve fare l’intervista a Cristiano? Mi segua». L’uomo, folkloristico, ci scorta fino a un bar dove si siederà, poi, a una certa distanza dal cantautore. L’effetto è più alla Austin Powers che alla 007. «L’ho scelto così perché sennò pensano che sia il mio fidanzato», Malgioglio si concede una risata e ordina brioche come se non ci fosse un domani. «Una cosa importante: io non so camminare con i tacchi».

 

Domanda. Malgioglio, che fa? Mette le mani avanti? Risposta.

7 cristiano malgioglio 7 cristiano malgioglio

«Semmai i piedi. No, seriamente, in Spagna farò questa campagna contro l’omofobia e contro la violenza sulle donne, stiamo scegliendo fra tre associazioni che hanno richiesto la mia immagine con questo feticcio simbolo: i tacchi rossi. Vedrete i manifesti in maggio».

 

D. Perché proprio ora scende in campo in prima persona?

R. «Non lo so. Credo per quello che succede alle donne, questa violenza è un’epidemia che deve essere sconfitta. Questi uomini che, mollati, scoprono di essere nulla. E devono trasformare in niente chi ha mostrato loro la loro nullità, tutto questo è odioso. E volevo anche fare qualcosa contro l’omofobia (che io non ho mai vissuto sulla mia pelle, però)».

 

D. Lei non ha fatto coming out.

R. «Ma la gente mica ha il cotone sugli occhi, eddai».

cristiano malgioglio 6 cristiano malgioglio 6

 

D. Perciò lei ha sempre vissuto serenamente?

R. «Scherza? Ma all’inizio quando arrivavo io nelle case discografiche, con i capelli ricci, gli zatteroni, i pantaloni a zampa, chiudevano tutte le porte degli uffici».

 

D. E quindi come la mettiamo?

R. «Io, più che essere guardato male per l’omosessualità eventuale, venivo guardato male perché sono una creatura particolare. La mia immagine è ed era eccessiva».

 

D. Già allora lei cantava canzoni a tema, giusto?

R. «Vero. Con Marlon sono stato il primo a cantare canzoni con tematiche omosessuali. Il fatto è che da ragazzo volevo sposare Marlon Brando. Ero convinto, sa? Avevo una camera che era un santuario, mia madre scherzando mi diceva: “Ti mando dall’analista”. E mio padre rispondeva: “Ma lascialo perdere”».

 

D. Infatti.

cristiano malgioglio 5 cristiano malgioglio 5

R. «È che mamma non capiva perché Marlon Brando sì e Marcello Mastroianni no: mi voleva mandare dall’analista perché non avevamo gli stessi gusti».

 

D. Ma Brando le piaceva anche grasso?

R. «Ma che, è scema? Dopo ho cambiato gusti. Ma allora dovevo sposarlo. Per forza!».

 

D. A proposito (e scherzi a parte), ma dei matrimoni gay lei che cosa pensa?

R. «Vede, io sono contrario al matrimoni in generale: è un inferno. Sono giuste le unioni di fatto, è giusto riconoscere i diritti delle persone che stanno assieme una vita intera, ma il matrimonio... E poi, sono proprio contro le adozioni da parte dei gay».

 

D. Scusi, perché?

malgioglio 601489 tn malgioglio 601489 tn

R. «Allora, prima di fare gaffe, questa è soltanto una mia opinione e vale quel che vale, è mia e basta: io penso che un omosessuale può essere davvero una persona affettuosa, anche più di una donna, ma penso pure che la figura di una donna nella vita di un bambino sia fondamentale nella sua formazione; poi se l’alternativa è l’orfanotrofio, non so, ma la mamma, suvvia, vogliamo discuterne?».

 

D. No. Discutiamo sull’inferno che è il matrimonio.

R. «Ecco, vede, l’unione ideale, per me è quella fra un gay e una etero. Così trasformi l’inferno nel paradiso».

 

D. In che senso?

R. «Ma non è una provocazione. Allora, io ho un amico gay che è sposato e poi ha un fidanzato».

 

D. E la moglie lo sa?

R. «E che ci vuole, la zingara? E certo che lo sa. Ma lui la trucca, la pettina, la veste, la ama... E sono felici. Il matrimonio c’entra qualcosa con il sesso? Ma pensa che noia le donne che devono avere a che fare con il “muflonico” bisogno maschile di dimostrare di essere etero. Per quello bastano cinque minuti, no?».

cristiano malgioglio cristiano malgioglio

 

D. Non è sempre così.

R. «Poi, ci sono uomini innamoratissimi di donne innamoratissime. Che è bellissimo. Ma è come vincere al Superenalotto. Un tempo era diverso, le donne si realizzavano attraverso il successo del loro uomo, ora non è più così. E anzi io lo dico, lo grido, sono molto più contento quando una donna ha successo. Molti trovano antipatica la Merkel, io la trovo pazzesca. E la Clinton e Oprah, ma scherziamo?».

 

D. Massì, scherziamo, tra poco la vedremo nella nuova trasmissione di Chiambretti. Che farà?

R. «Chiambretti... con lui ora posso fare quello che ho sempre desiderato: la soubrettona».

cristiano malgioglio 2 cristiano malgioglio 2

 

D. Con i tacchi?

R. «Certo».

 

D. Ma se non ci sa camminare?

R. «Magari mi faccio sorreggere. Comunque, vi farò divertire perché sono pop, e vi farò anche commuovere».

 

D. E poi, Malgioglio da grande che farà?

R. «Ci sono tante cose che vorrei fare da grande, ma forse, più di tutto, vorrei chiudermi in convento. Ehi, non come suor Cristina, quello, giammai». 

cristiano malgioglio 6 cristiano malgioglio 6 cristiano malgioglio 5 cristiano malgioglio 5 cristiano malgioglio 4 cristiano malgioglio 4 cristiano malgioglio 2 cristiano malgioglio 2 cristiano malgioglio 3 cristiano malgioglio 3 cristiano malgioglio il gelato al cioccolato lo mangio solo col cucchiaino cristiano malgioglio il gelato al cioccolato lo mangio solo col cucchiaino cristiano malgioglio 7 cristiano malgioglio 7

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA CANNES DEI GIUSTI – IL NUOVO FILM DI TARANTINO È UNA MERAVIGLIA E NON POTREBBE ESSERE ALTRIMENTI. MA IN GENERALE AI CRITICI, SOPRATTUTTO ITALIANI, NON È PIACIUTO. STICAZZI – NESSUNO OGGI GIRA COME LUI, COME NEL 1969 ERANO IN POCHI A GIRARE COME POLANSKI. E “C’ERA UNA VOLTA…A HOLLYWOOD” È UN OMAGGIO COMMOVENTE E SINCERO PROPRIO A POLANSKI, AL SUO GENIO, A SHARON TATE – COME IN “THE HATEFUL EIGHT”, IL WESTERN È SOLO UN MEZZO PER COLPIRE PIÙ IN ALTO E DIRE COSE PIÙ SCOMODE – VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

BISTECCONE, E’ QUI LA FESTA! CERIMONIA SUL TEVERE E POI CENA DI GALA AL CANOTTIERI ROMA PER IL COMPLEANNO DI GIAMPIERO GALEAZZI – IL COMMOVENTE ABBRACCIO CON MARA VENIER SULLE NOTE DE ‘IL MONDO’ – GLI ANEDDOTI DI JERRY CALÀ E DEL CONDUTTORE DE ‘LA DOMENICA SPORTIVA’ MARCO LOLLOBRIGIDA – LE PROFEZIE DI 'BISTECCONE' SULLA FINALE DI CHAMPIONS, SU NADAL E SU ALLEGRI – E QUELLA VOLTA CHE IN UN MATCH TRA CANE’ E EDBERG… - DAL CT MANCINI A MALAGO’ FINO A BRUNO GIORDANO, ECCO CHI C’ERA – VIDEO

viaggi

salute