BEYONCE', LI MORTE' - NON SI FERMANO LE POLEMICHE INTORNO A "COWBOY CARTER", L'ALBUM COUNTRY DELLA POPSTAR AMERICANA - DOPO LE PROTESTE DI CHI LA ACCUSAVA DI "APPROPRIAZIONE CULTURALE" PER AVER RIVENDICATO LE RADICI AFROAMERICANE DI UN GENERE CONSIDERATO "BIANCO", ALCUNI FAN HANNO PRESO D'ASSALTO IL SITO UFFICIALE DI BEYONCE' PER LAMENTARSI DEL FATTO CHE NELL'ALBUM FISICO MANCANO 5 CANZONI RISPETTO ALLA VERSIONE DIGITALE - LA TEORIA PIU' ACCREDITATA È CHE LA CANTANTE ABBIA LAVORATO AL PROGETTO FINO ALL’ULTIMO E CHE…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Anna Lombardi per "la Repubblica"

beyonce. 2 beyonce. 2

 

Il nuovo esperimento della sempre più indiscussa regina del pop Beyoncé, l’album Cowboy Carter […] pubblicato venerdì, […] in un solo weekend ha rivoluzionato l’industria musicale americana: colpendola allo stomaco, alle orecchie, al cuore.

 

E lo ha fatto già solo col semplice atto di rivendicare le radici afroamericane (giacché i primi cowboy erano schiavi neri) di quel country usualmente considerato bianco e particolarmente gradito ai conservatori. Lo ha fatto per di più con la complicità di figure leggendarie del genere: su tutte Dolly Parton e Willie Nelson, che hanno contribuito ad alcune delle 27 tracce di un album complesso e lungo 79 minuti che molti già faticano a digerire: anche per il simbolismo di quella copertina dove lei stringe la bandiera a stelle e strisce cavalcando un destriero bianco.

 

beyonce. 1 beyonce. 1

Una provocazione anche verso chi, nel 2016 mal gradì il suo Daddy Lessons, suo primo brano country inserito all’epoca nell’album Lemonade tanto da spingere l’artista nata in Texas – dove storicamente il country ha mischiato le sue radici col jazz e il blues fino ad evolversi nell’hip hop – a scrivere su Instragram: «In un certo mondo non sono la benvenuta». […]

 

In tanta studiata perfezione fa dunque inusuale scalpore quel che tanti fan hanno scoperto a loro spese acquistando l’album in vinile, decisi ad avere un’edizione fisica di cotanto lavoro. Sì, perché rispetto all’edizione digitale mancano ben cinque canzoni. […] Né va meglio a chi ha acquistato il cd […] Così, a poche ore dall’uscita, lo store online della cantante è stato letteralmente subissato di lamentele, ricevendo in cambio un reply automatico dove ci si scusa: “Avrete risposta entro i prossimi tre-quattro giorni a causa dell’alto e inusuale volume di posta».

beyonce. 4 beyonce. 4

 

Teorie sono dunque già fiorite e animano i forum online: fra queste la più accreditata è che l’artista abbia lavorato al progetto fino all’ultimo, ben dopo la deadline per stampare i vinili che era circa sei mesi fa. Non sarebbe la prima volta. […]

 

La teoria del ripensamento last minute è rafforzata pure da un altro elemento: sul dorso delle copie è scritto “Beyincé”: riferimento al cognome ancestrale della musicista, scritto poi erroneamente sul certificato di nascita di sua madre a causa di un errore. Molti credono che fosse quello il titolo originario dell’album e l’idea di presentarsi come Cowboy Carter semplicemente arrivata dopo.

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

beyonce beyonce beyonce beyonce beyonce 4 beyonce 4 beyonce 3 beyonce 3 beyonce in brasile 5 beyonce in brasile 5 beyonce. 3 beyonce. 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - CONTINUA L’IMBROGLIO-SCHLEIN: ELLY RINCULA SUL NOME NEL SIMBOLO DANDO LA COLPA A BONACCINI (SIC!) E SI RIMANGIA ''CAPOLISTA OVUNQUE": LO SARA' SOLO AL CENTRO E NELLE ISOLE - ALLA DIREZIONE NAZIONALE DEL PD DI IERI LA SVALVOLATA MULTIGENDER HA PERSO LA MAGGIORANZA DEL PARTITO. I VENTI DI RIVOLTA INVESTONO TUTTE LE VARIE ANIME DEL PD - ELLY SI È RIMBOCCATA LA LAPIDE QUANDO HA DETTO: O IL MIO NOME NEL SIMBOLO O MI METTETE CAPOLISTA IN TUTTE LE CIRCOSCRIZIONI. DI TALE PROPOSTA, LA ZARINA DEL PD NE AVEVA PARLATO SOLO CON BONACCINI. IL PRESIDENTE DEL PD HA ACCONSENTITO IN CAMBIO DELLA CANDIDATURA NEL SUD DEL RAS DELLE PREFERENZE, RAFFAELE “LELLO” TOPO, FIGLIO DELL’AUTISTA DI GAVA, CHE OVVIAMENTE FA PARTE DELLA SUA CORRENTE (AH! I CACICCHI…) - ALLA FINE VICINO A SCHLEIN RESTANO SOLO IN DUE, IL MULTI-TRASFORMISTA ZINGAR-ELLY E FRANCESCO BOCCIA, IL VERO ARTEFICE DEL SISTEMA PUGLIA, GARANTE DI DECARO ED EMILIANO - ANCHE SE ALLE EUROPEE IL PD GALLEGGERA' AL 20%, SINESTR-ELLY DOVRA' FARE LE VALIGE...

DAGOREPORT: 100 SCALFARI MENO UNO - NON È SOLTANTO TELE-MELONI A CENSURARE GLI SCRITTORI: C'E' ANCHE IL GRUPPO GEDI – IL LIBRO SUL CENTENARIO DI SCALFARI CURATO DA SIMONE VIOLA, NIPOTE DI EUGENIO, IN EDICOLA INSIEME A ‘’REPUBBLICA’’, SQUADERNA CENTO INTERVENTI DI ALTRETTANTI TESTIMONIAL, TRANNE QUELLO INNOCUO E DEL TUTTO PERSONALE DI GIOVANNI VALENTINI, EX DIRETTORE DELL’ESPRESSO - LE SUE CRITICHE, MANIFESTATE SUL "FATTO QUOTIDIANO" SULL’OPERAZIONE “STAMPUBBLICA” E POI NEL SUO LIBRO SULLA PRESA DI POSSESSO DEL GIORNALE DA PARTE DI ELKANN, GLI VALGONO L’OSTRACISMO E LA DAMNATIO MEMORIAE – IL TESTO CENSURATO…

DAGOREPORT –  PER SALVARE IL "CAMERATA" ROSSI, PROSSIMO A.D. RAI, UNA MELONI INCAZZATISSIMA VUOLE LA TESTA DEL COLPEVOLE DEL CASO SCURATI PRIMA DEL 25 APRILE: OGGI SI DECIDE IL SILURAMENTO DI PAOLO CORSINI, CAPO DELL'APPROFONDIMENTO (DESTINATO AD ESSERE SOSTITUITO DOPO LE EUROPEE DA ANGELA MARIELLA, IN QUOTA LEGA) – SERENA BORTONE AVEVA PROVATO A CONTATTARE CORSINI, VIA TELEFONO E MAIL, MA SENZA RICEVERE RISPOSTA - ROSSI FREME: PIÙ PASSA IL TEMPO E PIU’ SI LOGORA MA LA DUCETTA VUOLE LE NOMINE RAI DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO SICURA DEL CROLLO DELLA LEGA CON SALVINI IN GINOCCHIO…)