BRUNO VESPA, L'AIUTANTE DI CAMPO DI VANNACCI – SCAZZO A “PORTA A PORTA” TRA IL CONDUTTORE E IL DEPUTATO DEL PD MARCO FURFARO. "COLPEVOLE" DI AVER CRITICATO IL GENERALE PER LE LODI ALLA DECIMA MAS - "BRU-NEO" DIFENDE IL GENERALE, OSPITE DELLA TRASMISSIONE: "NON LE CONSENTO DI DIRE CHE NEL SERVIZIO PUBBLICO NON SI POSSA OSPITARE UN SIGNORE CHE HA PRESO 530 MILA PREFERENZE" - FURFARO AVEVA DETTO: "LA DECIMA MAS SI È MACCHIATA DI CRIMINI DI GUERRA, DI TORTURE E DI FUCILAZIONI. NON È UNA STAGIONE GLORIOSA" - LA SFURIATA DI VESPA CONTRO GLI AUTORI DEL PROGRAMMA - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Estratto da www.today.it

 

BRUNO VESPA BRUNO VESPA

Aria tesa nell'ultima puntata di Porta a Porta in onda ieri, lunedì 10 giugno 2024. All'indomani delle elezioni Europee, nel suo salotto televisivo di Rai1 Bruno Vespa ha ospitato alcuni esponenti politici per commentare l'esito del voto che in alcuni attimi ha reso il dibattito particolarmente vivace.

 

Tra questi, lo scambio tra Marco Furfaro del PD che, replicando a Roberto Vannacci, ha affermato: "Io penso che sia tutto lecito e legittimo in politica, uno è di destra e l’altro è di sinistra. Però io credo che sia inaccettabile che nel servizio pubblico noi ascoltiamo un parlamentare europeo che dice che la Decima Mas ha avuto una stagione gloriosa".

 

MARCO FURFARO MARCO FURFARO

Allora il conduttore ha interrotto l'ospite duramente: "Intanto io non le consento che nel servizio pubblico non si possa ospitare un signore che ha preso 530.000 preferenze. Abbia pazienza. Punto primo. Poi punto secondo, la Decima Mas come ha detto Vannacci ha avuto due momenti. Io dico questo perché lei ha detto che non è possibile far parlare uno così nel servizio pubblico, eh no".

 

 

ROBERTO VANNACCI ROBERTO VANNACCI

Pronta la replica di Furfaro: "La Decima Mas si è macchiata di crimini di guerra, di torture e di fucilazioni, è chiaro? Non è una stagione gloriosa. Per me è inaccettabile che si dica questo in tv. Se per lei questo è accettabile ci mancherebbe, la trasmissione è la sua. Io credo che un europarlamentare che dica questo, che Mussolini era uno statista sia gravissimo".

 

La tensione poi si è fatta ancor più palpabile quando mentre gli ospiti di Porta a Porta continuavano  a discutere Bruno Vespa si è indispettito contro i suoi autori che evidentemente gli facevano cenno di chiudere: "Mi state facendo cenno, vi ho visto! La smettete? Ecco, basta, per favore" ha sbottato il conduttore rivolgendosi agli autori.[...]

ROBERTO VANNACCI E LA DECIMA BIRRA ROBERTO VANNACCI E LA DECIMA BIRRA MATTEO SALVINI FA IL SEGNO DELLA DECIMA MATTEO SALVINI FA IL SEGNO DELLA DECIMA ROBERTO VANNACCI - DECIMA FACTOR - MEME BY IL GIORNALONE - LA STAMPA ROBERTO VANNACCI - DECIMA FACTOR - MEME BY IL GIORNALONE - LA STAMPA LA DECIMA COSA BELLA - IL GIORNALONE - LA STAMPA LA DECIMA COSA BELLA - IL GIORNALONE - LA STAMPA generale vannacci decima mas incursori massimiliano rossi generale vannacci decima mas incursori massimiliano rossi

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE