CIAK! IL 'CINE-COLOGO' TINTO(RETTO, NEL SENSO DI CULO) BRASS GIRA LA PATTY-STORY - "LA PRIMA COSA CHE MI COLPISCE È QUESTO CONTINUO CHIEDERE: ‘SEI VENUTA? SEI VENUTA?' BERLUSCONI È UN POTENTE. MA IL POTERE HA IL POTERE DI FARLA VENIRE?" - "IO SONO SOLIDALE CON LUI. E’ LA LUSSURIA CHE A QUESTA ETÀ CI FA SENTIRE VIVI" - TITOLO: ‘IL TIRANNO’. ANTIBERLUSCONISMO? NO. TIRANNO NEL SENSO CHE GLI TIRA SEMPRE - "DA QUANDO I POLITICI SI SONO MESSI A OCCUPARSI DELLE MIE OSSESSIONI PREFERITE, MI CHIEDO: DI CHE COSA DOVREMMO OCCUPARCI NOI EROTOMANI? DELLA FINANZIARIA?"

Condividi questo articolo

Luca Telese per Il Fatto

BERLUSCONI DADDARIOBERLUSCONI DADDARIO brass, by fucecchio - da Il Fatto brass, by fucecchio - da Il Fatto

Il racconto erotico di Patrizia D'Addario? Non poteva non incuriosire il maestro dell'erotismo italiano. Se provi a intervistare Tinto Brass sugli scandali a luci rosse che turbano la politica italiana - da Berlusconi a Marrazzo - la prima cosa che ti dice è: "La realtà ha superato l'immaginazione. Se avessi messo in scena in un mio film la metà delle cose che abbiamo scoperto sui giornali mi avrebbero preso per pazzo". Brass ovviamente ha compulsato ogni dettaglio, i tanti aneddoti, si è divertito a immaginare tutto quello che ha letto come gli elementi di una sceneggiatura".

Tinto Brass e Caterina Valsi - Copyright LapresseTinto Brass e Caterina Valsi - Copyright Lapresse

Maestro, l'ha incuriosita il libro della D'Addario?
Non faccia domande provocatorie. Certo, mi tocca per mestiere.

In che senso?
Da quando i politici si sono messi a occuparsi delle mie ossessioni preferite, mi chiedo: di che cosa dovremmo occuparci noi erotomani? Della Finanziaria?

jo26 brass tasta culo raffaella ponzojo26 brass tasta culo raffaella ponzo

Il libro della D'Addario l'ha ispirata?
(Ride) Dovrei chiedere di poter comprare i diritti d'autore... ma non lo scriva, sennò mi rubano l'idea.

C'è un intero capitolo dedicato alla notte d'amore.
Ha fatto bene. È la parte più interessante.

Qual è la prima cosa che la colpisce?
Questo continuo chiedere di Berlusconi: ‘Sei venuta? Sei venuta? L'orgasmo diventa un elemento di suspense... In questi termini, confesso, non ci avevo mai pensato.

Lei fa sottile ironia...
(Ride ancora) No, dico sul serio! Tutti gli artisti dalla notte dei tempi indagano sul rapporto tra sesso e potere. Che cos'è ‘Le mille e una notte', se non questo? Qui però c'è una cosa nuova.

Quale?
Il potere che ha paura dell'impotenza. Il potere che nel lettone - di Putin, per giunta - ha bisogno di essere rassicurato.

Brass5Brass5

Le piace il lettone di Putin?
E' un attrezzo di scena meraviglioso. Io sono un patito del talamo, che metto in scena sempre contornato da tre specchi. Il lettone di Putin, è un incrocio fra il talamo e la geopolitica. Ma volevo dire un'altra cosa.

Sempre sul potere...
Esatto. Un tempo i presidenti ci avevano abituati al sesso come proiezione della loro potenza politica: ha presente Marylin Monroe e i Kennedy? Qui tutto si ribalta.

Berlusconi fotografato il 31 maggio 2009 davanti all'ingresso dell'hotel Palace di Bari, alle sue spalle Patrizia D'AddarioBerlusconi fotografato il 31 maggio 2009 davanti all'ingresso dell'hotel Palace di Bari, alle sue spalle Patrizia D'Addario

Ovvero?
Il potere cerca rassicurazione nel letto, per potersi proiettare nella politica. Nel caso dei Kennedy seduce il priapismo giovanilistico, in quello di Berlusconi il punto di partenza è crepuscolare, l'identificazione con la fragilità del maschio.

E poi?
Provi a immaginare lo sviluppo drammaturgico di questa storia... L'interrogativo che incuriosisce lo spettatore-lettore, e che ovviamente lo eccita è: è un potente. Ma il potere ha il potere di farla venire? Se la D'Addario se lo fosse inventato sarebbe ancora meglio che se fosse vero.

Passiamo alle lesbiche che amoreggiano ai margini.
Uhhumm...

Copertina Libro DaddarioCopertina Libro Daddario

Perplesso?
Sì, lo spettacolino voyeristico di contorno mi pare eccessivo. Se lo inserissi direbbero che voglio strafare, che non ho idee. Nell'adattamento le toglierei: non ho colpe se Berlusconi mette a rischio il verosimile.

Passiamo alla protagonista, una prostituta.
Ecco, non c'entra nulla, ma come mai Berlusconi si è messo intorno tutte queste escort? Lui che dovrebbe avere solo l'imbarazzo
Escort, escort... Ma la danno pure loro, no? Quando le ho conosciute, nella Londra degli anni Sessanta, si limitavano ad accompagnare. In magistratura non so: ma qui la divisione delle carriere va ristabilita.

Poi c'è il sesso orale.
Bè, questo sì. Questo ha un forte richiamo erotico. E' uno dei passaggi topici per portare all'orgasmo, si presta anche molto bene cinematograficamente: ha visto il mio Miranda? "Baciami", dice lei. Lui si avvicina alle labbra. "No, baciami lì...". Si potrebbe riciclare con la D'Addario, Eh, eh.

BERLUSCOMNI-NOEMI-DADDARIOBERLUSCOMNI-NOEMI-DADDARIO

Solo che qui a prediligere il bacio è lui.
E' un generoso. Mi fa pensare a un modo di dire veneziano: dopo la mona buttava le fiamme. Glielo spiego?

DaddarioDaddario

No, grazie, l'ho capito.
Un altro elemento intrigante, in una possibile trasposizione è questa cosa delle corse in bagno e delle docce. La intriga?
Bè, sì. Da un lato si potrebbe lasciare spazio alla fantasia: il presidente va così spesso perché si sottopone a dei trattamenti per la sua virilità? Oppure deve calmare i bollori? Noi avviciniamo la cinepresa alla porta socchiusa e il mistero cresce, eh, eh.

Di nuovo il mistero.
E' un'altra delle cose di Berlusconi che ci fanno discutere. Come questa cosa che lui non viene... della scelta.

Proprio lei lo dice? Metà della sua filmografia è apologia del bordello?
No, mi scusi. C'è bordello e bordello. Quelli che racconto io sono un'altra.

il set del servizio fotografio di Patrizia D'Addario, dal blog di Novella 2000il set del servizio fotografio di Patrizia D'Addario, dal blog di Novella 2000daddario silvio-party a parigidaddario silvio-party a parigi

Spieghi la differenza.
Sono così eccitanti le donne consapevoli ed emancipate di oggi, che nessuna prostituta può tenergli testa. Allora era il contrario.

Queste sono escort...
Boh.

Maestro, non sia sprezzante.
Per carità, abbiamo quasi la stessa età, lo capisco bene.

il set del servizio fotografio di Patrizia D'Addario, dal blog di Novella 2000il set del servizio fotografio di Patrizia D'Addario, dal blog di Novella 2000

La capisco...
No, non ha capito. Io, grazie a Dio, ho ancora 10-12 erezioni al giorno, a partire dalla più bella, quella aurorale. Però capisco che Berlusconi difenda il suo diritto alla lussuria.

Lo sta prendendo in giro?
Assolutamente no. Io in questo sono solidale con lui. Si chiama lussuria, va chiamata con il suo nome. E' la lussuria che a questa età ci tiene in piedi, ci fa sentire vivi.

Ho capito, lo sta prendendo in giro.
No, giuro. Sei giunto alla fine del cammino, ti tieni stretto le cose più importati e ti concentri su quello.

Per il Cavaliere qualcuno ha parlato di satiriasi.
La differenza quale sarebbe? Che lui è molto concentrato, come in tutte le altre cose che fa. C'è solo una cosa del libro, che mi preoccupa.

il set del servizio fotografio di Patrizia D'Addario, dal blog di Novella 2000il set del servizio fotografio di Patrizia D'Addario, dal blog di Novella 2000

Quale?
Che lui voglia stare sopra.

Sono i suoi gusti.
Per carità, li rispetto. Ma se uno deve girare, lo splendore del culo della donna non può essere sostituito dalla miseria del fondo-schiena di un uomo.

Di un presidente.
Guardi, presidente o no, quelli degli uomini sono tutti uguali.

Il Fotto-Romanzo di Patty D'addario per gentile concessione di Il Fotto-Romanzo di Patty D'addario per gentile concessione di "Oggi"

Mi pare che a parte questo dettaglio sul lato B lei sia molto sedotto dall'immaginario erotico di Berlusconi.
Intendiamoci. Da un lato non posso non apprezzare il libertinaggio. Berlusconi comunica una cosa che io ho provato a raccontare in mezzo secolo di film: il divertimento massimo è quello sessuale. Però...

Cosa non le va bene?
Le sue balle.

L'altra donna del Cavaliere, Noemi era minorenne.
Ecco, se c'è una cosa che non ci accomuna è il lolitismo. Io ho sempre pensato che il sesso è sublime se avviene con una donna matura.

Torniamo alla D'Addario.
E' perfetta: ha 42 anni, l'età che prediligo, il demone della mezza età, la Sandrelli nella 'Chiave'. Lo sa che Berlusconi mi diede un premio per questo film?

Davvero?
Sì, da produttore. Ma non mi parlò dei suo i gusti. Ecco, un altro elemento di mistero è la serialità. Diciotto diverse ragazze in un mese, è così? Più che un gioco erotico pare un programma di ricerca spaziale. Sarebbe interessante capire cosa cercava Berlusconi.

Patrizia Daddario - PER GENTILE CONCESSIONE DI NOVELLA 2000Patrizia Daddario - PER GENTILE CONCESSIONE DI NOVELLA 2000

Anche lei ama tastare.
Già. Siccome l'ho detto spesso, se a qualcuno non lo tocco mi dice: ‘Bè, cos'ho che non va?'. Temo che per lui ormai accada lo stesso, su vasta scala.

patrizia daddariopatrizia daddario

E Marrazzo?
Senta, l'unica volta che mi sono avvicinato ai trans è stato a Parigi. Ma per sbaglio.

Suvvia Brass...
Giuro! Ero in un locale, sono rimasto attratto dal didietro, che come sa è la mia passione: il... resto l'ho scoperto dopo.

E' più o meno quello che dice anche lui.
Può essere accaduto, certo. Ma dopo che ha scoperto, ha continuato a quanto pare.

Lo irride?
Al contrario, lo difendo. Se fosse un mio personaggio non gli sarebbe mancata una scena madre: ‘Mi piacciono i trans, e allora?'. Quello che ha fregato Marrazzo è l'ipocrisia successiva. La famiglia, il convento...

vincinovincino

Cosa ha contro il convento?
Nulla. Ma uno nella sua condizione, in mezzo a tutte quelle tonache e a quelle sottane...

Perfido.
Ma nò... è che quando arrivano gli omicidi si cambia genere, dovrebbe chiedere a Dario Argento, ne sa più di me.

Ci avviciniamo all'epilogo del film per cui l'ho scritturata.
La fantasia che abbiamo represso in fase di sceneggiatura potrebbe scatenarsi nel finale. L'orgia no, l'ho già fatta in Caligola, Salon Kitty...

Vincino-BERLUSCONI- Il FoglioVincino-BERLUSCONI- Il Foglio

E allora?
Viriamo nel surreale. Sarebbe meraviglioso se il presidente venisse soffocato da lei mentre è impegnato nel suo bacio profondo.

Felliniano. Ma se il premier ci legge si arrabbierà.
Perché? Sono sicuro che è una morte che gli piacerebbe. Con il sorriso sulle labbra. In fondo è da primattore: sul suo palcoscenico preferito, e mentre mette in scena il suo repertorio.

Ma se uno vuole entrare nei libri di storia non va bene.
Ah, già. Allora dopo il finale infiliamo il sottofinale. Arrivano dei signori con la giacca e l'auricolare, e ripuliscono la scena.

Il suo film sulla D'Addario diventerebbe poco credibile.
Lei dice? Non ha idea di quante volte sia già accaduto, con i potenti della storia, Papi compresi.

Manca il titolo...
Ce l'ho già: ‘Il tiranno'.

Che fa, cede anche lei all'antiberlusconismo?
Macché. Tiranno nel senso chegli tira sempre.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute