“LAPRESSE” INTERNATIONAL – L’AGENZIA DI STAMPA DI MARCO DURANTE CONTINUA A INVESTIRE ALL’ESTERO: “DA SETTEMBRE APRIREMO UNA STRUTTURA STABILE IN SPAGNA, UN MERCATO MOLTO PROMETTENTE, COME QUELLO DEL MAROCCO. E POI GUARDIAMO ALLA GERMANIA E ALLA GRAN BRETAGNA E AD ALTRI PAESI EUROPEI” – “A 16 ANNI SCARICAVO LE CASSETTE AL MERCATO A TORINO, OGGI SONO A CAPO DI UNA MUULTINAZIONALE” – LA SVOLTA DURANTE LA PANDEMIA: “QUANDO IL MONDO ERA BLOCCATO ABBIAMO PUNTATO SULLO SVILUPPO INTERNAZIONALE. ATTUALMENTE IL 65% DEI RICAVI PROVIENE DALLE ATTIVITÀ ESTERE”

-

Condividi questo articolo


Marco Sabella per il “Corriere della Sera”

 

marco durante marco durante

«Il segreto del talento è arrivare un minuto prima degli altri». Una massima che sembra tagliata su misura per chi fa della velocità l'essenza del proprio business, quello di una news agency. Marco Durante, torinese, classe 1962 - fondatore dell'agenzia di stampa internazionale LaPresse, sede a Milano e una presenza negli Stati Uniti e sui principali mercati europei - nella vita ha improntato il suo lavoro a questo principio.

 

«Ho studiato tanto - racconta -. Sempre con umiltà, a 16 anni scaricavo le cassette al mercato di Porta Palazzo, a Torino, per 500 lire, un cappuccino e una brioche. Oggi sono a capo di una multinazionale, ho cinque lauree e ogni mese pago centinaia di stipendi. Per me questo è la crescita di una persona, il successo vero. E l'ho ottenuto grazie alla determinazione, il mio valore nascosto più forte: non mollo mai».

 

LaPresse LaPresse

«Nella vita si può cadere più volte ma ciò che fa la differenza è sempre il rialzarsi e il riprendere il cammino», continua Durante. Un esempio? «Nel pieno della pandemia, quando il mondo era bloccato e non si parlava di crescita e di sviluppo ma spesso solo di mera sopravvivenza noi abbiamo puntato su di una politica di ulteriore sviluppo internazionale che ci ha portato ad aprire o a potenziare ben 15 sedi all'estero.

 

Attualmente su un fatturato globale di circa 65 milioni il 65% dei ricavi proviene dalle nostre attività estere e solo il 35% dall'Italia, che resta comunque il nostro mercato di riferimento», sottolinea Durante.

 

SERGIO MATTARELLA MARCO DURANTE SERGIO MATTARELLA MARCO DURANTE

«L'esperienza sportiva, le passioni per il nuoto e per il calcio che ho vissuto da professionista, sono state di grande supporto nel lavoro quando nel 1994 ho fondato l'agenzia LaPresse», un'azienda che in questo tempo si è sviluppata su più linee di business. «C'è la parte di agenzia di stampa, di cui sono clienti i principali gruppi editoriali italiani ed esteri, sia di carta stampata che video e che occupa in Italia circa 100 giornalisti, su un totale di circa 400 dipendenti nel mondo.

 

Abbiamo poi una divisione specializzata nei video e nelle videoclip e in questo segmento i nostri principali clienti italiani sono ovviamente la Rai e Mediaset e La7. Ma siamo anche agenzia fotografica, e questo è stato l'inizio del nostro business. Diamo copertura ai principali eventi sportivi italiani e internazionali, dai mondiali di calcio e di sci alle competizioni più locali».

 

MARCO DURANTE MARCO DURANTE

«Ci sono le nostre competenze e la nostra forza nella distribuzione. Siamo in grado di portare un evento che si svolge, supponiamo in Giappone, in qualunque parte del mondo in tempi brevissimi e diamo ai nostri clienti una visibilità internazionale altrimenti non avrebbero», spiega Durante. Alla base di questo modello c'è un accordo di partnership strategica con la Associated Press, di cui Durante è partner privilegiato. Le prossime tappe? «Ancora all'estero. Da settembre apriremo una struttura stabile in Spagna, un mercato molto promettente, come quello del Marocco. E poi guardiamo alla Germania e alla Gran Bretagna e ad altri Paesi europei».

MARCO DURANTE MARCO DURANTE marco durante e la moglie thea marco durante e la moglie thea

 

Condividi questo articolo

media e tv

MYRTA MERLINO, CHE CARATTERINO: FA INCAZZARE TUTTI QUELLI CHE LAVORANO CON LEI – IL DURISSIMO COMUNICATO SINDACALE CONTRO LA CONDUTTRICE: “HA COMPORTAMENTI INCIVILI E MALEDUCATI; INFLUENZA LA POSSIBILITÀ DI PROLUNGARE CONTRATTI DI PERSONALE SPECIALIZZATO CHE LAVORA PROFESSIONALMENTE NELLA NOSTRA AZIENDA E CONDIZIONA LE TURNAZIONI DEL PERSONALE INTERNO CON MOTIVAZIONI CHE NON POSSONO ESSERE CONSIDERATE NÉ DI TIPO PROFESSIONALE E NÉ DI TIPO ETICO” – CHI HA LAVORATO CON LEI SNOCCIOLA RICORDI VELENOSI, DAL LANCIO DI UNO SGABELLO AGLI ASSISTENTI DI STUDIO “USATI” PER PRENOTARE LA CERETTA – E C’E’ CHI LE SPALMA LA CREMA AI PIEDI…

politica

DAGOREPORT! - NELLA GIUNGLA DEI SONDAGGI, QUELLO CHE È CERTO È CHE IL CARROCCIO NON TIRA AL NORD COME UNA VOLTA E OGGI SALVINI HA IL SUO BACINO DI CONSENSI NEL CENTROSUD, ABBANDONATO DALLA VECCHIA LEGA DI ZAIA E FEDRIGA - L’ATTIVISMO SFRENATO DEL CAPITONE, CHE TANTO IRRITA SIA LA MELONI CHE IL QUIRINALE, È MOTIVATO DALLA SFIDA CHE VEDE CONTRAPPOSTI ATTILIO FONTANA E LETIZIA MORATTI. L’EROE DEL PAPEETE SA BENISSIMO CHE SE PERDE LA LOMBARDIA, E’ FINITO. IN SOCCORSO DI SALVINI, È SPUNTATO IL MINORINO MAJORINO, APICE DEL TAFAZZISMO DEL PD….

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO NO "PUBLISPEI" NO PARTY! – PER FESTEGGIARE I 50 ANNI DELLA CASA DI PRODUZIONE, FESTONE NEL CAFÉ DI VIA DELLA CONCILIAZIONE A ROMA – CON LINO BANFI, SCORTATO DALLA FIGLIA ROSANNA E DA ELEONORA GIORGI, C'ERA IL TRIO DI TESTE D'ARGENTO CHRISTIAN DE SICA, GIULIO SCARPATI E NINETTO DAVOLI – E POI ARISA CON UN “PAGLIA E FIENO” CHE SI FA A MIAMI DI VERDONIANA MEMORIA E UN INGELATINATO EDOARDO PESCE CON I CALLI SULLE MANI (È TORNATO AL PUB DI SAN LORENZO O FA SOLO BOXE?)

viaggi

salute