NOMINE-RAI, AHI AHI AHI - VIA MAURO MAZZA, A RAI 1 ARRIVA GIANCARLO LEONE, CARO A GUBITOSI - RAI2: SALTA D’ALESSANDRO, DENTRO L'OTTIMO ANGELO TEODOLI - E’ SUL TG1 “TECNICO” CHE SI ANNUNCIA BUFERA: IL PDL SENTE PUZZA DI BRUCIATO - A CHI LA GUIDA DEL TELEGIORNALE IN CAMPAGNA ELETTORALE? IN CORSA ANTONIO DI BELLA, SARAH VARETTO, LUIGI CONTU E LILLI BOTOX - VERSO LA CHIUSURA RAI SCUOLA, RAI STORIA, RAI GULP E RAI SPORT 2….

Condividi questo articolo


Carlo Tecce per Il Fatto Quotidiano

Mauro Mazza con moglieMauro Mazza con moglie

Fabrizio Cicchitto è un politico che precorre i tempi: "Adesso si vocifera l'intenzione di mettere le mani sulla Rai non attraverso l'indicazione di puri spiriti, ma con rimozioni e posizionamenti che hanno precisi risvolti politici. Si deve sapere che abbiamo il massimo senso di responsabilità e anche una certa innata repulsione a essere trattati come dei cretini". Non significa nulla. E non serve solo a riempire quattro righe di testo. Anzi, la citazione del deputato berlusconiano è necessaria per trasmettere la paura che i tecnici di viale Mazzini incutono ai maggiorenti del Pdl.

GIANCARLO LEONE EGIANCARLO LEONE E

I tempi non sono certi, ma nemmeno distanti. E Cicchitto si riferisce al prossimo direttore di Rai1, che sarà il vicedirettore generale Giancarlo Leone (figura trasversale) al posto di Mauro Mazza, un giornalista di origine missina che pian piano si è trasferito in zona Cavaliere. La doppietta, che riguarda i leghisti, sarà consumata a Rai2: via Pasquale D'Alessandro per gli ascolti disastrosi, in arrivo Angelo Teodoli, responsabile dei palinsesti ed ex collaboratore di Fabrizio Del Noce.

LUIGI GUBITOSI DORMIENTELUIGI GUBITOSI DORMIENTE

Il dg Luigi Gubitosi, in sintonia con il presidente Anna Maria Tarantola, che non entra nel merito di nomine e promozioni, fa le prove generali prima di scegliere l'erede di Alberto Maccari al Tg1, in pensione da un anno e in scadenza di mandato il 31 dicembre.
Cicchitto avvisa i negativi: possiamo anche sacrificare Mazza, ma non pensate di fare giochetti sul telegiornale più seguito d'Italia, nonostante tutto, nonostante la stagione di Augusto Minzolini e di Maccari.

eag71 antonio dibellaeag71 antonio dibella

Gubitosi preferisce un giornalista interno per dare un messaggio di austerità e per non impelagarsi in lunghe trattative con inevitabili interferenze politiche.
In prima fila c'è Antonio Di Bella, che aveva già diretto il Tg3 e adesso gestisce Rai3 con buoni risultati. Sarà complicato, però, far digerire Leone e Di Bella ai berlusconiani. Complicato, oppure davvero impossibile.

ANGELO TEODOLIANGELO TEODOLI

In corsa ci sono anche gli esterni Sarah Varetto (Skytg24), Lilli Gruber (La7), Luigi Contu (Ansa). Siccome la preoccupazione principale di Gubitosi è il bilancio (che va male), giovedì il dg ha riunito i dieci direttori dei canali tematici. Quattro di loro hanno presentato ascolti scadenti e l'azienda vorrebbe tagliare l'offerta gratuita e dunque chiudere gradualmente Rai Scuola, Rai Storia, Rai Gulp e Rai Sport 2.

I tecnici non hanno mai interrotto il collegamento con Palazzo Chigi. Questa che sta per cominciare è chiamata, senza troppo originalità, fase due. Scoperti i trucchetti finanziari che potrebbero far chiudere il bilancio con 200 milioni di perdite, Tarantola e Gubitosi vogliono disboscare l'azienda dai vecchi riferimenti politici. Meglio i nuovi.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’INSOSTENIBILE PESANTEZZA DEI NO VAX – MELANIA RIZZOLI ANALIZZA IL COSTO EMOTIVO DEI MEDICI CHE DEVONO LOTTARE CON CHI RIFIUTA LE CURE: “CIASCUN PAZIENTE RICOVERATO IN TERAPIA INTENSIVA COSTA DAI 2.800 AI 3.300 EURO. PECCATO CHE IN QUESTA LISTA DI PRESTAZIONI EFFETTUATE E ANDATE A BUON FINE NON SI POSSA INCLUDERE IL COSTO EMOTIVO, QUELLO DI STRESS, DI FATICA E DI CONFLITTUALITÀ MORALE DI TUTTO IL PERSONALE SANITARIO CHE HA CONTRIBUITO A GUARIRE QUEL MALATO RETICENTE, OSTINATO, IGNORANTE E INDUBBIAMENTE FORTUNATO…”