LA DONNA CHE INVENTO’ LA PIN-UP, IL BURLESQUE, IL BONDAGE - UN DOCUMENTARIO RACCONTA LA VITA AVVENTUROSA E STRAORDINARIA DI BETTIE PAGE (TRAILER)

La cultura pop le deve tantissimo: da Madonna a Katy Perry, da Dita Von Teese alle 50 sfumature di grigio: tutti si sono ispirati a lei - La sua vita affascinante, dalle violenze da bambina al fulmineo abbandono delle scene fino al ricovero in un istituto psichiatrico per schizofrenia...

Condividi questo articolo

Dagotraduzione dell'articolo di Marlow Stern per "Daily Beast"
www.dailybeast.com

BETTIE PAGEBETTIE PAGE

VIDEO - TRAILER DOCUMENTARIO BETTIE PAGE
http://youtu.be/svCaN4OoBEk

Il regista Mark Mori ha girato un documentario intitolato "Bettie Page rivela tutto" in cui la storia della prima "pin-up" viene raccontata dai suoi amici, amanti, compagni di lavoro e confidenti, oltre ad alcune interviste con la stessa Page, morta 5 anni fa.

La cultura pop deve ancora tantissimo a Bettie Page: dal look di Katy Perry alle performance di Madonna, dal personaggio di Uma Thurman in Pulp Fiction alla Dita Von Teese con il suo burlesque, passando ai racconti erotici di Cinquanta Sfumature di grigio. Forbes la inserisce all'ottavo posto tra le celebrity che incassano di più da morte, grazie soprattutto ai 17 negozi che vendono abbigliamento ispirato alla sua bellezza pinup.

Page nasce in una famiglia poverissima in cui suo padre abusava di lei e delle altre due sorelle. Sua madre trovò dopo alcuni anni il coraggio di lasciare suo marito e stabilirsi a Nashville. Lì lascò le sue figlie in un orfanotrofio per tre anni.

Dopo aver mancato per un soffio l'ammissione con Borsa di Studio alla prestigiosa Vanderbilt University iniziò una relazione con Billy Neal, una stella dello sport, che la spinse a sposarlo prima di dover partire per la Seconda Guerra Mondiale. Al suo ritorno Neal fu colpito dalla Sindrome Post-Traumatica da Stresse diventò violento e geloso, tanto che lei scappò via divorziando nonostante le minacce di lui.

BETTIE PAGEBETTIE PAGE

Dopo il suo divorzio, Page attirata dalle luci di Broadway e si trasferisce a New York. Passava le notti a ballare al Roseland Ballroom, che, guarda caso, chiuderà i battenti il prossimo aprile dopo una serie di concerti di Lady Gaga.

Bettie incappò in quel momento in un episodio di violenza, in cui cinque uomini la costrinsero a praticare del sesso orale minacciandola. Dopo questo episodio orribile, Page ha cominciato a perseguire il suo sogno di diventare una modella.

Poi la svolta. L'incontro con Jerry Tibbs, un poliziotto nero che si dilettava di fotografia e che le fece un vero e proprio book, grazie a cui lei cominciò a posare a 27 anni, pagata 25 dollari al giorno per indossare bikini.

BETTIE PAGEBETTIE PAGE

Bettie Page trasmetteva una sessualità molto naturale e affascinante ma rimase una donna molto "retta" durante la sua carriera di modella. Non uscì mai con fotografi o con chiunque bevesse o fumasse, perchè ne odiava l'odore.

Sarebbe potuta diventare molto ricca perchè disegnava la maggior parte dei suoi bikini e tutta la sua lingerie ma una società le rubò tutti i modelli commercializzandoli con il suo nome.

Bettie viene anche descritta dai suoi ex compagni come una grande amante, tra cui il designer Richard Arbib, che racconta di quando lei ebbe l'idea di farlo in macchina e furono scoperti da un poliziotto.

Nel 1952 cominciò a posare per alcune foto a tema BDSM (Bondage, Dominazione e Sottomissione, Sadismo e Masochismo) diventando la prima modella bondage famosa al mondo. Per alcune foto di questo genere (ma contenenti nulla di esplicito) fu perfino accusata da una Commissione federale, che la accusò della morte di un ragazzo di 17 anni che era morto praticando alcune tecniche contenute nelle foto.

BETTIE PAGEBETTIE PAGE

Nel 1957, a 34 anni, Bettie Page dichiarò che era diventata troppo vecchia per fare la modella, che "c'erano troppo foto" di lei in giro e che era "provata" dalle audizioni della Commissione Kefauver. Si trasferì quindi in Florida, dove diventò una fervente religiosa tra i Cristiani Rinati e arrivò a sposare il suo primo marito per poter diventare missionaria della Chiesa.

BETTIE PAGEBETTIE PAGE

Dopo aver annullato il matrimonio (lui l'aveva minacciata di morte per avergli trasmesso una malattia venerea) Bettie di sposò con Harry Lear ma divorziò da lui nel 1972. Dopo la separazione cominciò a sentire delle voci e arrivò a minacciare fisicamente i tre figli di Lear ("vi taglio la gola!) se avessero staccato gli occhi da una foto di Gesù Cristo durante una preghiera da lei convocata.

Iniziò così una lunga trafila di ricoveri in strutture ospedaliere e psichiatriche. Spostatasi nel Sud della California, senza soldi, ebbe un volento litigio con la sua padrona di casa che accoltellò con trenta pugnalate. Le venne infine diagnosticata una schizofrenia acuta e venne giudicata non colpevole in quanto non capace di intendere e volere, e venne condannata a 8 anni in un ospedale psichiatrico.

BETTIE PAGEBETTIE PAGE

Durante la sua permanenza in ospedale, Page si guadagnò un seguito di massa e si sorprese molto nel vedere quanto popolare fosse ridiventata. Incontrò Hugh Hefner che le fece un contratto e le garantì generose royalties di un film che si rifaceva alla sua storia.

BETTIE PAGEBETTIE PAGE

Bettie Page non permise mai l'utilizzo di sue foto scattate dopo il 1958, perchè voleva che le persone la ricordassero nel periodo di suo massimo splendore. Anche nel documentario lei appare come voce su una serie di immagini da pinup.
L'11 dicembre del 2008 Bettie Page moriva e sulla sua lapide fu messa la scritta "Regina delle Pin-Up"

 

 

BETTIE PAGEBETTIE PAGE BETTIE PAGEBETTIE PAGE

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."