IL METOO IN SALSA PECHINESE ESISTE SOLO FUORI DAL PAESE – GUAI IN VISTA PER RICHARD LIU, MILIARDARIO FONDATORE DEL COLOSSO DELL'ECOMMERCE JD.COM, CHE DOVRÀ AFFRONTARE UN PROCESSO CIVILE PER VIOLENZA SESSUALE NEGLI USA: UNA STUDENTESSA CINESE LO ACCUSA DI AVERLA FATTA BERE, DI AVERLA MOLESTATA E POI STUPRATA. LUI SI DIFENDE PARLANDO DI RAPPORTO CONSENSUALE – L’AUTISTA CHE LI HA PORTATI IN AUTO RACCONTA CHE LUI LA TOCCAVA RIPETUTAMENTE, MA POI I DUE SONO SCESI INSIEME E…

-

Condividi questo articolo


Guido Santevecchi per il "Corriere della Sera"

 

richard liu 3 richard liu 3

Affronta un processo civile per violenza sessuale Richard Liu, uno dei grandi capitani dell'economia cinese. Il giudizio non si svolge in Cina ma a Minneapolis, Stati Uniti, dove nel 2018 una studentessa cinese accusò il miliardario fondatore del colosso dell'ecommerce Jd.com di averla fatta bere, molestata e poi violentata.

 

Richard Liu sostiene che il rapporto sessuale fu consensuale, consumato dopo una cena in suo onore, mentre partecipava a un master executive alla Minnesota University. Fu fermato e passò una notte in una stazione di polizia americana. La notizia rimbalzò subito in Cina e creò un dibattito online, sia per il prestigio dell'accusato sia perché il movimento #MeToo non riesce a farsi sentire a Pechino e vedeva nel caso la possibilità di trovare ascolto almeno all'estero. In Cina, spesso sono le donne che denunciano aggressioni sessuali a finire nei guai, come dimostra il caso della campionessa di tennis Peng Shuai oscurata dopo aver parlato di una vicenda drammatica con un ex membro del Politburo.

 

richard liu e la presunta vittima di stupro 1 richard liu e la presunta vittima di stupro 1

Il miliardario Richard Liu fu prosciolto dall'accusa criminale per insufficienza di prove. «È una situazione complessa», disse il procuratore americano, facendo cadere il caso perché riteneva altamente improbabile sostenere l'accusa di stupro «al di là di ogni ragionevole dubbio» in un tribunale penale.

La ricostruzione è controversa e penosa. Dopo la cena, il miliardario salì in macchina con la ragazza. Lei dice che lui cominciò ad allungare le mani sfruttando il fatto che a lei girava la testa per il troppo alcol. La difesa sostiene che nessuno le aveva imposto di bere. L'autista ha testimoniato che effettivamente Mr Liu aveva «sopraffatto» la ragazza e l'aveva «toccata ripetutamente», ma non c'erano state proteste né richiesta di aiuto.

richard liu 2 richard liu 2

Scesi dall'auto, l'industriale era salito in ascensore con lei.

 

Poi la giovane aveva chiamato la polizia. Dopo il rilascio, Richard Liu era subito rientrato in Cina. Ma la giovane accusatrice Jingyao Liu, che oggi ha 25 anni, è rimasta nel Minnesota, dove si è laureata e ha portato avanti una causa civile per risarcimento. Un giudice americano ha deciso che il suo caso merita il giudizio, che comincerà lunedì. Le due parti testimonieranno in aula davanti a una giuria popolare.

 

richard liu 4 richard liu 4

La donna sostiene di aver sofferto di «disordine da stress post-traumatico» e di aver vissuto gli ultimi quattro anni sotto la costante paura che l'industriale usasse il suo potere per punire lei o la sua famiglia rimasta in Cina. Sui social media cinesi nel 2018 la giovane è stata fatta a pezzi, definita una bugiarda, una ragazza facile, una cacciatrice di denaro. La sua versione della vicenda non compare sui social, perché #MeToo è vittima della censura statale.

richard liu e la presunta vittima di stupro 3 richard liu e la presunta vittima di stupro 3

 

Liu è stato un simbolo della Cina in ascesa. Classe 1973, figlio di poveri contadini del Jiangsu. Però amava lo studio e così tutto il parentado si tassò per mandarlo all'università: a 18 anni partì per Pechino con 700 yuan (100 euro di oggi) e un sacchetto con 76 uova. Si laureò in sociologia alla prestigiosa Renmin. Aveva la passione del computer e nel 2004 avviò una piccola società di vendite online: una sede di 4 metri quadrati. Era nata Jd.com, che l'anno scorso ha fatturato oltre 140 miliardi di dollari.

 

Da quella notte del 2018, Richard Liu è scomparso dai riflettori in Cina. Nel 2021, a 48 anni, ha lasciato la presidenza esecutivo di Jd.com. Resta al potere dietro le quinte. Ora, colpevole o ingiustamente accusato, sarà uno dei pochissimi cinesi di alto profilo a dover affrontare un giudizio per violenza sessuale. In America.

richard liu 1 richard liu 1 richard liu richard liu richard liu e la presunta vittima di stupro 4 richard liu e la presunta vittima di stupro 4 richard liu 2 richard liu 2 richard liu e la presunta vittima di stupro 2 richard liu e la presunta vittima di stupro 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

ETICA E COTICA – URSULA VON DER LEYEN HA GLISSATO DI FRONTE ALLE DOMANDE SUL SUO ABITO BLU NOTTE: A CHI LE CHIEDEVA CHI FOSSE LO STILISTA, HA RISPOSTO CANDIDAMENTE DI NON RICORDARSI IL NOME, A DIFFERENZA DI GIORGIA MELONI, CHE HA SUBITO URLATO “ARMANI” A QUANTI LE FACEVANO LA STESSA DOMANDA. MORALE DELLA FAVA? LA DIMENTICANZA DI URSULA SIGNIFICA CHE QUEL VESTITO SE L’È COMPRATO. CHI INVECE TENDE A RIVELARE CON ECCESSIVA FOGA (E POCA ELEGANZA) IL MARCHIO DELL’ABITO CHE INDOSSA, DI SOLITO LO FA PERCHÉ SI TRATTA DI UN REGALO…

business

cronache

10 ANNI FA MORIVA RICCARDO SCHICCHI, L’UOMO CHE HA CAMBIATO IL COMUNE SENSO DEL PUDORE IN ITALIA - BARBARA COSTA: “HA AVUTO TRE GRANDI AMORI, E TUTTI PORNO E TUTTI UNGHERESI: ILONA, MERCEDES AMBRUS, E EVA HENGER. È JEFF KOONS CHE PORTA VIA ILONA A SCHICCHI. E LUI CE L’HA AVUTA ANNI A MORTE CON L’ARTISTA E LO DEMOLISCE, NEL SUO MEMOIR: ‘QUEST’UOMO SI VANTAVA DI AVERE 8 RAPPORTI SESSUALI AL GIORNO, MA AL DUNQUE CON ILONA, SUL SET, DOVEVAMO "SOSTENERE" IN MILLE MODI…’. IN UNA INTERVISTA DEL 2010 A "L’ESPRESSO” SCHICCHI HA RIVELATO: “IL GIORNO DEL MATRIMONIO TRA JEFF E ILONA, MENTRE LUI SI VESTIVA DA SPOSO, IO E ILONA ABBIAMO FATTO L’AMORE NELLA STANZA DELLA SPOSA…”

sport

cafonal

viaggi

salute