"DISARMATE IL CUORE. CIÒ NON SIGNIFICA IMPUNITÀ E CONDONO DELLE ATROCITÀ..." - PAPA FRANCESCO TRATTIENE LE LACRIME MENTRE ASCOLTA LE TESTIMONIANZE DELLE VITTIME DI VIOLENZE, TORTURE E BARBARIE IN CONGO - IL RACCONTO DI UNA BAMBINA STUPRATA PER TRE MESI, DA DIECI UOMINI, E COSTRETTA A MANGIARE CARNE UMANA: "CHI SI RIFIUTAVA VENIVA FATTO A PEZZI E GLI ALTRI ERANO COSTRETTI A MANGIARLO" 

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo Domenico Agasso per “La Stampa”

papa francesco in congo. papa francesco in congo.

 

Serge è un ragazzo congolese di Kinshasa con l'energia e i sogni dei suoi 18 anni […]: «Vorrei visitare il Canada - dice un po' in francese un po' in inglese -. Poi mi piacerebbe diventare uno scrittore. E un altro viaggio su cui fantasticavo era a Roma, piazza San Pietro, per vedere il Papa. Ma oggi Francesco è venuto da noi. Da me».

 

Anche Serge, come migliaia di altri fedeli, hanno trascorso la notte dormendo fuori dai cancelli, su un grande prato, in attesa dell'apertura degli ingressi dell'aeroporto «Ndolo» per la Messa del Pontefice. […] Alla Celebrazione partecipa più di un milione di persone.

bergoglio con il presidente congolese felix tshisekedi a kinshasa bergoglio con il presidente congolese felix tshisekedi a kinshasa

 

 […] È la grande festa di Kinshasa. E di tutto il Congo: le scuole sono chiuse come anche molte attività lavorative. La popolazione per oltre il 90% è cristiana, tra cattolici […], protestanti e pentecostali. Nel pomeriggio alla nunziatura il Papa conforta le vittime dei conflitti, che arrivano dal Kivu, dove il 22 febbraio 2021 fu ucciso l'ambasciatore italiano Luca Attanasio.

 

papa francesco e felix tshisekedi papa francesco e felix tshisekedi

«Alcuni hanno perso la vita mentre servivano la pace, come Attanasio - afferma il Pontefice -, il carabiniere Vittorio Iacovacci e l'autista Mustapha Milambo, assassinati due anni fa. Erano seminatori di speranza e il loro sacrificio non andrà perduto». Il Pontefice ascolta racconti di torture agghiaccianti. Le testimonianza sono crude. Bergoglio trattiene a stento le lacrime. Ladislas ha visto con i suoi occhi fare a pezzi il papà. Bijoux, oggi 17enne, ha subito abusi da quando ne aveva 14, è rimasta incinta del guerrigliero che l'ha violentata per 19 mesi: ha portato i due gemellini dal Papa.

folla per bergoglio in congo 6 folla per bergoglio in congo 6

 

Emelda è stata stuprata per tre mesi, ogni giorno, da dieci uomini, tenuta prigioniera nuda, costretta a mangiare carne umana: «A volte mescolavano le teste delle persone con la carne degli animali. Chi si rifiutava di mangiarle veniva fatto a pezzi e gli altri erano costretti a mangiarlo».

 

folla per bergoglio in congo 7 folla per bergoglio in congo 7

[…] Vengono posti ai piedi della croce i simboli del male subito, dai coltelli utilizzati dagli aguzzini alle stuoie sulle quali sono state violentate le donne. Il Papa in nome di Dio deplora gli attacchi armati, «gli stupri, la distruzione e l'occupazione di villaggi, il saccheggio di campi e di bestiame che continuano a essere perpetrati». Mentre il sole cala dietro il fiume Congo, il Pontefice compie un atto di penitenza: «Mi rivolgo al Padre che è nei cieli, umilmente abbasso il capo e, con il dolore nel cuore, gli chiedo perdono per la violenza dell'uomo sull'uomo. Padre, abbi pietà di noi».

papa francesco in congo papa francesco in congo

 

 Incoraggia le vittime a «disarmare il cuore. Ciò non vuol dire smettere di indignarsi di fronte al male e non denunciarlo, questo è doveroso! Nemmeno significa impunità e condono delle atrocità. Quello che ci è chiesto, in nome del Dio della pace, è smilitarizzare il cuore: togliere il veleno, rigettare l'astio, disinnescare l'avidità, cancellare il risentimento». E poi «mai più violenza, rancore, rassegnazione!».

ARTICOLI CORRELATI

 

folla per bergoglio in congo 4 folla per bergoglio in congo 4 folla per bergoglio in congo 5 folla per bergoglio in congo 5 folla per bergoglio in congo 1 folla per bergoglio in congo 1 folla per bergoglio in congo 3 folla per bergoglio in congo 3 persone in attesa del papa in congo persone in attesa del papa in congo

folla per bergoglio in congo 2 folla per bergoglio in congo 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

CRACK, ALLA FINE TUTTO CROLLERÀ (GIORGIA COMPRESA) - “MONTE DI PIETÀ”, LABIRINTICA E IMPIETOSA MOSTRA DELLO SVIZZERO CHRISTOPH BUCHEL ALLA FONDAZIONE PRADA DI VENEZIA, È UN PRECIPIZIO NELL’ABISSO DEL DENARO. LÀ DOVE COLLASSA LA NOSTRA PATOLOGICA COMPULSIONE DI ACCUMULARE TUTTO E DI PIÙ, TRA CELEBRITÀ DIVORATE DALLA POLVERE DELL OBLIO E STILISTI RIDOTTI A BARZELLETTA, LÀ, IN UN MONDO-PALUDE CHE HA SUCCHIATO TUTTO, TIZIANO E CANALETTO, “MERDA D’ARTISTA” DI MANZONI E LE TELE-VENDITE DI WANNA MARCHI, CARRI ARMATI E BORSETTE TAROCCATE PRADA, L’IMMAGINE CHIAMATA AD ACCOMPAGNARCI ALL’ULTIMA MINZIONE DELL’UMANITÀ, APPOGGIATA DAVANTI AL BAGNO, SOPRA UNA SCATOLA PRONTA PER ESSERE SPEDITA VIA, È LEI, GIORGIA DEI MIRACOLI CHE SORRIDE INCORNICIATA…

DAGOREPORT - FEDEZ E FABIO MARIA DAMATO OUT: MISSIONE COMPIUTA PER MARINA DI GUARDO! LA MAMMA DI CHIARA FERRAGNI IN QUESTI MESI HA RIPETUTO A CHIUNQUE CHE IL PANDORO-GATE E LE SUE CONSEGUENZE ERANO TUTTA COLPA DI FABIO MARIA DAMATO E DI FEDEZ. LA SIGNORA AGGIUNGEVA SOVENTE, CON IMBARAZZO DEGLI ASTANTI, CHE CHIARA AVREBBE DOVUTO SUBITO DIVORZIARE. E COSÌ SARÀ – D’ALTRONDE, CHIARA HA DATO DA VIVERE A TUTTA LA FAMIGLIA MATRIARCALE: DALL’IMPROVVISATA SCRITTRICE MARINA ALLE SORELLE INFLUENCER DI SECONDA FASCIA. DI COSA VIVREBBERO SE LA STELLA DI FAMIGLIA SMETTESSE DI BRILLARE?

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO