RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DA CARLO GIOVANARDI: “FACCIO PRESENTE CHE QUESTA MIA SUPPOSTA 'ILLEGITTIMA E MARTELLANTE ATTIVITA' INTIMIDATORIA' SI E' SVOLTA ATTRAVERSO DECINE DI ATTI DI SINDACATO ISPETTIVO, INTERVENTI IN AULA E IN COMMISSIONE” – “NELL' ITALIA DEMOCRATICA PER FORTUNA SONO I RAPPRESENTANTI DEL POPOLO CHE POSSONO CONTROLLARE E CRITICARE ANCHE ASPRAMENTE LE PREFETTURE, E NON VICEVERSA. A MENO CHE NON SI VOGLIA…”

-

Condividi questo articolo

L’EX SENATORE UDC, CARLO GIOVANARDI, A PROCESSO CON LE ACCUSE DI MINACCE A CORPO POLITICO, AMMINISTRATIVO E GIUDIZIARIO DELLO STATO E RIVELAZIONE DI SEGRETI D’UFFICIO

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/ldquo-fossi-lui-verrei-qua-rivoltella-vi-ammazzo-tutti-253142.htm

 

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Caro Dago,

CARLO GIOVANARDI CARLO GIOVANARDI

faccio presente che questa mia supposta "illegittima e martellante attivita' intimidatoria"  delle modalita' con cui le aziende vengono rovinate da interdittive antimafia decise dalla Prefetture si e' svolta attraverso decine di atti di sindacato ispettivo, interventi in Aula, in Commissione Antimafia, in Commissione Giustizia, in conferenze stampa.

 

In quattro casi di cui mi sono interessato sul mio territorio, sempre attraverso doverosa attivita' parlamentare, le aziende sono state riammesse in white list per i macroscopici errori nelle motivazioni delle interdittive, ma una di queste, con piu' di duecento operai, e' poi fallita per non aver potuto per anni né lavorare né incassare il dovuto per i lavori gia' fatti.

CARLO GIOVANARDI PETER GOMEZ CONFESSIONE 2 CARLO GIOVANARDI PETER GOMEZ CONFESSIONE 2

 

Quando i titolari della quinta, sino a quel momento cittadini modenesi incensurati, sono stati incriminati, e si e' passati dall' Amministrativo al Penale, non mi sono piu' interessato al caso.

 

La legge 140/2003 all' art 3 dispone che l'art 68 primo comma Costituzione  ( i membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse )si applica anche ad " ogni altra attivita' di ispezione, di divulgazione, di critica,  e di denuncia politica, connessa alla funzione di parlamentare, espletata anche fuori del Parlamento. "

Nell' Italia democratica per fortuna sono i rappresentanti del popolo che possono controllare e criticare anche aspramente le Prefetture, e non viceversa.

 

carlo giovanardi carlo giovanardi

A meno che non si voglia usare qualche espressione colorita carpita in conversazioni private ( io li ammazzerei tutti…) di cui non e' stata richiesta l' autorizzazione all' utilizzo al Senato ( ai sensi dell' art 68 della Costituzione che mi risulta ancora in vigore in Italia ) per criminalizzare  l' attivita' parlamentare che si ridurrebbe nel ritiro dell' indennita' al 27 di ogni mese.

 

Carlo Giovanardi

 

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

PIPPITEL – I FRIGNONI E GLI SCAZZI FAMILIARI DI “C’È POSTA PER TE” SU CANALE 5 NON HANNO RIVALI: MARIA LA SANGUINARIA CONQUISTA IL SABATO SERA CON IL 29.6% - SU RAI1 “AFFARI TUOI” SI FERMA AL 16.8% - SU RAI3 “LA DANNAZIONE DELLA SINISTRA – CRONACHE DI UNA SCISSIONE” (4.4%), SU ITALIA 1 “KUNG FU PANDA 3” (4.6%) – “STRISCIA” (17.2%), GRAMELLINI SU RAI 3 (6.9%), GENTILI (5%), GRUBER (4.8%) – NEL POMERIGGIO “AMICI”  20.6% ANNIENTA LA PEREGO CHE CALA ANCORA AL 2.4%

politica

“DOBBIAMO DIRE MESSA CON I FRATI CHE CI SONO” – IL VOLTO DEL DECADIMENTO DELLA CLASSE POLITICA ITALIANA E' BEN RAPPRESENTATO DA BRUNO TABACCI. UN POLITICO PER TUTTE LE MEZZESTAGIONI CHE CONTE HA ARRUOLATO COME “PASTORE” PER CERCARE PECORELLE “RESPONSABILI”: “CREDO CHE PUNTELLARE LA MAGGIORANZA SIA POSSIBILE, ANCHE SE SERVE UN VENTAGLIO DI FORZE PIÙ AMPIO. IL RIMPASTINO NON BASTA. PERÒ NON C'È ALTERNATIVA A CONTE” – “IPOTESI GOVERNISSIMO? UNA SCIOCCHEZZA TOTALE. DRAGHI? IL SUO NOME NON È SUL TAVOLO: È UNA BUFALA DI RENZI…”

business

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute