1. SAPESSI COME E’ STRANO POTERSI VACCINARE A MILANO… – IL 15 FEBBRAIO LA FIGLIA DI UNA ULTRANOVANTENNE SI COLLEGA AL SITO DELLA "ADESIONE ALLA CAMPAGNA ANTICOVID" PRIMA DELLE ORE 13 E QUANDO IL SITO AVVIA LA PROCEDURA SI TROVA DAVANTI 26.296 PERSONE (!)
2. ATTENDE AL COMPUTER E DOPO 46 MINUTI ARRIVA IL SUO TURNO. COMPILA IL MODULO E DEVE AVER DI FIANCO IL TELEFONINO DOVE LA REGIONE INVIA IL CODICE VIA SMS (SE QUESTO VI PARE UN METODO PER NOVANTENNI!). E DOPO 10 MINUTI, SENZA CHE SIA ARRIVATO ALCUN SMS, SULLA SCHERMATA DEL PC COMPARE LA SCRITTA “SESSIONE SCADUTA”. RIPROVA UN'ALTRA VOLTA... 
3. C’È UN PICCOLO MA NON TRASCURABILE PROBLEMA: MANDATI AVANTI I TESTIMONIAL PER INVITARE GLI ANZIANI A VACCINARSI, ORA SI SONO ACCORTI CHE NON CI SONO I VACCINI...

Condividi questo articolo

DAGONOTA

 

coronavirus anziani coronavirus anziani

Partiamo dalla testimonianza. Il 15 febbraio la figlia di una ultranovantenne si collega al sito dal pc personale prima delle ore 13 e quando il sito avvia la procedura si trova davanti 26.296 persone (!).

 

Attende al computer e dopo 46 minuti arriva il suo turno. Compila il modulo e deve aver di fianco il telefonino dove la Regione invia il codice via SMS al numero di cellulare indicato in domanda (se questo vi pare un metodo per novantenni!). Attende e dopo 10 minuti, senza che sia arrivato alcun SMS, sulla schermata del pc compare la scritta “sessione scaduta”.

riscontro diverso se ti iscrivi da una farmacia riscontro diverso se ti iscrivi da una farmacia

 

Riprova un’altra volta: idem. La terza volta, intorno alle 16, riesce a iscrivere e compare un modulo che stampa. C’è scritto “Adesione alla campagna Anticovid” e un numero di richiesta di adesione a 14 cifre (!) e i dati del richiedente.

 

Poiché dopo sei giorni (più di 72 ore) nessuno si è fatto vivo alla figlia viene un sospetto e si reca in farmacia. E qui fa ripetere la domanda sul pc della farmacia. I dati della vaccinanda sono, ovviamente, gli stessi con stesso codice fiscale dunque si aspetta che la madre risulti già in elenco. Invece niente. Il sistema riprende i dati come se fosse la prima iscrizione.

 

Anche in questo caso viene rilasciato lo stesso modulo di “Adesione alla campagna Anticovid” con un numero di richiesta di adesione a 14 cifre (!) ma diverso dal precedente, i dati del richiedente (ovviamente identici) ma… anche una cosa in più: compare il numero di Asl di riferimento. A questo punto sorge un sospetto. Ma le domande inoltrate da pc personali vengono prese in considerazione oppure no?

 

adesioni con ingresso in rete 15 febbraio ore 13 adesioni con ingresso in rete 15 febbraio ore 13

Comunque, in una settimana in Lombardia si è raggiunta quota 473 mila su una platea di 726 mila persone. Oltre il 65 per cento.  Non tutti i medici di base procedono all’iscrizione dei pazienti che lo richiedono rinviandoli al portale.

 

Di fatto si può fare un numero illimitato di domande (anche al pc privato puoi rifarla, inserisci gli stessi dati, ti esce un nuovo numero di prenotazione ma sempre senza indicazione della Asl) e se fatta da una farmacia la domanda appare “più” completa che fatta dal pc privato sul portale messo a disposizione dalla Regione.

riscontro se ti iscrivi dal pc di casa riscontro se ti iscrivi dal pc di casa

 

Comunque, la chiamata non arriva entro quelle 48/72 ore sbandierate nella fase di registrazione e adesione sul portale. C’è un piccolo ma non trascurabile problema: mandati avanti i testimonial per invitare gli anziani a vaccinarsi si sono accorti che non ci sono i vaccini.

proteggere gli anziani proteggere gli anziani

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute