C'È DEL MOVIMENTO TRA I SOCI DEL ''FATTO'' - EDIMA, SOCIETA' CHE RACCOGLIE UN TERZETTO DI AZIONISTI MARCHIGIANI GUIDATI DA ALVARO CESARONI, VUOLE VENDERE LA SUA QUOTA, CHE VALE 1,5 MILIONI, IN ROTTA CON LA LINEA TRAVAGLIO-CONTE-CASALINO, NONCHE' SPAVENTATA DAI CONTI IN ROSSO

-

Condividi questo articolo

CINZIA MONTEVERDI SMENTISCE LE PRESSIONI SUI SOCI DEL “FATTO”, MA NON CHE “EDIMA” VUOLE VENDERE LA SUA QUOTA DEL GIORNALE DI TRAVAGLIO

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/cinzia-monteverdi-smentisce-pressioni-soci-ldquo-fatto-rdquo-248343.htm

 

DAGONEWS

 

alvaro cesaroni alvaro cesaroni

C'è movimento tra i soci storici del ''Fatto Quotidiano''. Non molti sanno che una quota dell'11,3%, ovvero il terzo azionista per peso dopo Cinzia Monteverdi e Antonio Padellaro, è in mano a Edima, una società che raccoglie un terzetto di azionisti marchigiani guidati da Alvaro Cesaroni, vispo imprenditore che dal nulla ha costruito una multinazionale della tecnologia, la Sigma Spa. Cesaroni, che ora fa anche gratuitamente il sindaco di Comunanza (AP), credeva molto nel progetto di un giornale libero e dedicato alle inchieste, forte di un azionariato che non metteva il becco sulla linea editoriale.

 

travaglio conte travaglio conte

Di questa Edima, il 10% è stato conferito a Luca D'Aprile, che per due anni aveva lavorato alla Sigma come consulente finanziario, affinché partecipasse al consiglio d'amministrazione sin dalla fondazione del giornale. D'Aprile nel frattempo è stato assunto da Cinzia Monteverdi, amministratore delegato, nel ruolo di Chief Innovation Officer.

 

quotazione del fatto quotidiano marco lillo antonio padellaro peter gomez cinzia monteverdi marco travaglio quotazione del fatto quotidiano marco lillo antonio padellaro peter gomez cinzia monteverdi marco travaglio

Senonché dal 2009 a oggi la linea editoriale è cambiata, il giornale ha prima lanciato la volata al Movimento 5 Stelle e poi, in seguito alla quotazione sull'Aim, è diventato l'house-organ del governo Conte-bis. Cesaroni, in rotta con questa nuova impostazione e con i conti che di certo non brillano (perdita da 1,5 milioni nel 2019, richiesta del prestito garantito dallo Stato da 2,5 milioni), ha deciso di vendere la sua quota, che al momento varrebbe 1,5 milioni.

 

MARCO TRAVAGLIO E CINZIA MONTEVERDI MARCO TRAVAGLIO E CINZIA MONTEVERDI

 

 

I marchigiani hanno fretta di mollare le azioni, e hanno promesso che in mancanza di un'offerta entro due mesi, ci penseranno loro a trovare un acquirente, con tutte le conseguenze del caso.

 

Come ad esempio il rischio che dopo la pandemia ''i mercati'' non ritengano la valutazione altrettanto ricca, o che la stessa cessione possa svalutare le azioni…

luca d aprile luca d aprile

 

Condividi questo articolo

politica

FERMI TUTTI! “NOI NON SIAMO D'ACCORDO CON CONTE”, PAROLA DI TRAVAGLIO – PERO': ‘’CONTE HA USATO LE PAROLE E I TONI GIUSTI PER LANCIARE L'ALLARME SENZA DIFFONDERE ALLARMISMO” – SULLE DEMENTE CHIUSURA DI CINEMA E TEATRI, ECCO IL COLPO DI GENIO DI MARCOLINO: VISTO CHE LA GENTE DURANTE IL GIORNO NON HA UN CAZZO DA FARE: “PERCHÈ NON TENERLI APERTI ALMENO FINO ALLE 18?” – ALLA FINE, GRIDA AL ''GOMPLODDO'': “CHI SONO GLI SCIENZIATI O I POLITICI FENOMENI CHE HANNO SUGGERITO MISURE TANTO IRRAZIONALI E FORSE CONTROPRODUCENTI, CHE FINO A TRE GIORNI FA CONTE NON VOLEVA NEPPURE SENTIR EVOCARE?” - PERCHÉ NON PROVA A DOMANDARGLIELO?