GENTILONI SARÀ IL COMMISSARIO UE AGLI AFFARI ECONOMICI - SALVO COLPI DI SCENA DELL’ULTIM’ORA, L’ITALIA AVRÀ IL PORTAFOGLIO CHE ADESSO È DELLA FRANCIA (MOSCOVICI) - PERFINO OETTINGER È CONTENTO: “UN EX PRIMO MINISTRO CHE ARRIVA DA UN GRANDE PAESE MEMBRO HA SEMPRE LA COMPETENZA PER UN PORTAFOGLIO IMPORTANTE. MA ASPETTIAMO E VEDIAMO”

-

Condividi questo articolo

 

 

Da www.repubblica.it

 

PAOLO GENTILONI URSULA VON DER LEYEN PAOLO GENTILONI URSULA VON DER LEYEN

Paolo Gentiloni sarà il prossimo responsabile degli Affari economici e monetari della Commissione europea, salvo colpi di scena dell'ultim'ora. Lo si apprende a Bruxelles. La presidente eletta Ursula von der Leyen svelerà infatti le attribuzioni dei portafogli domani a mezzogiorno, fino ad allora potranno esserci delle modifiche.

 

PAOLO GENTILONI PAOLO GENTILONI

Guenther Oettinger, commissario europeo al Bilancio, membro della Cdu tedesca e del Ppe, ritiene sia una buona idea affidare questo importante ufficio all'ex presidente del Consiglio Italiano. Oettinger ha spiegato il suo parere a margine della Dld Conference: "Un ex primo ministro che arriva da un grande Paese membro", come Paolo Gentiloni, "ha sempre la competenza per prendere un portafoglio importante. Ma aspettiamo e vediamo".

OETTINGER OETTINGER

 

L'Italia ha indicato come prima scelta gli Affari Economici, attualmente affidati al francese Pierre Moscovici e, in subordine, la Concorrenza, cui puntano anche i francesi con Sylvie Goulard o il Commercio, per il quale viene indicato dai rumours l'irlandese Phil Hogan, attuale commissario all'Agricoltura.

andrea marcucci e graziano delrio arrivano al quirinale 1 andrea marcucci e graziano delrio arrivano al quirinale 1 GUNTHER OETTINGER GUNTHER OETTINGER GUNTHER OETTINGER GUNTHER OETTINGER paolo gentiloni nicola zingaretti 1 paolo gentiloni nicola zingaretti 1

 

Condividi questo articolo

politica

FLASH! SIETE CURIOSI DI SAPERE PERCHÉ IL GIOVANE DIBBA SPARI UN GIORNO SÌ E L'ALTRO PURE CONTRO I SUOI AMICI GRILLINI? BEH, IL CHE GUEVARA DI PONTE MILVIO A MARZO 2018 AVEVA DECLINATO L'OFFERTA DI UN MINISTERO CONVINTO CHE IL SUO MOMENTO DA LEADER SAREBBE ARRIVATO PRESTO. INVECE, VISTI I CHIARI DI LUNA, LUI NEL CONTE-BIS UN POSTO LO VOLEVA ECCOME, SOLO CHE SI È DOVUTO SCONTRARE COL VETO DEL PD. UN VETO CHE A DI MAIO È PIACIUTO MOLTO… - AMORALE DELLA FAVA: SE OGGI SI DESSE FUOCO COME UN BONZO DAVANTI A PALAZZO CHIGI, I SUOI COMPAGNI DI PARTITO MANCO SE NE ACCORGEREBBERO…

ITALIA FATTA A MAGLIE - CARO DAGO, NON SONO IN GRA-MAGLIE PER SALVINI: NON SAI CHE SOLLIEVO SAPERE CHE FRANCESCHINI POTRÀ PRANZARE NELLE TRATTORIE ROMANE SENZA CHE QUALCHE GRILLINO LO INSULTI. A ME L'OPPOSIZIONE MI METTE DI BUONUMORE, E DAL GOVERNO PASSATO NON AVEVO OTTENUTO NEMMENO UNO STRACCIO DI STRISCIA DI 5 MINUTI (VERO, GIANLUIGI PARAGONE?). CERTO, TRUMP HA CACCIATO BOLTON COME UN TONINELLI QUALUNQUE, E SI È PRESO IN CARICO GIUSEPPI CONTE, MA IL FALCO È GIÀ STATO VENDICATO