- 1. IN UN PAESE DOVE I 15ENNI SI IMPICCANO PER OMOFOBIA, BRUNETTA VA OSPITE DI “SERVIZIO PUBBLICO” E DICE A VENDOLA: “IO MI ECCITO IN MANIERA NORMALE, TU NON SO” - 2. A SANTORO PARTE LA BROCCA QUANDO BRUNETTA GLI CHIEDE QUANTO GUADAGNA. “250MILA EURO, MA VOGLIAMO SAPERE LO STIPENDIO DI VESPA”. RENATINO SI IMPUNTA E MICHELONE LO SFANCULA: “VADA A DARE VIA IL…” (TORNATA LA CALMA, SANTORO SI È SCUSATO) -

Condividi questo articolo


1- SUPER-SCAZZO SANTORO-BRUNETTA A "SERVIZIO PUBBLICO"
VIDEO: http://bit.ly/Wn0knI

BRUNETTA INCAZZATO A SERVIZIO PUBBLICOBRUNETTA INCAZZATO A SERVIZIO PUBBLICO

2- LITE SANTORO-BRUNETTA SU STIPENDIO GIORNALISTA... E DI VESPA
(ANSA) - "Lei, Santoro, quanto guadagna, quanto ha guadagnato l'anno scorso?", Renato Brunetta ha insistito più volte con la domanda durante Servizio Pubblico su La 7. Con Santoro che dopo aver spiegato di poter fornire solo i dati dell'anno scorso ('circa 250 mila eurò, ha risposto) ha puntualizzato all'ex ministro di non essere dipendente de La7. Per poi partire all'attacco: "Le ho chiesto di fare mettere in rete tutti gli stipendi anche quello di Vespa". "La Rai si è rifiutata", ha ribattuto Brunetta.

"Lei sta dicendo un falso - gli ha risposto Santoro - perché c'é stata una interrogazione parlamentare solo sui miei guadagni". "Lei sta dicendo un sacco di sciocchezze", gli ha ribattuto Brunetta. "Domani metto in rete gli atti e lei mi chiede scusa", ha detto ancora Santoro rivolto a Brunetta che ha obiettato: "No, per niente". E Santoro: "Allora come si dice in questi casi, vada a dare via il...". "No, ci vada lei", gli ha ribattuto Brunetta. Quando è tornata la calma in studio Santoro ha chiesto 'scusa'' per quanto accaduto.

SANTORO INCAZZATO A SERVIZIO PUBBLICOSANTORO INCAZZATO A SERVIZIO PUBBLICO

3- LAVORO: VENDOLA, LA PRECARIETA' E' UN CRIMINE SOCIALE
(ANSA) - "La precarietà è un crimine sociale": così Nichi Vendola a Servizio Pubblico su La7 dopo l'intervento in studio della vedova del professore precario suicida Carmine Cerbera. Per il leader di Sel la precarietà è una "mutilazione del futuro". E ha tuonato contro certi contratti che sono una "schifezza" e vanno "spazzati via.

Lo ha subito interrotto Renato Brunetta, anch'egli ospite in studio: "Si chiama legge Biagi, abbi più rispetto per Biagi.. e anche per Carmine". "Hai fatto un accostamento violento", gli ha ribattuto Vendola. E il parlamentare Pdl di rimando: "L'accostamento violento l'hai fatto tu".

NICHI VENDOLANICHI VENDOLA

4- BRUNETTA, PRECARIO PER 8 ANNI, MIO PADRE UN AMBULANTE
(ANSA) - "Io sono stato precario per 8 anni, sono figlio di un venditore ambulante, non mi ha aiutato nessuno...": Così Renato Brunetta a Servizio Pubblico su La7 dove si è arroventato il clima quando la vedova del professore precario suicida Carmine Cerbera, rivolta all'ex ministro gli ha detto: "Lei disse che i precari sono il male del paese, è vero?". "Ho rispetto per il suo dolore, ma non ho mai detto questo", ha ribattuto Brunetta che ha spiegato: "Ho detto a quelle persone che mi hanno teso un agguato e che erano dei privilegiati con 3 mila euro al mese, che loro rappresentavano il peggio del paese".

Bruno VespaBruno Vespa

5- RENATO BRUNETTA CONTRO NICHI VENDOLA: QUANDO L'IRONIA DIVENTA OMOFOBIA
Antonio Lupetti per http://woorkup.com/ - L'ho trovato avvilente. Sintomatico della peggiore ignoranza. E' successo durante la puntata di Servizio Pubblico di Michele Santoro. Tra gli ospiti Renato Brunetta e Nichi Vendola. L'ex ministro della Pubblica Amministrazione e Innovazione a un certo punto si rivolge al leader di Sinistra, Ecologia e Libertà notoriamente omosessuale. Sorrisetto stampato sui denti, con l'atteggiamento strafottente di chi la sta per sparare grossa, di chi sta per ammollare il colpo definitivo al proprio avversario. Lo vomita come fosse niente, alludendo all'omosessualità di Vendola: "io mi eccito in maniera normale, tu non lo so".

SANTORO INCAZZATO A SERVIZIO PUBBLICOSANTORO INCAZZATO A SERVIZIO PUBBLICO

Fossi stato Michele Santoro lo avrei cacciato dallo studio seduta stante. Perché certi sfoghi che eccedono il cattivo gusto non possono essere tollerati. Perché quell'infelice uscita non c'entrava assolutamente niente nell'ambito della discussione. Perché stamattina un ragazzino gay di quindici si è impiccato con una sciarpa. Perché non ha retto alla pressione delle continue umiliazioni e all'essere deriso dai propri compagni per le sue tendenze omosessuali. Perché non è la prima volta che sentiamo questo genere di storie agghiaccianti. Perché l'omosessualità in questo nostro Paese che si professa così tanto tollerante è ancora una condizione di cui doversi vergognare che spinge i caratteri più fragili oltre il limite, a commettere un gesto estremo per liberarsi dal peso insopportabile della loro "diversità".

LITE SANTORO BRUNETTA A SERVIZIO PUBBLICOLITE SANTORO BRUNETTA A SERVIZIO PUBBLICO

La goliardata può anche starci. Ma in alcune circostanze abbiamo tutti il dovere civile e morale di pesare le parole o di tacere. Perché non saranno quelli con abitudini sessuali diverse dalle nostre a essere ridicolizzati da certe sparate. Saremmo solo noi, agli occhi di chi ci ascolta, a risultare disgustosi.

"NON TI SCALDARE" - "IO MI ECCITO IN MANIERA NORMALE"
Commento di Antonino Dilillo via Facebook - Ricostruisco la vicenda con un buon margine di approssimazione :

LITE SANTORO BRUNETTALITE SANTORO BRUNETTA

- Vendola attacca l'operato del governicchio berlusconiano
- Brunetta si scalda parecchio
- Vendola dice qualcosa tipo "non era mia intenzione farti scaldare così"
- Brunetta risponde "tu mi ecciti in un altro modo" (!!!) poi aggiunge "io mi eccito in maniera normale"

Quindi il ministrello/menestrello in prima battuta ha risposto con una frase (mal riuscita) a sfondo sessuale, poi si è accorto della gaffe ed ha aggiunto una frase sessista ed omofoba.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

politica

“CALENDA MI SEMBRA UN BIPOLARE CON DISTURBO DI PERSONALITÀ. È ‘BULLO DA SOLO’” - DAGO FA LA MESSA IN PIEGA AI POLITICI: “LETTA HA TANTI DIFETTI: NON HA CAPITO CHE BISOGNA PARLARE PER SLOGAN - RENZI HA IL CARATTERE DI UN PROVINCIALE FRUSTRATO, CHE VORREBBE FARSI ACCETTARE, NON CI RIESCE E FA LO SPACCONE - CONTE? NON SI È RESO CONTO CHE GRILLO GLI STA RESETTANDO IL M5S E ASPETTA CHE PASSI IL SUO CADAVERE - SALVINI E BERLUSCONI? NESSUNO DETESTA GIORGIA MELONI COME LORO. QUESTI NON HANNO CAPITO CHE L’ITALIA È UN PAESE A SOVRANITÀ LIMITATA. TUTTO SI DECIDE A BRUXELLES O A WASHINGTON. SE LAGARDE SMETTE DI COMPRARE BOT ITALIANI, FINIAMO CON IL SEDERE PER TERRA - LE ELEZIONI ITALIANE SARANNO OSSERVATE DALL’INTELLIGENCE DI TUTTO IL MONDO"

AGENTI DELL'FBI HANNO FATTO VISITA NELLA RESIDENZA DI TRUMP IN FLORIDA GIA’ LO SCORSO APRILE. SECONDO LA “CNN” IN QUELL'OCCASIONE INCONTRARONO DUE AVVOCATI DEL TYCOON –L’ARCINEMICA NANCY PELOSI GONGOLA VELENOSA: “NESSUNO È AL DI SOPRA DELLA LEGGE, NEANCHE UN EX PRESIDENTE” – IL FIGLIO ERIC: “SONO STATO IO AD AVVERTIRE MIO PADRE SUL RAID. ERANO UNA TRENTINA, FORSE DI PIÙ. NON VOGLIONO CHE MIO PADRE VINCA ANCORA NEL 2024” – A QUESTO PUNTO THE DONALD RISCHIA DI NON POTERSI RICANDIDARE PERCHE’…

DI BATTISTA SCOPRE LE CARTE: “NON MI CANDIDO PERCHÉ TANTI NON MI VOGLIONO, DA GRILLO A FICO - CONTE E' STATO IL PIU' CORRETTO E ONESTO CON ME - POLITICAMENTE OGGI NON MI FIDO DI BEPPE GRILLO CHE FA DA PADRE PADRONE E IO SOTTO DI LUI NON CI STO - MI HANNO IMPEDITO DI FARE IL CAPO POLITICO DEL M5S EVITANDO DI VOTARE, QUANDO NON HANNO NEPPURE VOLUTO PUBBLICARE I VOTI DEGLI STATI GENERALI PERCHÉ IO AVEVO PRESO IL TRIPLO DEI VOTI DI DI MAIO - C'E' CHI SI INFILA IN SEDE PD PER ELEMOSINARE UN SEGGIO, NON SONO COME LORO - CREERÒ UN’ASSOCIAZIONE PER FARE POLITICA DA FUORI…” - IL VIDEO SFOGO DI DI BATTISTA

E’ STATA LA MANO DI GRILLO - LEGGENDO L’INTERVISTA DI CASALINO AL “CORRIERE” SI IMMAGINA CHE LA SUA MANCATA CANDIDATURA SIA FRUTTO DI UN GESTO DI RESPONSABILITÀ: “HO CAPITO CHE LA MIA PRESENZA IN LISTA AVREBBE SCATENATO POLEMICHE E L'ULTIMA COSA CHE VOGLIO È ARRECARE UN DANNO AL MOVIMENTO O A CONTE” - IN REALTÀ LO STOP A CASALINO, CHE DA ANNI SOGNA DI POGGIARE LE SUE NATICHE SULLO SCRANNO DI SENATORE, È ARRIVATO DA BEPPE GRILLO, CHE SI E’ VENDICATO CON CONTE PER IL TRATTAMENTO RISERVATO ALLA SUA COCCA VIRGINIA RAGGI - IL VIDEO CON IL "CHE GUEVARA DI ROMA NORD" SPIEGA LA MANCATA CANDIDATURA