QUANTO DURA DURIGON? - MARIO DRAGHI ASPETTA IL MOMENTO GIUSTO PER METTERE ALLE STRETTE IL SOTTOSEGRETARIO CON NOSTALGIE MUSSOLINIANE: LO COSTRINGERÀ A DIMETTERSI O LO ACCOMPAGNERÀ ALLA PORTA? I NEMICI PIÙ ACERRIMI PER L’EX SINDACALISTA DELL’UGL SONO DENTRO ALLA LEGA, E SI CHIAMANO GIORGETTI E ZAIA. L'HANNO SEMPRE VISTO COME UN CORPO ESTRANEO. E ORA PENSANO DI SOSTITUIRLO CON MASSIMO BITONCI

-

Condividi questo articolo


CLAUDIO DURIGON CLAUDIO DURIGON

1 - QUALCUNO SPIEGHI A DURIGON CHI ERA DAVVERO ARNALDO MUSSOLINI: UN TANGENTARO, COMPLICE DI UN ASSASSINIO DI STATO – QUANDO MATTEOTTI FU RAPITO E UCCISO, AVEVA NELLA BORSA I DOCUMENTI CHE TESTIMONIAVANO UNA MAXI TANGENTE PAGATA DALLA PETROL OIL PER LO SFRUTTAMENTO DEI GIACIMENTI ITALIANI. A TRATTARE PER IL PAGAMENTO ERA STATO IL FRATELLO DEL DUCE A CUI IL SOTTOSEGRETARIO LEGHISTA VUOLE INTITOLARE IL PARCO COMUNALE DI LATINA, OGGI DEDICATO A FALCONE E BORSELLINO – ANCHE NELLLA LEGA CRESCONO LE PRESSIONI PER UN PASSO INDIETRO...

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/qualcuno-spieghi-durigon-chi-era-davvero-arnaldo-mussolini-tangentaro-279378.htm

 

 

CLAUDIO DURIGON E MATTEO SALVINI FANNO SELFIE IN SPIAGGIA CLAUDIO DURIGON E MATTEO SALVINI FANNO SELFIE IN SPIAGGIA

2 - DURIGON DURA MINGA - DRAGHI SPINGE PER FAR DIMETTERE IL SOTTOSEGRETARIO LEGHISTA DOPO LA STORIA DEL PARCO DI LATINA DA INTITOLARE AL FRATELLO DI MUSSOLINI: PURE LA PARTE GIORGETTIANA DEL CARROCCIO L'HA SCARICATO E IL CENTROSINISTRA PREPARA LA MOZIONE DI SFIDUCIA, ANCHE SE I GRILLINI CON LA LOMBARDI FURONO MENO INTRANSIGENTI... - LA SCRITTRICE TESTIMONE DELL'OLOCAUSTO EDITH BRUCK: "DURIGON DEVE ANDARSENE, È IL MINIMO, IN ITALIA C'È TROPPA TOLLERANZA VERSO I FASCISTI"

MATTEO SALVINI E GIANCARLO GIORGETTI ALL HOTEL MIAMI DI MILANO MARITTIMA MATTEO SALVINI E GIANCARLO GIORGETTI ALL HOTEL MIAMI DI MILANO MARITTIMA

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/durigon-dura-minga-draghi-spinge-far-dimettere-sottosegretario-279456.htm

 

2 - GIORGETTI "MO L L A" D U R IGO N MA IL PREMIER ASPETTA L'AU L A

Estratto dell’articolo di Giacomo Salvini per “il Fatto quotidiano”

 

MARIO DRAGHI GIANCARLO GIORGETTI MARIO DRAGHI GIANCARLO GIORGETTI

(…) Mario Draghi continua a tacere sul caso Durigon. Sono passati 12 giorni da quando il sottosegretario leghista all'Economia ha proposto di re-intitolare il parco di Latina ad Arnaldo Mussolini invece che ai giudici antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

 

(…) IN QUESTO GIOCO tattico, però si inserisce la variabile Lega. Perché se Salvini ormai ne ha fatto una questione di principio - anche se in privato ha criticato il suo sottosegretario: "Ha detto una c... " - lo stesso non vale per molti dentro il Carroccio.

 

matteo salvini con la mascherina di borsellino matteo salvini con la mascherina di borsellino

In particolare per il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e per il governatore del Veneto Luca Zaia. Entrambi in silenzio pubblicamente, ma molto attivi dietro le quinte. Giorgetti, dal suo buen ritiro nel varesotto, non ha rinunciato a sentire i suoi fedelissimi, ma ha anche parlato con Draghi e Franco.

 

Il primo obiettivo del vicesegretario della Lega, considerato ormai un ministro in quota Draghi, è quello di "lasciare lavorare" il governo senza provocare rotture: quindi su Durigon "deciderà il premier ", ha detto Giorgetti ai suoi prendendo le distanze dalla linea di Salvini.

MASSIMO BITONCI MASSIMO BITONCI

 

MA POI da questi colloqui è uscito un nome: quello di Massimo Bitonci, padovano e già sottosegretario al Tesoro del Conte-1. Un profilo perfetto per sostituire Durigon, già estromesso a febbraio. Giorgetti proverà a convincere Salvini a giocare d'anticipo e sostituire Durigon con Bitonci.  Ed è su quest' ultimo che punta anche Luca Zaia(…)

Massimo Bitonci Massimo Bitonci giorgetti fontana zaia giorgetti fontana zaia

claudio durigon andrea santucci claudio durigon andrea santucci

SALVINI E GIORGETTI SALVINI E GIORGETTI ballottaggi padova massimo bitonci esulta 2 ballottaggi padova massimo bitonci esulta 2 arnaldo mussolini 3 arnaldo mussolini 3

 

Condividi questo articolo

politica

DAGOREPORT - LA VISITA A WASHINGTON DI MACRON RACCHIUDE UN DISTINTIVO SIGNIFICATO POLITICO. SE IL PRESIDENTE FRANCESE SI È FATTO RICONOSCERE DA BIDEN COME LEADER DELL’UNIONE EUROPEA, DALL’ALTRA PARTE IL PRESIDENTE AMERICANO HA VOLUTO DARE UN SEGNALE AL PREMIER TEDESCO SCHOLZ PER LA SUA SOLITARIA VISITA (NON CONCORDATA CON GLI ALLEATI) A PECHINO - PUTIN HA ORMAI REALIZZATO DI ESSERE A UN PUNTO MORTO. MA L’ORGOGLIO DELLO ZAR LO SPINGE A CERCARE UNA VIA D’USCITA CHE POSSA SALVARGLI LA FACCIA: DEVONO ESSERE GLI ALTRI A CHIEDERE LA PACE – DIETRO L’ACCENNO DI LAVROV PER JOHN KERRY E IL SUO ATTACCO AL PAPA…