L’ARABIA E L’ORGOGLIO – LA DECISIONE DI JOE BIDEN DI PUBBLICARE IL DOSSIER SUL RUOLO DI BIN SALMAN NELL’OMICIDIO DI KHASHOGGI È UN PIETRONE TOMBALE SULLA POLITICA DI TRUMP NEL MEDIO ORIENTE – DONALD AVEVA PUNTATO SUI SAUDITI IN FUNZIONE ANTI-IRANIANA, IN CAMBIO DELL’APPOGGIO AL PIANO DI PACE CON ISRAELE. LA NUOVA LINEA NON ABBANDONA L’ARABIA, SEMPLICEMENTE IL PRINCIPE EREDITARIO…

-

Condividi questo articolo


Paolo Mastrolilli per "la Stampa"

RE SALMAN JOE BIDEN RE SALMAN JOE BIDEN

 

La resa dei conti fra l' amministrazione Biden e l' Arabia Saudita è arrivata, e la decisione di «ricalibrare» i rapporti bilaterali avrà un impatto sulla revisione dell' intera politica Usa in Medio Oriente, dall' Iran alle relazioni con israeliani e palestinesi.

 

L' Office of the Director of National Intelligence, cioè la leader dei servizi Avril Haines, ha completato il rapporto sull' uccisione del giornalista Jamal Khashoggi, avvenuta nel 2018 durante la sua visita al consolato saudita di Istanbul.

 

mohammed bin salman trump visit da cbc mohammed bin salman trump visit da cbc

Secondo il sito Axios potrebbe pubblicarlo già oggi, e il documento «esplosivo» in sostanza accusa il principe ereditario Mohammed bin Salman di essere stato personalmente coinvolto nell' omicidio del dissidente.

 

In vista di questo pesante colpo contro Riad, Biden ha programmato una telefonata con il re Salman, con due scopi: primo, informarlo in anticipo per mitigare l' imbarazzo; secondo, avviare quella che la portavoce Jen Psaki ha presentato come l' operazione per «ricalibrare» il rapporto con l' Arabia. Già in campagna elettorale, infatti, aveva detto che Riad meritava di essere trattata come un «pariah», per l' omicidio di Khashoggi.

 

joe biden joe biden

Trump aveva scelto di puntare sui sauditi, e in particolare sul principe ereditario, per una politica di scambio: Washington avrebbe abbandonato l' accordo nucleare con l' Iran, armato Riad, e sostenuto le sue operazioni in Yemen, in cambio di pressioni sui palestinesi affinché accettassero il piano di pace con Israele scritto dal genero Jared Kushner, e supporto per il ritiro dei soldati Usa da Siria, Iraq, Afghanistan, aiutando in generale gli Usa a ridurre la loro presenza in Medio Oriente.

 

MOHAMMED BIN SALMAN E JAMAL KHASOGGI MOHAMMED BIN SALMAN E JAMAL KHASOGGI

Il progetto non ha funzionato, almeno nella forma in cui era stato concepito, ma dopo il fallimento della mediazione di Kushner la Casa Bianca aveva lasciato intendere di essere pronta a dare via libera all' annessione dei Territori occupati da parte di Israele. Allora alcuni Paesi arabi avevano offerto la normalizzazione dei rapporti con lo Stato ebraico in cambio dello stop all' annessione, e così era nato il sottoprodotto degli Accordi di Abramo.

Biden vuole preservarli, perché sono un risultato utile, ma intende cambiare linea.

 

L' Unione Europea dovrebbe ospitare presto la ripresa del dialogo con l' Iran, mentre Washington ha sospeso gli aiuti ai sauditi in Yemen.

mohammed bin salman al saud con donald trump mohammed bin salman al saud con donald trump

 

Gli Usa hanno ribadito il ritorno convinto alla soluzione dei due Stati tra israeliani e palestinesi, e vogliono rientrare nel Consiglio per i Diritti Umani dell' Onu, pur criticando la sua attenzione ossessiva contro lo Stato ebraico. Sullo sfondo poi c' è l' enfasi su clima ed economia verde, che rimette in discussione il ruolo del petrolio. Questa nuova linea passa per la revisione dei rapporti con Riad, e il passo iniziale è la retrocessione del principe, attraverso le accuse per l' omicidio di Khashoggi.

 

JAMAL KHASHOGGI JAMAL KHASHOGGI

Biden intende interagire con la sua controparte, ossia il re Salman, per «ricalibrare» le relazioni. Non abbandona l' Arabia, che promette di continuare a difendere, ma per obiettivi diversi da quelli di Trump.

donald trump in mezzo a donald trump con lo sceicco mohamed bin zayed al nahyan e salman dell'arabia saudita donald trump in mezzo a donald trump con lo sceicco mohamed bin zayed al nahyan e salman dell'arabia saudita donald trump e mohammed bin salman al g20 di osaka donald trump e mohammed bin salman al g20 di osaka jamal khashoggi jamal khashoggi JAMAL KHASHOGGI JAMAL KHASHOGGI trump e mohammed bin salman trump e mohammed bin salman salah khashoggi con mohammed bin salman salah khashoggi con mohammed bin salman JAMAL KHASHOGGI JAMAL KHASHOGGI JAMAL KHASHOGGI JAMAL KHASHOGGI

 

Condividi questo articolo

politica

PAROLA DI DOMINATRIX - ''QUANDO HO COMINCIATO A FARE LA DOMINATRICE PROFESSIONISTA, SENTIVO MOLTI STEREOTIPI: I CLIENTI, IN GENERE, SONO UOMINI MOLTO POTENTI CHE VOGLIONO SCARICARSI DEL FARDELLO DELLE RESPONSABILITÀ E AFFIDARE CORPO E DESIDERI A QUALCUN ALTRO PER UN’ORA. HO INVECE SCOPERTO CHE I CLIENTI SONO DI OGNI TIPO. UOMINI SÌ, GIOVANI E ADULTI, MA OPERAI, STUDENTI, MARINAI, PENSIONATI. E POLITICI..."

Scrive la dominatrix Margaret: ''I politici sono indaffarati, lavorano fino a tardi, e vogliono soddisfare i loro impulsi sessuali senza troppo impegno. A volte, come i marinai, l’unico contatto umano che hanno nella giornata si limita ad una stretta di mano. Noi operatrici del sesso rispettiamo i loro orari e la loro privacy''...