STANGARE I RICCHI PIACE AI MERCATI - IL PIANO DI BIDEN DI ALZARE LE TASSE SUI REDDITI CHE PROVENGONO DAGLI INVESTIMENTI DEI MILIONARI AMERICANI NON SPAVENTA WALL STREET, ANZI: L'OTTIMISMO SULLA CRESCITA ECONOMICA POST COVID E SULL’AUMENTO DEI PROFITTI È TALE CHE LE AZIENDE QUOTATE IN BORSA STANNO GUADAGNANDO COMUNQUE, NONOSTANTE IL SALASSO DI “SLEEPY JOE”...

-

Condividi questo articolo


Articolo del “New York Times” dalla rassegna stampa di “Epr Comunicazione

 

joe biden wall street joe biden wall street

Gli investitori si sono in gran parte scrollati di dosso la proposta del presidente Biden di aumentare le tasse sui redditi da investimento per i ricchi americani, mentre il mercato azionario si libra vicino ai massimi storici dopo le notizie di un forte rimbalzo economico e i rapporti sui guadagni da giganti della tecnologia come Apple e Amazon.

 

L'indifferenza è ben fondata, dicono gli analisti – scrive il NYT.

 

apple apple

Biden vuole aumentare le tasse sul reddito che le famiglie più ricche del paese fanno dagli investimenti - chiamati guadagni di capitale - per finanziare i suoi piani per la ripresa economica e progetti di infrastrutture. L'aumento si applicherebbe alle persone con un reddito annuale di un milione di dollari o più.

 

amazon amazon

In teoria, tasse più alte sugli investimenti come le azioni dovrebbero renderli meno attraenti. Ma le prospettive di crescita economica e i profitti aziendali sono spesso un fattore molto più importante nella decisione di comprare, vendere o mantenere un'azione. E in un mercato resiliente - quando i politici tipicamente le propongono - tasse più alte sono ancora meno di un deterrente.

 

joe biden joe biden

"I mercati possono crescere, e crescere al di sopra del trend, anche se si alza l'aliquota dell'imposta sulle plusvalenze", ha detto Lori Calvasina, responsabile della strategia azionaria statunitense alla RBC Capital Markets di New York. "Non è la pallottola d'argento che ucciderà il mercato toro".

 

Il team della signora Calvasina ha osservato cosa succede al mercato azionario quando la tassa sui guadagni di capitale aumenta. Quando il tasso è aumentato negli anni passati, il team ha scoperto che l'indice S&P 500 è aumentato di circa l'11%.

 

joe biden si fa un selfie joe biden si fa un selfie

Gli aumenti proposti per l'imposta sui guadagni di capitale possono causare oscillazioni momentanee quando gli investitori cercano di bloccare l'apprezzamento sugli investimenti correnti, ma il mercato di solito recupera la sua posizione e le azioni salgono più in alto.

 

"Qualsiasi potenziale vendita di azioni sarà di breve durata e invertita nei trimestri successivi", hanno scritto gli analisti di Goldman Sachs alla fine dell'anno scorso sulla prospettiva di un aumento dell'imposta sui guadagni di capitale sotto il controllo democratico a Washington.

 

joe biden joe biden

Questo sembra essere il modo in cui il mercato si sta comportando. La notizia del 22 aprile che l'amministrazione Biden stava considerando di alzare la tassa ha mandato le azioni in rosso, ma la vendita è stata limitata. Le azioni sono scese solo dello 0,9% per la giornata e sono rimbalzate il giorno dopo.

 

Anche dopo il calo dello 0,7% di venerdì, il mercato si è seduto su un comodo guadagno di oltre l'11% quest'anno. L'S&P 500 è salito del 5,2% in aprile, il suo miglior mese nel 2021.

 

Lo stoicismo degli investitori può anche riflettere il fatto che il piano di Biden richiede l'approvazione del Congresso, dove c'è un sottile controllo democratico di entrambe le camere. Questo riduce la probabilità che l'aumento proposto - che tasserebbe il reddito ordinario e i guadagni di capitale nelle famiglie più ricche allo stesso tasso del 39,6% - sia attuato nella sua interezza.

 

wall street wall street

Se le azioni continuassero la loro salita, sarebbe in gran parte in linea con i periodi precedenti in cui le tasse sulle plusvalenze sono state aumentate.

 

Nel 2013, quando la tassa è salita all'attuale 23,8%, dal 15%, sugli americani con i redditi più alti, l'S&P 500 è salito di quasi il 30%. È stato l'anno migliore per le azioni negli ultimi due decenni. E dopo che l'aliquota massima salì al 28%, dal 20%, alla fine del 1986, il mercato continuò a salire di quasi il 40% per la maggior parte del 1987.

 

wall street wall street

Le azioni alla fine subirono il loro peggiore crollo in un solo giorno il lunedì nero dell'ottobre 1987, ma quel crollo aveva poco a che fare con la politica fiscale, e i mercati finirono l'anno leggermente più in alto.

 

Nel 1991, un piccolo aumento al 28,9% dell'aliquota sui guadagni di capitale per quelli con i redditi più alti coincise con un aumento del 26% dello S&P 500. Il motore principale di quel guadagno non aveva niente a che fare con le tasse; era l'emergere da una recessione.

 

wall street wall street

Allo stesso modo, gli investitori sembrano concentrarsi sulla prova che l'economia è sull'orlo di una crescita vertiginosa. Questa impennata è alimentata da un fiume di spesa del governo federale, tassi d'interesse al minimo e più vaccinazioni Covid-19. Nei primi tre mesi dell'anno, l'economia è cresciuta ad un ritmo annualizzato del 6,4%. A questo ritmo, il 2021 sarebbe il miglior anno di crescita dal 1984.

 

La crescita economica e i profitti aziendali tendono a salire insieme. E i segni di un'ulteriore spinta dell'economia si stanno già mostrando nei rapporti sui guadagni delle aziende quotate in borsa.

 

google faebook apple amazon google faebook apple amazon

I giganti della tecnologia come Tesla, Microsoft, Amazon, Apple e la società madre di Google, Alphabet, hanno tutti riportato profitti del primo trimestre che hanno superato le aspettative degli analisti.

 

Ora gli analisti di Wall Street stanno alzando ancora di più quelle previsioni di profitto, aspettandosi che i guadagni delle aziende dello S&P 500 salgano più del 30% quest'anno. All'inizio dell'anno, la previsione era un po' più del 20%. Se i profitti aziendali attesi appariranno, sarà il loro più grande rimbalzo in oltre un decennio.

 

google apple facebook amazon google apple facebook amazon

Tale crescente ottimismo per i profitti - tradizionalmente visti come il motore chiave dei prezzi delle azioni - dovrebbe superare di gran lunga qualsiasi impatto di un aumento delle tasse, hanno detto gli investitori.

 

Gli aumenti delle tasse non sono "l'evento principale", ha detto Saira Malik, responsabile degli investimenti presso la divisione azionaria globale di Nuveen, un grande gestore patrimoniale. "L'evento principale, per noi, è la crescita dei guadagni. La crescita degli utili, se si guarda, è ciò che guida i mercati toro".

 

Condividi questo articolo

politica