TRUMP CE L'HA MADURO - GLI USA INCRIMINANO IL PRESIDENTE VENEZUELANO PER NARCO-TERRORISMO E METTONO 15 MILIONI DI DOLLARI DI TAGLIA SULLA SUA CAPOCCIONA - IL TUTTO MENTRE IL PRESIDENTE INVITAVA L'OPPOSIZIONE AL ''DIALOGO'' DAVANTI ALL'ARRIVO DEL VIRUS E CHIEDEVA LA FINE DELLE SANZIONI AMERICANE PROPRIO PER AFFRONTARE LA PANDEMIA (INSIEME A IRAN, RUSSIA, CINA, SIRIA, COREA DEL NORD, NICARAGUA E CUBA)

-

Condividi questo articolo

 

1.NYT, GLI USA INCRIMINANO MADURO PER TRAFFICO DI DROGA

MADURO PUTIN MADURO PUTIN

 (ANSA) - Il presidente venezuelano Nicolas Maduro è stato incriminato negli Usa con accuse di traffico di droga dopo un'inchiesta delle autorità federali a Washington, New York e in Florida. Lo scrive il New York Times, aggiungendo che le imputazioni saranno annunciate a breve in un briefing del Dipartimento di Giustizia. Il quotidiano scrive che dovrebbero essere annunciate accuse anche contro una decina di altre persone, compresi dirigenti governativi e dell'intelligence e membri delle Forze armate rivoluzionarie (Farc), che hanno finanziato a lungo le loro attività con il traffico di cocaina.

 

2.USA, TAGLIA DA 15 MILIONI $ PER L'ARRESTO DI MADURO

Il dipartimento di Stato Usa offre sino a 15 milioni di dollari per informazioni utili all'arresto del presidente venezuelano Nicolas Maduro.

 

3.USA, TAGLIA DA 10 MILIONI $ SU ALTRI DIRIGENTI DEL VENEZUELA

maradona maduro maradona maduro

 (ANSA) - Il dipartimento di Stato Usa offre sino a 10 milioni di dollari per informazioni su altri dirigenti venezuelani accusati di narcotraffico insieme al presidente Maduro: il presidente dell'illegittima assemblea nazionale costituente Diosdado Cabello Rondón, l'ex capo dell'intelligence militare Hugo Carvajal Barrios, l'ex generale dell'esercito Clíver Alcalá Cordones e il ministro dell'Industria e della produzione nazionale Tareck Zaidan El Aissami Maddah.

 

4.CORONAVIRUS: VENEZUELA, MADURO INVITA A DIALOGO OPPOSIZIONE

 (ANSA) - Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha invitato l'opposizione - "tutta, o una parte di essa" - ad un dialogo "per raggiungere accordi che favoriscano e proteggano il nostro popolo" di fronte alla pandemia del coronavirus. Intervenendo ieri sera alla trasmissione tv 'Con el mazo dando' del presidente chavista dell'Assemblea nazionale costituente (Anc), Diosdado Cabello, Maduro ha lanciato una sfida all'opposizione ad unirsi alla gestione governativa di lotta al Covid-19 al fine di rafforzare le misure preventive e contrastarne l'espansione.

edgar zambrano juan guaido' edgar zambrano juan guaido'

 

"E faccio di più - ha proseguito - proponendo che la Nunziatura apostolica, il nostro cardinale (Aldo) Giordano, offra la Nunziatura per un incontro con persone dell'opposizione quali (Henrique) Capriles, (Henri) Ramos Allup, Manuel Rosales, e quanti altri vorranno aderire, per un tavolo di dialogo nazionale in cui si discuta su come proteggere la salute in Venezuela". Maduro ha concluso, rivolto agli oppositori, che "anche se non mi riconoscete come presidente, non importa, quello che mi interessa è che riconosciate la necessità di proteggere il popolo e che cessino le cospirazioni e si rimuovano le sanzioni contro i venezuelani".

MADURO SFILA CON L ESERCITO MADURO SFILA CON L ESERCITO

 

5.CORONAVIRUS: OTTO PAESI CHIEDONO LA FINE DELLE SANZIONI

(ANSA-AFP) - Otto paesi chiedono la fine delle sanzioni al fine di fronteggiare la crisi del coronavirus in una lettera al segretario generale dell'Onu Antonio Guterres poco prima dell'inizio del G20 in videoconferenza. Russia, Cina, Siria, Iran, Corea del Nord, Venezuela, Nicaragua e Cuba chiedono alle Nazioni Unite un impegno per togliere "subito e completamente" le misure imposte da Europa e Stati Uniti. Il G20, presieduto dall'Arabia Saudita, ha l'obiettivo di organizzare una risposta coordinata alla pandemia di Covid-19 che, secondo l'Onu, "minaccia l'umanità intera".

nicolas maduro nicolas maduro NICOLAS MADURO PIERFERDINANDO CASINI NICOLAS MADURO PIERFERDINANDO CASINI

 

Condividi questo articolo

politica

FORSE EVITIAMO LA BANCAROTTA - PRESTITI ALLE IMPRESE, L’UE CAMBIA LE REGOLE: “OK A GARANZIE STATALI FINO AL 100%” - GUALTIERI AVEVA ANNUNCIATO GARANZIE DEL 90% SU FINANZIAMENTI FINO AL 25% DEL FATTURATO. MA PROPRIO OGGI POMERIGGIO LA UE HA MODIFICATO LE NORME SUGLI AIUTI DI STATO - PATUANELLI ANNUNCIA CHE L’ITALIA SFRUTTERÀ SUBITO LA NOVITÀ - CON UNA GARANZIA TOTALE DA PARTE DELLO STATO LE PROCEDURE SONO MOLTO PIÙ RAPIDE PERCHÉ SI ELIMINA LA NECESSITÀ DA PARTE DELLE BANCHE DI UNA ANALISI DEL MERITO DI CREDITO DELL’IMPRESA