VIVA LA TURCHEXIT - BUTTAFUOCO: ''TUTTI SONO GIUSTAMENTE INDIGNATI CONTRO ERDOGAN CHE, SCONFITTO ALLE URNE, HA DISPOSTO NUOVE ELEZIONI A ISTANBUL. UNA SATRAPIA IRRISPETTOSA DELLA VOLONTÀ POPOLARE. SONO MOLTO D'ACCORDO SOPRATTUTTO I LIBERAL EUROPEISTI, QUELLI CHE CHIEDONO A LONDRA DI VOTARE DI NUOVO DOPO ESSERE STATI SCONFITTI DALLA BREXIT''

-

Condividi questo articolo

Pietrangelo Buttafuoco per ''Il Quotidiano Del Sud'' -

erdogan erdogan

https://www.quotidianodelsud.it/

 

 

Tutti sono giustamente indignati contro Erdogan. Il premier turco, sconfitto alle urne, a Istanbul, ha infatti disposto nuove elezioni e tutti giustamente ne contestano la decisione illiberale – propria della satrapia – irrispettosa delle regole e irriguardosa della volontà popolare già chiaramente espressa.

 

 

Tutti – liberal, va da sé, ed europeisti, manco a dirlo – sono una sola voce. Sono gli stessi “tutti” mobilitati nel chiedere a Londra di votare di nuovo dopo essere stati sconfitti dalla Brexit.

 

BREXIT BREXIT BREXIT BREXIT FARAGE E LA BREXIT FARAGE E LA BREXIT BREXIT - THE MIRROR BREXIT - THE MIRROR brexit 4 brexit 4

 

Condividi questo articolo

politica

DAGLI 80 EURO AGLI 80 VOTI: LA FINACCIA DEL PD - A CAGLIARI FRANCESCA GHIRRA CHIEDE IL RICONTEGGIO: "CONSIDERATE LE 1.300 SCHEDE NULLE E LE OLTRE VENTI CONTESTATE, CI SONO SOLO 80 VOTI CHE CI SEPARANO DAL BALLOTTAGGIO", CHIARISCE GHIRRA, CHE ALLA FINE SI FERMERÀ AL 47,7%, INVITANDO IL VINCITORE TRUZZU ALLA PRUDENZA - LA REPLICA: "MA QUALE PRUDENZA, IL SITO DEL COMUNE SCRIVE CHE HO RAGGIUNTO IL 50,12%, NEL 2016 MASSIMO ZEDDA VINSE AL PRIMO TURNO COL 50,01 E NESSUNO SI POSE PROBLEMI"

“IL PROSSIMO PASSO DEL GOVERNO E’ IL SALARIO MINIMO” - LUIGI DI MAIO ACCELERA SULLA RETRIBUZIONE CHE RIGUARDA 3 MILIONI DI LAVORATORI SOTTOPAGATI - QUANDO SI TRATTA DI TIRARE FUORI I SOLDI, CONFINDUSTRIA VA IN TILT: “BISOGNA RIDURRE LE TASSE E I CONTRIBUTI, DETASSANDO I PREMI DI PRODUZIONE” - GARNERO, ECONOMICA OCSE: “IL SALARIO MINIMO E' INTERESSANTE, CON POTENZIALITA' E LIMITI. IN ITALIA I CONTRATTI COLLETTIVI NON SONO SEMPRE RISPETTATI: IL 12% DEI LAVORATORI E' SOTTOPAGATO…