“MARADONA AMAVA LE DONNE GRASSE, ALLA BOTERO. LE PIÙ BRUTTE DI NAPOLI ERANO SUE” - GIAMPIERO GALEAZZI A ''STORIE ITALIANE'' RICORDA IL SUO AMICO DIEGO: “É STATO UN ANGELO E UN DEMONIO. E UN GRANDE UOMO DI SPETTACOLO. DOPO LA VITTORIA DEL PRIMO SCUDETTO EBBI L'INTUITO DI AFFIDARE A DIEGO IL MICROFONO. FECE L'INTERVISTATORE DEI COMPAGNI IN MODO SUPERBO – QUELLE CENE A MERGELLINA DOPO LE PARTITE" – VIDEO STRACULT

-

Condividi questo articolo

https://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/galeazzi-memories-cafonal-maradona-amava-donne-grasse-pi-brutte-124931.htm

 

Michela Tamburrino per “la Stampa”

 

galeazzi maradona galeazzi maradona

La notizia che Giampiero Galeazzi non avrebbe voluto avere, mette in moto tutta una serie di ricordi. Da inviato Rai ha conosciuto molto bene Maradona. Che rapporto aveva con lui?

galeazzi maradona galeazzi maradona

«Di amicizia. Quando ha giocato a Napoli ci si vedeva spesso. Dopo la partita si andava a mangiare la pizza sul lungomare di Mergellina. Poi in una saletta privata alla di sera ci guardavamo le altre partite, la moviola».

 

Si ricorda un momento particolare della sua vita da inviato legato a Maradona?

«I Mondiali del Messico, una situazione irripetibile da tanti punti di vista. Lo scontro era epico e nascondeva una rivalità ben più profonda. Parliamo della guerra delle Malvine, Fu lui a firmare il famoso goal con la mano, "la mano de Dios". Grazie al suo massaggiatore, Carmando, che era un suo grande amico, riuscii a guadagnare gli spogliatoi.

galeazzi maradona galeazzi maradona

 

E lei che fece?

«Gridai più forte che potevo per farmi sentire da Diego. Gli dissi: "Diego, cosi si gioca in Paradiso". Lui riuscì a sentirmi e mi rispose: " Sì, in Paradiso. Tutto questo l' ho fatto per l' Argentina. Ma non mi bastava perché l' emozione era fortissima. Gli gridai ancora: "Di che colore è il tuo goal?". E lui senza pensarci un attimo: "Azzurro come il cielo di Napoli"».

 

Chi era Maradona?

«Il più grande di calciatore del mondo. Al Napoli regalò due scudetti. Il primo nel 1987. Mentre tutti intervistavano la squadra io ebbi l' intuito di affidare a Diego il microfono. Lui che era un grande uomo di spettacolo fece l' intervistatore dei compagni in modo superbo. Amava le donne alla Botero ed é stato un angelo e un demonio. Angelo per come giocava, demonio perché aveva perso la battaglia con la droga».

ciro ferrara e diego armando maradona 3 ciro ferrara e diego armando maradona 3 galeazzi maradona galeazzi maradona galeazzi 8 galeazzi 8 galeazzi 1 galeazzi 1 giampiero galeazzi foto di bacco giampiero galeazzi foto di bacco galeazzi 9 galeazzi 9 galeazzi maradona 8 galeazzi maradona 8 diego armando maradona e ciro ferrara dopo la vittoria della coppa uefa diego armando maradona e ciro ferrara dopo la vittoria della coppa uefa galeazzi 15 galeazzi 15 galeazzi galeazzi DIEGO ARMANDO MARADONA AD ACERRA DIEGO ARMANDO MARADONA AD ACERRA GALEAZZI MARADONA RUMMENIGGE GALEAZZI MARADONA RUMMENIGGE

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS – SI PARTE DAL CONFLITTO TRA MICOSSI E PADOAN, SI CONTINUA CON IL CANDIDATO CEO ANDREA ORCEL, SPINTO DA CONSIGLIERE DIEGO DE GIORGI, SI PROSEGUE CON LA ROGNA DELLA FUSIONE CON MPS, CHE VEDE L’OPPOSIZIONE DEI 5STELLE E ORA ANCHE DI DEL VECCHIO - IL PATRON DI LUXOTTICA STA DIVENTANDO DAVVERO UN GROSSO PROBLEMA: SI È MESSO CONTRO NAGEL IN MEDIOBANCA, CONTRO DONNET IN GENERALI, CONTRO IL MEF SU MPS. IN QUESTO STALLO PERICOLOSO, BRILLA L’ASSORDANTE SILENZIO DI BANKITALIA

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute