“C’È UN RECORD CHE SINNER NON POTRÀ TOGLIERMI, QUELLO DEL NUMERO DI VITTORIE IN COPPA DAVIS” – NICOLA PIETRANGELI DICE DI NON ESSERE “GELOSO” DEI RISULTATI DI JANNIK: (“OGGI PER BATTERLO DEVE VENIRE IL DIAVOLO IN PERSONA”) MA POI SI RIFUGIA IN UNA BATTUTA QUANDO SI TRATTA DI DEFINIRLO IL TENNISTA ITALIANO PIÙ FORTE DI TUTTI I TEMPI. "QUANDO IO NON CI SARÒ, TRA DIECI ANNI, LO DIVENTERÀ. MA CERTI RAGIONAMENTI NON SI POSSONO FARE, TROPPO DIVERSI I TEMPI, I MATERIALI, GLI AVVERSARI...”

-

Condividi questo articolo


Da www.liberoquotidiano.it

 

 

pietrangeli sinner pietrangeli sinner

Nicola Pietrangeli è stato numero 3 al mondo, Jannik Sinner è già il numero 2, "ma c’è un record che non penso proprio potrà togliermi, quello del numero di vittorie in Coppa Davis. Tutti gli altri li batterà, tutti. Ma quello è impossibile", dice l'ex campione in una intervista a Il Giorno. Attenzione però, non è gelosia, "lo considero una benedizione dal cielo. Per tutto quello che rappresenta anche al di fuori del campo, dico solo una cosa: godiamocelo".

 

Perché "gli italiani sono un popolo non di sportivi, ma di tifosi. E quando uno vince sono sempre pronti a salire sul carro, che in questo momento è bello grosso. Adesso è pieno di gente che l’aveva previsto. Ma io penso che oggi per battere Sinner debba venire il diavolo in persona", prosegue Pietrangeli. "E forse non vincerebbe lo stesso, perché anche il diavolo ha qualche difetto, a Sinner non manca niente".

 

pietrangeli sinner e la coppa davis pietrangeli sinner e la coppa davis

Secondo l'ex tennista, "Jannik ha tutto, compreso l’entusiasmo e la carica. È un campione con la C maiuscola. Come si fa a non volere bene a un ragazzo di 22 anni che gioca bene ed è così carino ed educato? Chi ne parla male può essere solo invidioso". In questo momento, osserva, "servono poche parole, per definire Jannik: questo è un fenomeno che Gesù Bambino per fortuna ci ha mandato sui campi da tennis, togliendolo dalle piste da sci".

 

Sinner è forse destinato a diventare il tennista italiano più forte di tutti i tempi. "Quando io non ci sarò, tra dieci anni, lo diventerà. Battute a parte, certi ragionamenti non si possono fare, troppo diversi i tempi, i materiali, gli avversari... Alla fine l’unico metro applicabile sono i risultati" e per Pietrangeli Sinner "è già il numero uno". "L’unica cosa che non lo certifica è questa classifica fatta con i computer che non mi convince per niente", Sinner "sta iniziando adesso la sua ascesa, dove potrà arrivare non lo sa ancora nessuno, a chi sostiene di saperlo dica pure da parte mia che è un bugiardo. In questo momento è lui il migliore".

la faccia di sinner quando vede pietrangeli sul palco la faccia di sinner quando vede pietrangeli sul palco jannik sinner nicola pietrangeli premiazione jannik sinner nicola pietrangeli premiazione

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – JOE BIDEN VUOLE CHE GIORGIA MELONI METTA ALL’ORDINE DEL GIORNO DEL G7 L’USO DEI BENI RUSSI CONGELATI. PER CONVINCERE LA DUCETTA HA SPEDITO A ROMA LA SUA FEDELISSIMA, GINA RAIMONDO, SEGRETARIO AL COMMERCIO – GLI AMERICANI PRETENDONO DALL’EUROPA UN'ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ DOPO TUTTI I MILIARDI CHE WASHINGTON HA POMPATO A ZELENSKY. MA METTERE MANO AI BENI RUSSI È UN ENORME RISCHIO PER L’UNIONE EUROPEA: POTREBBE SPINGERE ALTRI PAESI (CINA E INDIA SU TUTTI) A RIPENSARE AI LORO INVESTIMENTI NEL VECCHIO CONTINENTE…

DAGOREPORT – PARTITI ITALIANI, PERACOTTARI D'EUROPA - L’ASTENSIONE “COLLETTIVA” SUL PATTO DI STABILITÀ È STATA DETTATA SOLO DALLA PAURA DI PERDERE CONSENSI IL 9 GIUGNO - SE LA MELONA, DOPO IL VOTO, PUNTA A IMPUGNARE UN PATTO CHE E' UN CAPPIO AL COLLO DEL SUO GOVERNO, IL PD DOVEVA COPRIRSI DAL VOTO CONTRARIO DEI 5STELLE – LA DUCETTA CONTINUA IL SUO GIOCO DELLE TRE CARTE PER CONQUISTARE UN POSTO AL SOLE A BRUXELLES. MA TRA I CONSERVATORI EUROPEI STA MONTANDO LA FRONDA PER IL CAMALEONTISMO DI "IO SO' GIORGIA", VEDI LA MANCATA DESIGNAZIONE DI UN CANDIDATO ECR ALLA COMMISSIONE (TANTO PER TENERSI LE MANINE LIBERE) – L’INCAZZATURA DI DOMBROVSKIS CON GENTILONI PER L'ASTENSIONE DEL PD (DITEGLI CHE ELLY VOLEVA VOTARE CONTRO IL PATTO)…

DAGOREPORT – GIUSEPPE CONTE VUOLE LA DIREZIONE DEL TG3 PER IL “SUO” GIUSEPPE CARBONI. IL DG RAI ROSSI NICCHIA, E PEPPINIELLO MINACCIA VENDETTA IN VIGILANZA: VI FAREMO VEDERE I SORCI VERDI – NEL PARTITO MONTA LA PROTESTA CONTRO LA SATRAPIA DEL FU AVVOCATO DEL POPOLO, CHE HA INFARCITO LE LISTE PER LE EUROPEE DI AMICHETTI - LA PRECISAZIONE DEL M5S: "RETROSCENA TOTALMENTE PRIVO DI FONDAMENTO. IN UN MOMENTO IN CUI IL SERVIZIO PUBBLICO SALE AGLI ONORI DELLE CRONACHE PER EPISODI DI CENSURA INACCETTABILI, IL MOVIMENTO 5 STELLE È IMPEGNATO NELLA PROMOZIONE DEGLI STATI GENERALI DELLA RAI..."