OTTAVI SÌ, MA CHE FATICA!- BERRETTINI E SINNER APPRODANO AGLI OTTAVI DI FINALE DEGLI US OPEN: IL 25ENNE ROMANO, NUMERO 8 DEL MONDO, SUPERA AL 5° SET IL BIELORUSSO ILYA IVASHKA, NUMERO 53 DEL RANKING ATP – PARTITA NON FACILE ANCHE PER SINNER CHE HA BATTUTO PER 7-6, 6-2, 4-6, 4-6, 6-4 IL FRANCESE GAEL MONFILS – DJOKOVIC CONTINUA LA SUA CORSA AL GRANDE SLAM…

-

Condividi questo articolo


Da "www.lastampa.it"

 

matteo berrettini 7 matteo berrettini 7

Matteo Berrettini approda a fatica agli ottavi di finale dello Us Open, quarta e ultima prova stagionale del Grande Slam. Il 25enne romano, numero 8 del mondo e sesta testa di serie, supera al 5° set il bielorusso Ilya Ivashka, numero 53 del ranking Atp, con il punteggio di 6-7 (5-7), 6-2, 6-4, 2-6, 6-3 in tre ore e 47 minuti. Berrettini sfiderà il tedesco Oscar Otte, numero 144 del mondo.

 

Anche Jannik Sinner si qualifica agli ottavi nel quarto e ultimo Slam della stagione in corso a New York. Il 20enne di Sesto Pusteria, numero 16 Atp e 13esimo favorito del seeding, ha battuto per 7-6(1), 6-2, 4-6, 4-6, 6-4 il francese Gael Monfils, numero 20 del ranking e 17esima testa di serie.

 

jannik sinner 1 jannik sinner 1

Agli ottavi anche il n.1 Novak Djokovic, che ha battuto il giapponese Kei Nishikori per 6-7 6-3, 6-3, 6-2. A Flushing Meadows Djokovic punta al successo finale per diventare il primo tennista dal 1969 (quando ci riuscì Rod Laver) a oggi a vincere i 4 tornei del Grande Slam nello stesso anno solare. 

 

nole djokovic 2 nole djokovic 2

L'avventura di Andreas Seppi agli Us Open di tennis, in corso a New York, si è fermata al terzo turno: il 37enne di Caldaro (Bolzano), n.89 dell'Atp, infatti, è stato sconfitto dal tedesco Oscar Otte, n.144 del ranking, promosso dalle qualificazioni e per la prima volta nel 'main draw' di Flushing Meadows. Seppi si è arreso in 4 set, per 6-3, 6-4, 2-6, 7-5. L'altoatesino allenato da Massimo Sartori era alla 18/a avventura consecutiva a Flushing Meadows, dove per la quarta volta era approdato al terzo turno (ci era già riuscito nel 2008, 2013 e 2015)

 

matteo berrettini 1 matteo berrettini 1 matteo berrettini 5 matteo berrettini 5 matteo berrettini 2 matteo berrettini 2 matteo berrettini 4 matteo berrettini 4 matteo berrettini 8 matteo berrettini 8 jannik sinner 2 jannik sinner 2 nole djokovic nole djokovic jannik sinner 3 jannik sinner 3 jannik sinner 4 jannik sinner 4 jannik sinner 5 jannik sinner 5 matteo berrettini 3 matteo berrettini 3 matteo berrettini 6 matteo berrettini 6

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ANCHE ROBERTA METSOLA VA IN PRESSING SU GIORGIA MELONI: LA PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO, RIELETTA CON UNA MAGGIORANZA RECORD DI 562 VOTI, COMPRESI QUELLI DI ECR, OGGI TELEFONERÀ ALLA DUCETTA PER CONVINCERLA A SMETTERLA DI NICCHIARE E APPOGGIARE ANCHE URSULA VON DER LEYEN – LA MELONI È CONSAPEVOLE DELL’IMPORTANZA DI NON AUTOESCLUDERSI, MA È TERRORIZZATA DALLA REAZIONE DI SALVINI, PRONTO A URLARE ALL’INCIUCIO CON I SOCIALISTI, E DAL SUO ELETTORATO EURO-SCETTICO – BIDEN O TRUMP? CHIUNQUE VINCA, PER L’UE È FINITA LA PACCHIA DELLA SICUREZZA PAGATA DAGLI USA...

DAGOREPORT – LA RESA DEI CONTI TRA BIDEN E OBAMA ARRIVERÀ A FINE LUGLIO, QUANDO SI TIRERANNO LE SOMME SULLA PENURIA DI DONAZIONI: ANCHE UN EVENTUALE SUCCESSO IN POLITICA INTERNAZIONALE (LA TREGUA A GAZA) RISCHIA DI NON ESSERE RISOLUTIVO PER “SLEEPY JOE” – I SONDAGGI CONTINUANO A FOTOGRAFARE UN TESTA A TESTA CON TRUMP: L’ATTENTATO AL TYCOON NON HA SMOSSO TROPPI CONSENSI. ORMAI L’AMERICA, SEMPRE PIÙ POLARIZZATA, RAGIONA SU ALTRI SCHEMI - IN UN PAESE CON 330 MILIONI DI ABITANTI E 450 MILIONI DI ARMI PUO' SUCCEDERE DI TUTTO…

DAGOREPORT - A MEDIASET NULLA SARÀ COME PRIMA: CON PIER SILVIO E MARINA AL COMANDO, TRAMONTA LA STELLA DEL GRAN CAPO DELL'INFORMAZIONE, MAURO CRIPPA (DA OLTRE 25 ANNI SOTTO L'ALA PROTETTIVA DI CONFALONIERI) - NELLA PROSSIMA STAGIONE TV, I CONDUTTORI-ULTRA’ CHE HANNO POMPATO I VOTI DI SALVINI E ORA TIRANO LA VOLATA ALLA MELONI (DEL DEBBIO, PORRO E GIORDANO) DOVRANNO DARSI UNA REGOLATA: PIER SILVIO VUOLE UN BISCIONE PLURALISTA - LO SCAZZO DI “PIERDUDI” CON PAOLO DEL DEBBIO - NICOLA PORRO, SE NON SI TOGLIE IL FEZ, RISCHIA DI PERDERE IL PROGRAMMA: LO STIPENDIO GLIELO PAGA MEDIASET, NON FRATELLI D’ITALIA - SILVIO NON C'E' PIU', CONFALONIERI HA 87 ANNI E CRIPPA INIZIA A PRENDERE CEFFONI: LA CACCIATA DELLA D’URSO E IL LICENZIAMENTO IN TRONCO DI DEL CORNO…

DAGOREPORT - I FRATELLINI D’ITALIA VARANO TELE-MELONI CON GIAMPAOLO ROSSI SEDUTO SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO E SIMONA AGNES (IN QUOTA FORZA ITALIA) ALLA PRESIDENZA - ALLA LEGA, CHE VUOLE LA DIREZIONE GENERALE, NIENTE. SALVINI S'INCAZZA DI BRUTTO E SFANCULA I MELONI DI VIALE MAZZINI: LE NOMINE RAI RISCHIANO DI SALTARE A SETTEMBRE - LA DAGO-INDISCREZIONE DI UNA TRATTATIVA IN CORSO PER UN TRASLOCO DI FIORELLO A DISCOVERY NON HA FATTO PER NIENTE PIACERE (EUFEMISMO) ALLA MELONA. C’È UN ANTICO AFFETTO E SIMPATIA TRA FIORELLO E L’EX BABY SITTER DELLA FIGLIA OLIVIA DIVENTATA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ED È SUBITO PARTITA UNA TELEFONATA DELLA MELONA AI “SUOI” DIRIGENTI RAI: IL SUO “FIORE ALL’OCCHIELLO” DEVE RESTARE IN AZIENDA A QUALSIASI COSTO…

DAGOREPORT - GIORGIA MELONI È AL SUO PIÙ IMPORTANTE BANCO DI PROVA: IL VOTO PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE DEFINIRÀ IL SUO PROFILO INTERNAZIONALE. FARÀ UNO SCATTO DA STATISTA, METTENDO GLI INTERESSI ITALIANI AL CENTRO E VOTANDO PER LA RICONFERMA DI URSULA VON DER LEYEN O DIRÀ “NO, GRAZIE”, IN VERSIONE RAMBA DELLA GARBATELLA, SPINGENDO L’ITALIA IN UN MARE DI GUAI? - DAL MES AL PATTO DI STABILITA’, DALLA FINANZIARIA AL POSTO DA COMMISSARIO, CON BRUXELLES BISOGNERA’ TRATTARE: MEGLIO FARLO DA AMICO CHE DA NEMICO - LA SPINTA DI CONFINDUSTRIA, TAJANI E CROSETTO: GIORGIA, VOTA URSULA…