VROOM! CON DOVI E ROSSI LA MOTO GP PARLA ITALIANO – A AUSTIN VALENTINO CHIUDE DIETRO RINS, LA CADUTA DI MARQUEZ STRAVOLGE LA CLASSIFICA DEL MONDIALE: ORA IN TESTA C’E’ DOVIZIOSO, ALLE SUE SPALLE  IL PESARESE - ROSSI: “MI SPIACE MOLTO, E’ TANTO CHE NON VINCO. QUANDO HO VISTO MARQUEZ A TERRA HO PENSATO DI POTERCELA FARE. MA SIAMO FORTI E CI RIPROVEREMo- VIDEO

-

Condividi questo articolo

Da gazzetta.it

valentino rossi valentino rossi

Per Rossi un secondo posto agrodolce ad Austin, che sa più di occasione perduta che di bel podio guadagnato: "Mi dispiace molto per la vittoria mancata perché quando ho visto Marc a terra mi sono emozionato, non me lo aspettavo e mi sono detto che forse ce l'avrei potuta fare, ma poi è arrivato Rins, ho spinto al massimo, ma lui è stato velocissimo alla fine - spiega Rossi -. Nel finale lui ha guidato meglio di me, io sinceramente avrei potuto anche farcela, ma ho fatto un paio di errori in frenata mentre Alex è stato bravissimo e in un paio di punti era davvero veloce, forte in frenata e staccata, e non sono riuscito a superarlo".

 

rossi rossi

Non che l'idea di un attacco disperato alla fine non lo abbia sfiorato: "Rins nel finale era messo meglio di me, era più veloce e faceva delle linee migliori: io se avessi fatto tutto perfetto un attacco disperato avrei pure potuto portarlo, ma non so come sarebbe andata. Peccato, mi dispiace tantissimo perché era una buona occasione per vincere ed è tanto che non vinco, ma ci siamo, siamo forti e ci riproveremo: siamo reduci da due bei week end, siamo sulla via giusta, avevo un bel passo e sembra che abbiamo preso la strada giusta".

 

  rossi marquez

RINS — Rins, al suo primo successo in carriera è raggiante: "Ringrazio tutti, i tifosi e la Suzuki che ha preparato una moto splendida, io ho fatto del mio meglio, mi sono sentito benissimo ed è incredibile vincere così davanti a Vale che era il mio idolo da ragazzo. Sono felicissimo, un gran risultato dopo tanto lavoro: quando ho visto Vale lì ho spinto al massimo e avevo la moto per provare a farcela. È andata bene. Mi sento bene, mi sento forte e stiamo facendo bei risultati".

 

MILLER — Miller, terzo è soddisfatto: "La squadra mi ha aiutato tantissimo, è stata un'emozione fortissima, dopo un week end incredibile. Ho avuto anche un po' di fortuna, forse la gomma non era proprio quella giusta e alla fine mi ha dato qualche problema, ma ce l'ho fatta a centrare questo podio prezioso".

 

DOVIZIOSO

Da gazzetta.it

dovizioso 3 dovizioso 3

Leader calmo. Andrea Dovizioso guida il mondiale grazie al 4° posto di Austin con cui ha raddrizzato un week end complicato dal mancato accesso alla Q2 e il conseguente 13° posto in griglia: "Mi sono svegliato pronto a combattere, ho guadagnato posizioni al via, ma non ero velocissimo e non avevo il feeling, soprattutto nel curvone lungo e poi anche alla curva 10 dove in un paio di occasioni mi si è chiuso lo sterzo - spiega il Dovi -. A quel punto mi sono messo lì, ho ritrovato pian piano il feeling, ho recuperato ritrovando un po' di passo, anche se non avevo il ritmo per inseguire quelli che mi stavano davanti".

 

BEI PUNTI — Alla fine il piazzamento però per il forlivese è utile, soprattutto in prospettiva: "Sono molto contento, questi sono bei punti, siamo in testa al mondiale e il campionato è lunghissimo: sono fiducioso perché mi sento più competitivo dell'anno scorso e da Jerez potremo spingere di più, però la lotta è più aperta. L'anno scorso la differenza la faceva Marquez, quest'anno no perché ci sono molti piloti veloci come Rossi, Rins e secondo me anche Viñales, ed è di certo più complicato, però mi sento fiducioso e non vedo l'ora di ripartire da Jerez dove l'anno scorso siamo andati bene".

 

la compagna di dovizioso la compagna di dovizioso

 

dovizioso dovizioso

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute