“PRESERVIAMO L’IDENTITÀ ITALIANA” (E GLI INTERESSI DI FAMIGLIA) - ALESSANDRO BENETTON SPIEGA IN UNA NOTA LA RATIO DELL’OPA SU ATLANTIA, CHE PORTERÀ AL DELISTING DELLA HOLDING DA PIAZZA AFFARI: SE TUTTI I SOCI ADERIRANNO ALL’OFFERTA DI EDIZIONE E BLACKSTONE L’OFFERTA VARRÀ 12,7 MILIARDI DI EURO - NEL POOL DI BANCHE CHE FINANZIERANNO L’OPERAZIONE CON 8 MILIARDI C’È ANCHE MEDIOBANCA - FONDAZIONE CRT SI È IMPEGNATA A PORTARE IN ADESIONE LA SUA QUOTA: GLI INCROCI DI TORINO TRA I BENETTON, BPM E GENERALI…

-

Condividi questo articolo


alessando benetton alessando benetton

1 - EDIZIONE E BLACKSTONE HANNO ANNUNCIATO L'OPA TOTALITARIA SU ATLANTIA AD UN PREZZO DI 23 EURO PER AZIONE. L'ANNUNCIO ARRIVA PRIMA DELL'APERTURA DEI MERCATI. A QUESTO SI AGGIUNGE UN DIVIDENDO DI 0,74 EURO CHE PORTA A 23,74 EURO IL VALORE DELL'AZIONE A CHI ADERISCE…

https://www.dagospia.com/rubrica-4/business/edizione-blackstone-hanno-annunciato-39-opa-totalitaria-atlantia-ad-306623.htm

 

2 - ATLANTIA: A. BENETTON, PRESERVIAMO IDENTITÀ ITALIANA

(ANSA) - "L'operazione annunciata oggi rappresenta un momento fondamentale nella storia di Edizione. Come più volte ribadito, il nostro investimento in Atlantia ha natura strategica ed è una nostra ferma volontà continuare a concorrere allo sviluppo sostenibile della società, mantenendone il radicamento italiano e valorizzando l'attuale disegno industriale".

 

ATLANTIA INVESTITORI ATLANTIA INVESTITORI

Lo spiega il presidente di Edizione Alessandro Benetton in una nota. "Abbiamo scelto di intraprendere questa iniziativa", aggiunge sempre riferendosi all'opa, "anche al fine di preservare l'integrità e l'identità italiana del Gruppo".

 

"Abbiamo trovato in Blackstone non solo un co-investitore di grande prestigio e solidità, ma anche un partner dichiaratamente di lungo periodo, con visione internazionale, pronto ad appoggiare con noi i programmi di sviluppo della società nell'assoluta condivisione dei valori e delle direttrici su cui si basa il nostro progetto industriale", aggiunge Alessandro Benetton.

 

il primo video di alessandro benetton da presidente di edizione 2 il primo video di alessandro benetton da presidente di edizione 2

 "Nel ruolo di principali azionisti di Atlantia, abbiamo scelto di intraprendere questa iniziativa non solo per sostenere al meglio i progetti industriali di Atlantia, focalizzati sulle infrastrutture di trasporto e indirizzati oggi verso la sostenibilità e l'innovazione al servizio della mobilità del futuro di persone e merci, ma anche al fine di preservare l'integrità e l'identità italiana del Gruppo", continua e aggiunge che "Nel rispetto della storia imprenditoriale della nostra famiglia e con l'attenzione che meritano tutte le persone che ogni giorno, in Italia e all'estero, lavorano per il Gruppo, abbiamo deciso di reinvestire tutta la nostra quota nel progetto di sviluppo di Atlantia rafforzando ulteriormente il nostro impegno e il nostro sostegno ai piani della società, riconoscendo al contempo al mercato quella che riteniamo essere oggi una più che corretta valutazione del titolo quotato".

ATLANTIA ATLANTIA

 

"Un'opportunità aperta - conclude il presidente di Edizione - anche ad altri investitori di Atlantia, nella convinzione che un'Atlantia forte, aperta all'estero ma con una chiara identità italiana, protagonista dello sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile, sia una ricchezza da preservare e sostenere".

 

3 - ATLANTIA: OPA VALE 12,7 MILIARDI

(ANSA) - Se tutti i soci di Atlantia aderiranno all'offerta di Edizione e Blackstone l'opa varrà oltre 12,7 miliardi di euro. Il controvalore complessivo dell'offerta, calcolato sulla base del prezzo fissato a 23 euro, è infatti di 12.706.188.770 euro.

 

il primo video di alessandro benetton da presidente di edizione 3 il primo video di alessandro benetton da presidente di edizione 3

Per finanziarlo gli investitori Blackstone, mediante aumenti di capitale sociale o altri conferimenti di capitale porteranno alla HoldCo fino 4.481.188.770 di euro mentre un pool di banche ha sottoscritto l'impegno a un finanziamento per 8.225.000.000 di euro.

 

4 - ATLANTIA: NELL'OPA EDIZIONE-BLACKSTONE ACCORDO SU QUOTA CRT

 (ANSA) - Nell'opa totalitaria di Edizione e Blackstone c'è anche l'accordo con Fondazione Cassa di Risparmio di Torino per la quota detenuta in Atlantia. Fondazione Crt si è impegnata a portare in adesione all'offerta 6.251.446 azioni di Atlantia, pari allo 0,76% del capitale sociale, entro 5 giorni lavorativi dall'inizio del periodo di adesione, e, in caso di esito positivo dell'Offerta, reinvestire tutti i proventi derivanti dalla vendita di tali Azioni per sottoscrivere azioni di Schemaquarantatrè (HoldCo) alle stesse condizioni degli investitori Blackstone.

ABERTIS ABERTIS

 

Le società costituite per l'opa (HoldCo e BidCo) hanno concesso a Fondazione Crt il diritto, esercitabile fino al 22 aprile 2022 di estendere l'Impegno di adesione a ulteriori 31.215.963 azioni, rappresentanti il 3,78% del capitale sociale dell'emittente, con facoltà di reinvestire in tutto o in parte i proventi per sottoscrivere azioni di HoldCo alle stesse condizioni degli Investitori Blackstone.

 

Nell'operazione l'offerente è assistito da Goldman Sachs Bank Europe succursale Italia, Mediobanca, Bank of America, J.P. Morgan Securities, Ubs e UniCredit quali advisor finanziari, da Gatti Pavesi Bianchi Ludovici, Legance - Avvocati Associati e Simpson Thacher & Bartlett LLP, quali advisor legali.

florentino perez florentino perez

 

5 - BENETTON LANCIA L'OPA SU ATLANTIA ACCORDO DEFINITO CON BLACKSTONE

Umberto Mancini per “il Messaggero”

 

Edizione e Blackstone sono pronti ad annunciare l'opa totalitaria su Atlantia. Lo faranno questa mattina prima dell'apertura dei mercati. Il prezzo non dovrebbe allontanarsi molto dai valori di ieri di Borsa (22 euro per azione), mentre la Bidco, la società veicolo che lancerà l'offerta d'acquisto, sarà al 60% dei Benetton e al 40% di Blackstone. Il fondo Usa farà poi spazio a Cig, già socio di Atlantia che aderirà all'opa

 

ALESSANDRO BENETTON ALESSANDRO BENETTON

Discorso simile per la Fondazione Crt, l'altro azionista del gruppo: entrerà nella Bidco ma con modalità diverse. Si tratterebbe di un conferimento di parte della quota nella società veicolo e di un'altra in adesione all'opa.

 

LE RISORSE

Ma come è strutturata l'operazione? Per l'opa totalitaria di Edizione e Blackstone su Atlantia, che ai valori attuali capitalizza in Borsa 18 miliardi di euro, sono previsti finanziamenti per circa 8 miliardi di euro. Le banche che hanno già deliberato l'appoggio alla Bidco messa in campo per l'opa sono Goldman Sachs, Jp Morgan, Bofa e Mediobanca e si attendono a breve le delibere di Intesa, Unicredit e Ubs.

 

I restanti 10 miliardi di spesa per finanziare l'offerta d'acquisto sono in capo alla holding dei Benetton, azionista al 33% di Atlantia, mentre 4 miliardi di nuova equity li metterà Blackstone.

ATLANTIA AUTOSTRADE ATLANTIA AUTOSTRADE

 

La struttura dell'operazione consente ad Edizione, azionista al 33,1 per cento di Atlantia e cassaforte della famiglia Benetton, di mettere al sicuro il gruppo da incursioni speculative, togliendo il titolo dal listino di Piazza Affari. Ieri la holding dei Benetton presieduta da Alessandro ha riunito il consiglio di amministrazione per analizzare e valutare la valenza dell'offerta.

BLACKSTONE1 BLACKSTONE1

 

E ha confermato la linea già nota in difesa di un asset che sotto la guida di Carlo Bertazzo nell'ultimo anno e mezzo si è riposizionato sul fronte della mobilità sostenibile ed è considerato strategico non solo per la società veneta ma anche per il Paese.

 

PEREZ IN ATTESA

Quanto al patron di Acs (e del Real Madrid) Florentino Perez, che si era fatto avanti con Gip e Brookfield per rilevare Atlantia a farne uno spezzatino - e per questo respinto dai Benetton - si sarebbe messo in posizione di attesa. Secondo Equita, anche se non si può escludere la possibilità di una controfferta da parte di coloro che hanno spinto Edizione all'Opa difensiva, la probabilità di cambiare l'attuale struttura di controllo di Atlantia è molto bassa.

il primo video di alessandro benetton da presidente di edizione 1 il primo video di alessandro benetton da presidente di edizione 1

 

La holding di partecipazioni dei Benetton non solo detiene Aeroporti di Roma, al top per qualità ed efficienza tra gli scali mondiali, e Telepass in Italia, ma è presente nel settore autostradale e aeroportuale anche all'estero: nella società autostradale spagnola Abertis (insieme ad Acs di Perez), in Aéroports de la Cote D'Azur e ha quote di minoranza in Getlink, la società che gestisce il tunnel sotto la Manica, e nel costruttore tedesco Hochtief.

 

In occasione dell'Investor Day dell'11 marzo scorso, Bertazzo aveva indicato rotta e target operativi e finanziari. Per il traffico sulle autostrade a pedaggio è previsto nel 2024 un incremento dell'11% rispetto al 2019 (+5% cagr 2021-2024) mentre il traffico aeroportuale al 2024 vede ancora una flessione rispetto ai livelli pre-covid del 2019. I ricavi al 2024 sono in crescita a 7,7 miliardi con un incremento del 20% rispetto al 2021. Cresce anche la redditività con l'Ebitda a 5,1 miliardi con un progresso del 27% rispetto al 2021.

abertis abertis

 

GLI INCROCI DI TORINO TRA ATLANTIA, BPM E GENERALI - LE TRE PARTITE SONO LEGATE DA UN FILO COMUNE: LA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI TORINO, SOCIO SIA DEI BENETTON SIA DELLA BANCA FINITA NEL MIRINO DELL’AGRICOLE, DOVE SI ATTESTA SOTTO IL 2%. PIÙ O MENO LA QUOTA DETENUTA NEL CAPITALE DEL COLOSSO DELLE ASSICURAZIONI, IN CUI CRT HA UN RUOLO CHIAVE: DALL’INIZIO DELLA CONTESA SULLA GOVERNANCE HA SCELTO DI LEGARSI AL “PATTO DI CONSULTAZIONE” TRA CALTAGIRONE E DEL VECCHIO, E ORA DEVE SCHIERARE IL SUO VOTO IN ASSEMBLEA. IERI PERÒ LE PARTITE AVREBBERO RISCHIATO UNA COLLISIONE...

https://www.dagospia.com/rubrica-4/business/incroci-torino-atlantia-bpm-generali-tre-partite-sono-306614.htm

 

blackstone blackstone

 

 

Condividi questo articolo

business

MILLERI E UNA NOTTE - DEL VECCHIO ERA RICOVERATO DA OLTRE UN MESE AL SAN RAFFAELE DI MILANO PER UN “INSULTO” AL CUORE, AGGRAVATO DA UNA POLMONITE BILATERALE - IL PAPERONE DI AGORDO INTRAPRESE MALVOLENTIERI LA CONQUISTA DI MEDIOBANCA, FATTA SOPRATTUTTO SU SOLLECITAZIONE DEL SUO DELFINO FRANCESCO MILLERI, CHE HA SEMPRE MALSOPPORTATO (EUFEMISMO) NAGEL. UN’OSTILITÀ CHE SI TRASFORMÒ IN ASTIO QUATTRO ANNI FA, ALL’EPOCA DEL FALLITA PRESA DELLO IEO E DEL MONZINO - A QUESTO PUNTO, TUTTO IL MONDO DELLA FINANZA È GOLOSO DI SAPERE SE I SETTE EREDI PERMETTERANNO ANCORA AL VISPO MILLERI DI CONTINUARE A GETTARE MILIARDI SULLA IRTA STRADA CHE PORTA A ESPUGNARE PIAZZETTA CUCCIA, O MAGARI LO CONVINCERANNO A CAMBIARE IDEA…