CIAK, MI GIRA - MAGARI È UNA RISPOSTA POLITICA E GENERAZIONALE AL GOVERNO DELLE MELONI SISTERS + LOLLOBRIGIDA QUELLA DI ANDARE A VEDERE E SOPRATTUTTO PARLARE, BENE O MALE CHE SIA NON IMPORTA, DI “IL SOL DELL’AVVENIRE” DI NANNI MORETTI. MEGLIO CHE POLTRIRE SUL DIVANO VEDENDO LILLI GRUBER ALLE PRESE CON TRAVAGLIO E BOCCHINO - INTANTO “SUPER MARIO BROS - IL FILM” SEGUITA A PORTARE I TRENTENNI E I LORO FIGLI AL CINEMA. INCASSA ALTRI 594 MILA EURO, PER UN TOTALE DI 16 MILIONI 348 MILA EURO. MORETTI È TERZO CON 254MILA EURO… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

Marco Giusti per Dagospia

 

nanni moretti il sol dell avvenire 3 nanni moretti il sol dell avvenire 3

Magari è una risposta politica e generazionale al governo delle Meloni sisters + Lollobrigida quella di andare a vedere e soprattutto parlare e parlare e parlare, bene o male che sia non importa, “Il sol dell’avvenire” di Nanni Moretti. Un atto di militanza da vecchi compagni che ha innescato la miccia della discussione.

 

Meglio parlare dei sabot, del PCI del 1956 o di quanto è invecchiato o non invecchiato Moretti che poltrire sul divano vedendo Lilli Gruber alle prese con Travaglio e Bocchino a parlare di governo, migranti, vignette.

 

SUPER MARIO BROS SUPER MARIO BROS

Anche se credo sia un problema davvero di un agguerrito ma non così sterminato gruppo di sessanta-settantenni, la cosa curiosa è che tutti, ma proprio tutti, hanno intasato Facebook o seguitano a parlare del film di Moretti. Tutti critici.

 

Intanto “Super Mario Bros - Il film” seguita a portare clamorosamente i trentenni e i loro figli al cinema. Anche perché è un delizioso cartone animato che puoi vedere a 3 anni e mezzo come a 35 e sentirti parte di una comunità senza doverlo scrivere per forza su Facebook. Così anche ieri “Super Mario Bros” incassa 594 mila euro portando 79 mila spettatori al cinema, ha 462 sale, per arrivare a un totale di 16 milioni 348 mila euro. E non si fermerà di certo. Perché i bambini ce li riporti. In tutto il mondo è arrivato a 875 milioni di dollari.

 

 

la casa – il risveglio del male 4 la casa – il risveglio del male 4

Primo ovunque a parte in Cina, dove non se lo bevono proprio e preferiscono le anime giapponese, “The First Slam Dunk” e “Suzume”. Altro caso dell’anno. Il secondo posto non va a Moretti ma a “La casa – Il risveglio del male” di Lee Cronin, che ora vorrei proprio vedere, con 301 mila euro, 38 mila spettatori in 324 sale per un totale di 1 milione 240 mila euro. “Il sol dell’avvenire” di Moretti passa così al terzo posto con 254 mila euro. 37 mila spettatori in 448 sale con un totale di 1 milione 206 mila euro.

 

Russel Crowe - l'esorcista del papa Russel Crowe - l'esorcista del papa

Quarto posto per il Russell Crowe in lambretta di “L’esorcista del Papa” di Julius Avery con 136 mila euro, 18 mila spettatori in 308 sale e un totale di 1,9 milioni di euro. Si è sgonfiato presto, massacrato da un horror più riuscito, cioè “La casa”.

 

Quinto posto per “Air” con Ben Affleck e Matt Damon, 106 mila euro, 14 mila spettatori e un totale di 2, 8 milioni, seguito dall’orso pippato “Cocainorso” di Elizabeth Banks con 104 mila euro, 13 mila euro e un totale di 416 mila euro. Se non fosse un film così splatter e non avesse come protagonista un orso pippato con la storia dell’orsa assassina di questi giorni avrebbe fatto il botto.

 

super mario bros il film. 9 super mario bros il film. 9

 

Vi segnalo due ottimi film poco visti, ma decisamente da vedere. “November – Cinque giorni dopo il Bataclan” di Cédric Jimenez, il regista di “Bac Nord”, con Jean Dujardin, Anais Demoustier, Sandrine Kiberlain, 12° posto ieri con 11 mila euro, ricostruzione di quel che accadde nei cinque giorni che seguirono il Bataclan per catturare i responsabili. Lo trovate in 107 sale.

 

E “As bestas” dello spagnolo Roderigo Sorogoyen con Denis Ménochet, Marina Fois, Luis Zahora, Diego Anido, micidiale guerra tra vicini nei boschi della Galizia tra chi vuole vendere il terreno per impiantare pale eoliche e chi non lo vuole vendere. Ma è anche una guerra di cultura e di ignoranza. I contadini spagnoli non vedono bene i sofisticati vicini francesi che sono arrivati in Galizia per fare i contadini radical chic. E la polizia del luogo non riesce a capire la pesantezza del problema. Ma è anche uno scontro al maschile di possesso sulla propria terra.

as bestas. 4 as bestas. 4

 

Girato benissimo e scritto, da Isabel Pena, con un particolare occhio allo sviluppo dei personaggi femminili, “As bestas” merita parecchio di più del 17° posto, ieri a 8 mila euro, 1282 spettatori in 43 sale. Fenomenali la coppia di francesi, la bravissima Marina Fois e il grosso Denis Ménochet, che ritroverete come veterano killer in “Beau ha paura”. 

nanni moretti e margherita buy in il sole dell'avvenire nanni moretti e margherita buy in il sole dell'avvenire

Russel Crowe - l'esorcista del papa Russel Crowe - l'esorcista del papa as bestas. 3 as bestas. 3 la casa – il risveglio del male 3 la casa – il risveglio del male 3

nanni moretti e silvio orlando in il sole dell avvenire nanni moretti e silvio orlando in il sole dell avvenire nanni moretti silvio orlando il sol dell'avvenire nanni moretti silvio orlando il sol dell'avvenire LA LOCANDINA FRANCESE DI IL SOL DELL'AVVENIRE - IL NUOVO FILM DI NANNI MORETTI LA LOCANDINA FRANCESE DI IL SOL DELL'AVVENIRE - IL NUOVO FILM DI NANNI MORETTI

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE

DAGOREPORT - STATI DISUNITI D'AMERICA: NIKKI HALEY CONTINUA A ESSERE UMILIATA DA TRUMP MA NON SI FERMERÀ: HA DALLA SUA ANCORA MOLTI MILIONI DI FINANZIAMENTI (16,5 INCASSATI SOLO A GENNAIO) E I SUOI DONATORI VOGLIONO FARLA ARRIVARE ALLA CONVENTION PER VEDERE L'EFFETTO CHE FA. NON SIA MAI CHE ARRIVI UNA CONDANNA PER IL PUZZONE – TRUMP È TALMENTE DETESTATO CHE, SECONDO I DEM, GLI ELETTORI DELLA HALEY CONVERGEREBBERO SU BIDEN. E C’È CHI SI SPINGE ALLA FANTA-POLITICA: UN TICKET DI “SLEEPY JOE” CON NIKKI COME VICE…

FLASH! – MA CHE CI AZ-ZECCA L’AGRICOLTURA CON LA ZECCA DELLO STATO? LEGGETE IL BANDO PER IL NUOVO UFFICIO STAMPA DELLA ZECCA, GUIDATO DALL'ECLETTICO FRANCESCO SORO (GIA' CAPO DI GABINETTO DI MALAGÒ AL CONI, CON CUI È FINITA A STRACCI, POI PASSATO AL MISE SOTTO L’ALA PROTETTIVA DI GIORGETTI) - SORO CHIEDE, TRA I REQUISITI, OLTRE A LAUREA E  “CONSOLIDATA” ESPERIENZA NEI MEDIA, UNA DOTE INDISPENSABILE PER LA ZECCA: “RISULTERANNO SIGNIFICATIVE EVENTUALI ESPERIENZE RIFERITE ALLA FILIERA AGROALIMENTARE E VITIVINICOLA” - CHISSA' QUANTI CANDIDATI AVRANNO TALE COMPETENZA? AH, SAPERLO...

FLASH! – LA RAI CHE VERRÀ? ECCOLA! IERI, IN PRIMA SERATA SU RAI3, “IL PROVINCIALE” CONDOTTO DA FEDERICO QUARANTA, HA COINVOLTO LA MISERIA DI 493.000 SPETTATORI E IL 2.8% DI SHARE (PEGGIO PURE DI NUNZIA DE GIROLAMO) - TRATTASI DEL PROGRAMMA-SIMBOLO DI ANGELO MELLONE, DIRETTORE DELL'INTRATTENIMENTO DAY TIME - UN TIPINO PERBENE, ANZI PERBENITO, CAPACE DI TUTTO: SCRITTORE, CANTANTE, POETA, REGISTA. NONCHÉ CANDIDATO A FARE IL DIRETTORE GENERALE O FICTION UNA VOLTA CHE LA DUCETTA INNALZERÀ IL SUO PRETORIANO GIAMPAOLO ROSSI AD AMMINISTRATORE DELEGATO…