IL DIVANO DEI GIUSTI/1 - CHE VEDIAMO STASERA? SU SKY NON PERDETEVI LA BELLISSIMA RIDUZIONE BALZACHIANA DI "ILLUSIONI PERDUTE" DIRETTA DA XAVIER GIANNOLI CON BENJAMIN VOISIN E GERARD DEPARDIEU. C'È TUTTO: L’ODORE DEI SOLDI, IL RAPPORTO FRA GIORNALI E POTERE, LE BUFALE E LE FAKE NEWS GLI ARTICOLI COMPRATI, L’EDITORIA IN MANO AGLI ANALFABETI, GLI SCRITTORI PIACIONI, LE RECENSIONI DI LIBRI MAI LETTI, LE PRIME DOVE “I POSTI MIGLIORI SONO OCCUPATI DAI PEGGIORI. MEGLIO DI DAGOSPIA… ANZI DAGOSPIA CHE RITROVA LA SUA EREDITÀ BALZACHIANA.." - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Marco Giusti per Dagospia

 

pistol 3 pistol 3

Che vediamo stasera? Io sono ancora dietro a “Pistol”, la storia dei Sex Pistols e dei loro rapporti con Malcolm McLaren e Vivienne Westwood diretta da Danny Boyle, tratta dal libro autobiografico di Steve Jones. Certo, è una visione della storia ripresa forse da un’angolazione minore o di parte, ma anche così lo trovo un gran divertimento. “Harry Palmer - Il caso Ipcress”, la nuova serie con Joe Cole e Lucy Boynton tratta da “Ipcress” di Len Deigton, che dette vita a una serie di film negli anni ’60 con Michael Caine con capelli biondi, accento cockney e occhiali nei panni dell’agente Harry Palmer, in onda su Sky, ricostruisce bene l'epoca ma è un po’ noiosa.

 

harry palmer il caso ipcress 3 harry palmer il caso ipcress 3

Mi sono visto un paio di puntate però. Molto ben fatta. Magari ci riprovo. Ma preferivo i vecchi film, soprattutto il primo, “Ipcress”, diretto da Sidney J. Furie, che buttò nel fuoco il copione al primo giorno di riprese e litigò col produttore Harry Saltzman. Gli americani non volevano neanche distribuire il film perché non si era mai visto un agente segreto con gli occhiali e che si cucinava da solo. Ma per Michael Caine fu il lancio verso il successo internazionale.

illusioni perdute 2 illusioni perdute 2

Su Sky non perdetevi la bellissima riduzione balzachiana di "Illusioni perdute" diretta da Xavier Giannoli con benjamin Voisin e Gerard Depardieu. C'è tutto: l’odore dei soldi, il rapporto fra giornali e potere, le bufale e le fake news (la bufala e la sua smentita sono due notizie” - “il giornale prenderà per vero tutto ciò che è probabile”), gli articoli comprati, l’editoria in mano agli analfabeti, gli scrittori piacioni, le recensioni di libri mai letti, le prime dove “i posti migliori sono occupati dai peggiori”, perfino il liberismo inteso come la libertà della volpe in un pollaio. Meglio di Dagospia… Anzi Dagospia che ritrova la sua eredità balzachiana.

finale a sorpresa 3 finale a sorpresa 3

 Ottimo anche "Finale a sorpresa", sempre su Sky, Salutato dal pubblico dei critici a Venezia un anno fa come se non avessero mai visto una commedia o un mélo sul mondo del cinema, magari diretti da registi geniali come Robert Aldrich o Vincente Minnelli.

finale a sorpresa 2 finale a sorpresa 2

 

Scritto e girato in Spagna dal duo argentino di sceneggiatori-registi Gaston Duprat e Mariano Cohn, responsabili di un altro celebre film da festival, “Il cittadino illustre”, ma anche di tanti programmi televisivi di successo in patria che ci sono ignoti,  con un bel tris di attori protagonisti, Penelope Cruz, Antonio Banderas e Oscar Martinez è una divertente satira del mondo dei registi impegnati, in questo caso una regista militante lesbica interpretata dalla Cruz, degli attori che se la tirano e degli sceneggiatori. Divertente è divertente.

inexorable 1 inexorable 1

 Su Amazon prime trovate invece freschissimo "Nostalgia" di Mario Martone con Pierfrancesco Favino e Tommaso Ragno, il curioso thriller belga "Inexorable" di Fabrice Du Weisz con Benoit Poelvoorde nei panni di uno scrittore che si trasferisce con la famiglia in una casa che ha ereditato e lì l'arrivo di una ragazza, Alba Gaia Bellugi, scatenerà qualcosa di inaspettato.

the forgiven 3 the forgiven 3

Da vedere anche il thriller drammatico "The Forgiven", scritto e diretto da John Michael McDonagh, fratello di Martin McDonagh, con Ralph Fiennes, Jessica Chastain e Matt Smith, cioè il Daemon di "House of Dragon".  Non male per la critica. Ma la bomba dovrebbe essere un thrillerone con serial killer russo, "The Execution", di Lado Kvatanya con Niko Tavadze, una sorta di caccia al mostro infinita, perché anche quando è preso, nessuno riesce a trovare delle vere prove contro di lui...

pistol pistol finale a sorpresa 1 finale a sorpresa 1 finale a sorpresa 4 finale a sorpresa 4 the execution 3 the execution 3 inexorable 2 inexorable 2 the execution 1 the execution 1 the execution 2 the execution 2 PIERFRANCESCO FAVINO IN NOSTALGIA DI MARIO MARTONE PIERFRANCESCO FAVINO IN NOSTALGIA DI MARIO MARTONE pistol pistol the forgiven 1 the forgiven 1 jessica chastain the forgiven jessica chastain the forgiven harry palmer il caso ipcress 2 harry palmer il caso ipcress 2 the forgiven 2 the forgiven 2 pierfrancesco favino nostalgia di mario martone 1 pierfrancesco favino nostalgia di mario martone 1 pierfrancesco favino nostalgia di mario martone pierfrancesco favino nostalgia di mario martone nostalgia di mario martone nostalgia di mario martone pierfrancesco favino nostalgia di mario martone pierfrancesco favino nostalgia di mario martone harry palmer il caso ipcress 1 harry palmer il caso ipcress 1 illusioni perdute illusioni perdute illusioni perdute 8 illusioni perdute 8 illusioni perdute 1 illusioni perdute 1 illusioni perdute 2 illusioni perdute 2 illusioni perdute. illusioni perdute. illusioni perdute 3 illusioni perdute 3 illusioni perdute. illusioni perdute. vincent lacoste benjamin voisin illusioni perdute vincent lacoste benjamin voisin illusioni perdute illusioni perdute 3 illusioni perdute 3 pistol 2 pistol 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - E DIVORZIO FU! CON UN ACCORDO SULLA PROPRIETÀ DI UNA VILLA A FIESOLE, OMOLOGATO DALLA PROCURA DI FIRENZE QUESTA MATTINA, È SCESO DEFINITIVAMENTE IL SIPARIO: FRANCESCA PASCALE E PAOLA TURCI HANNO SCIOLTO LA LORO UNIONE CIVILE - ORA GLI ATTI DEL DIVORZIO VERRANNO TRASFERITI AL COMUNE DI MONTALCINO, DOVE, APPENA DUE ANNI FA. FU CELEBRATO IL “MATRIMONIO” DELL'EX FIRST LADY DEL BERLUSCONISMO CON LA CANTAUTRICE - PURTROPPO, ANCHE I MIRACOLI LESBO SONO COME QUELLI ETERO: NON DURANO. FINITA L’INIZIALE PASSIONE, DA ALMENO UN ANNO L’ALCHIMIA EROTICA TRA PAOLA E FRANCESCA ERA ALLA DERIVA CON L’ENTOURAGE DELLA COPPIA CHE SUSSURRAVA DI “CADUTA DEL DESIDERIO”, “CRISI”, “SCAZZI”, “ALLONTANAMENTI”, LITIGI E RIPICCHE. QUESTA MATTINA, L’ULTIMO ATTO…

DAGOREPORT - "BENVENUTI A PAMPLONA, TURISTI DEL CAZZO"! - CRONACHE DALLA FOLLE FESTA DI SAN FERMIN, DOVE ALLE 8 DI MATTINA MIGLIAIA DI PERSONE SCAPPANO PER QUASI UN CHILOMETRO SPERANDO DI NON FARSI INCORNARE DAI TORI: NON TUTTE CI SONO RIUSCITE, DAL 1910 IL BILANCIO DELLE VITTIME E' DI 16 PERSONE - L'ARRIVO DEI BESTIONI NELL'ARENA GREMITA DI GENTE UBRIACA CHE CANTA I RICCHI E POVERI. LE NOTTI A LUCI ROSSE DEI TURISTI AMERICANI. LA FINALE DEGLI EUROPEI IGNORATA COMPLETAMENTE ("GLI SPAGNOLI? DEI FIGLI DI PUTTANA") - VIDEO

DAGOREPORT - LA DISAVVENTURA CHE VIDE GIANNI AGNELLI E IL PLAYBOY GIGI RIZZI FINIRE PER TRE GIORNI IN UNA GALERA FRANCESE - UNA BOMBASTICA STORIA RACCONTATA DA UN EX DIRIGENTE FIAT CHE, VA AMMESSO, NON È SOSTENUTA DA UN DOCUMENTO O INDISCREZIONI GOSSIP - IL FATTACCIO AVVENNE NEL1969 A CAP FERRAT: LA TRUPPA SBRONZA E SU DI GIRI CAPITANATA DA GIGI RIZZI, RINFORZATA DALLA PRESENZA CHIC DELL’AVVOCATO, MISE SOTTOSOPRA UN NIGHT CLUB. CI VOLLE L'INTERVENTO DELLA POLIZIA PER FRENARE LA BABILONIA DEGLI "ITALIENS” - RIZZI E AGNELLI FURONO BECCATI IN POSSESSO DI DOSI DI COCAINA E FINIRONO IN GATTABUIA...

DAGOREPORT – ANCHE ROBERTA METSOLA VA IN PRESSING SU GIORGIA MELONI: LA PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO, RIELETTA CON UNA MAGGIORANZA RECORD DI 562 VOTI, COMPRESI QUELLI DI ECR, OGGI TELEFONERÀ ALLA DUCETTA PER CONVINCERLA A SMETTERLA DI NICCHIARE E APPOGGIARE APERTAMENTE URSULA VON DER LEYEN – LA DUCETTA È CONSAPEVOLE DELL’IMPORTANZA DI NON AUTOESCLUDERSI, MA È TERRORIZZATA DI PERDERE ECR, DALLA REAZIONE DI SALVINI PRONTO A URLARE ALL’INCIUCIO CON I SOCIALISTI E DALLO ZOCCOLO POST-FASCIO DEL SUO ELETTORATO, DA SEMPRE EURO-SCETTICO – BIDEN O TRUMP? CHIUNQUE VINCA, PER L’UE È FINITA LA PACCHIA DELLA SICUREZZA MILITARE PAGATA DAGLI USA...

DAGOREPORT – LA RESA DEI CONTI TRA BIDEN E OBAMA ARRIVERÀ A FINE LUGLIO, QUANDO SI TIRERANNO LE SOMME SULLA PENURIA DI DONAZIONI: ANCHE UN EVENTUALE SUCCESSO IN POLITICA INTERNAZIONALE (LA TREGUA A GAZA) RISCHIA DI NON ESSERE RISOLUTIVO PER “SLEEPY JOE” – I SONDAGGI CONTINUANO A FOTOGRAFARE UN TESTA A TESTA CON TRUMP: L’ATTENTATO AL TYCOON NON HA SMOSSO TROPPI CONSENSI. ORMAI L’AMERICA, SEMPRE PIÙ POLARIZZATA, RAGIONA SU ALTRI SCHEMI - IN UN PAESE CON 330 MILIONI DI ABITANTI E 450 MILIONI DI ARMI PUO' SUCCEDERE DI TUTTO…