“LA DISPUTA TRA GEOLIER E ANGELINA MANGO? È L'ESPRESSIONE CANORA DI UN PAESE FRAMMENTATO” – MARCO MOLENDINI: “UN’ ITALIA ALLENATA DALLE CONTINUE CONTESE ELETTORALI, CHE SI ABBANDONA A OGNI PRETESTO PER FARE ZIZZANIA: MELONIANI, SALVINIANI, LEGHISTI, PIDDINI, GRILLINI, RENZIANI, CALENDIANI E, ORA, ANCHE GEOLERIANI E MANGHIANI NELLA PIÙ PRETESTUOSA DELLE POLEMICHE, DIMENTICANDO COME IL PASSATO SIA PIENO DI MISFATTI E SOSPETTI SUL TELEVOTO, SISTEMA SOGGETTO A MANIPOLAZIONE CON I BOT (I CALL CENTER DIGITALI CHE PERMETTONO DI VOTARE A OLTRANZA). IL FESTIVAL L'HANNO VISTO MILIONI DI ITALIANI? DAL 2022 LE RILEVAZIONI CONTEGGIANO TUTTO, TV, DEVICE, SMARTPHONE. L'ASCOLTO È IL RISULTATO DI UNA POLVERIZZAZIONE (AI 45 MILIONI DI APPARECCHI TELEVISIVI SI AGGIUNGONO CIRCA 75 MILIONI DI NUOVI SCHERMI). SAREBBE INTERESSANTE SAPERE…”

Condividi questo articolo


Marco Molendini per Dagospia

 

marco molendini foto di bacco marco molendini foto di bacco

Evviva “La noia” che trionfa nel Sanremo dei trionfi. Trionfa Angelina Mango, la figlia del cantautore scomparso dieci anni fa, trionfa Geolier eroe del popolo, trionfa Amadeus con il suo Fiorello, trionfa la ritualità delle polemiche finali. Una cumbia di polemiche (la cumbia che cita Angelina nella sua canzone è un ritmo ossessivo, di origine africana, ballabilissimo che ha nella ripetitività incalzante il suo fascino irresistibile) a partire dalla vittoria negata di Geolier, che dilaga nel voto popolare ma viene frenato dal voto della stampa e delle radio: altolà nordista, si accusa, dimenticando che la Mango viene dal sud ancora più profondo.

 

angelina mango geolier 3 angelina mango geolier 3

Una disputa che è l'espressione canora di un paese frammentato, allenato dalle continue contese elettorali, che si abbandona a ogni pretesto per fare zizzania: meloniani, salviniani, leghisti, piddini, grillini, renziani, calendiani e, ora, anche geoleriani e manghiani nella più pretestuosa delle polemiche, dimenticando come il passato sia pieno di misfatti e sospetti sul televoto, sistema facilmente controllabile, soggetto a manipolazione con i Bot (i call center digitali che permettono di votare a oltranza con false email o contatti provvisori).

geolier annalisa angelina mango geolier annalisa angelina mango

 

Per questo a Sanremo, ormai da anni, si era scelto di calmierare il verdetto con un voto composito, bilanciando il televoto con il voto della sala stampa e radio. Ma siamo in tempi di esaltazione della democrazia diretta e, allora, ecco che il responso popolare torna in auge. È il regime dei numeri assoluti. Lo stesso sistema che ha governato la scelta del cast canoro sanremese (con Amadeus orgoglioso dei suoi criteri, che a ogni occasione ha esaltato il corredo di visualizzazioni e ascolti di ciascun cantante).

 

angelina mango geolier 2 angelina mango geolier 2

Lo stesso atteggiamento che decreta che, siccome il festival l'hanno visto milioni e milioni di italiani, è sicuramente piaciuto, che le canzoni sono belle (e sia quella di Angelina Mango che quella di Geolier sono mediocri), che le serate sono state memorabili. Si dimentica, o si fa finta di dimenticare, che quel trionfo numerico è figlio di una stagione dominata dalla frammentazione.

 

angelina mango geolier 1 angelina mango geolier 1

Da primavera del 2022 le rilevazioni conteggiano tutto, tv, device, smartphone. L'ascolto è diventato il risultato di una polverizzazione (ai 45 milioni di apparecchi televisivi si aggiungono circa 75 milioni di nuovi schermi). Sarebbe interessante, allora, sapere quanti di quei 14 milioni che hanno visto la finale sanremese sono kamikaze definiti in carne e ossa che hanno seguito, la serata dall'inizio alla fine (sei ore filate). Questo non vuol dire che il festival non sia stato un successo clamoroso, ma si tratta di prendere le cose per quello che sono, come è assolutamente senza senso fare paragoni con gli ascolti dei Sanremo passati.

ANGELINA MANGO E GEOLIER ANGELINA MANGO E GEOLIER amadeus 3 amadeus 3 geolier annalisa angelina mango 2 geolier annalisa angelina mango 2 amadeus 2 amadeus 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. AVVISATE I CITTADINI ABRUZZESI: IL CICLONE SARDO AVANZA E NON PERDONA - SECONDO L’ULTIMO SONDAGGIO, IL DISTACCO CHE SEPARA IL MELONE MARSILIO DAL CAMPO LARGHISSIMO DI D’AMICO SI È RIDOTTO ALLA MISERIA DELL’1,2% (APPENA QUATTRO MESI FA IN ABRUZZO LA DESTRA GODEVA DI UN VANTAGGIO DI BEN 20 PUNTI) - PARADOSSALMENTE, IN CASO DI DISFATTA, CON DUCETTA RIBASTONATA, PER MATTEO SALVINI POTREBBE ESSERE L’OCCASIONE DI AVER MAGGIOR POTERE NEL GOVERNO (FERROVIE, CDP, AISI) - SE INVECE “FASCIO TUTTO IO!” VINCE CON IL SUO MARSILIO, PER IL CAPITONE SI AVVICINA IL CAPOLINEA - A QUEL PUNTO TUTTO PUO’ SUCCEDERE: ANCHE CHE GLI PARTA L’EMBOLO DI UN PAPEETE2 SFANCULANDO IL GOVERNO MELONI (QUANTI PARLAMENTARI LO SEGUIREBBERO, SAPENDO CHE IN CASO DI VOTO ANTICIPATO, QUELLO SCRANNO NON LO VEDREBBERO PIÙ?)

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...