IL NECROLOGIO DEI GIUSTI – BIONDA, BELLA, INTELLIGENTE E ANCHE UN PO’ TRASGRESSIVA, CAROL LYNLEY, CHE SE NE È ANDATA A 77 ANNI, ERA UN’ATTRICE DI CINEMA, TV E PUBBLICITÀ ALLA SHARON TATE O ALLA JEAN SEBERG. MAGARI PIÙ PREPARATA – EBBE UN MARITO E UNA SERIE DI STORIE PIÙ O MENO NOTE CON DAVID FROST, FRANK SINATRA E, SI DISSE, ANCHE CON… – VIDEO + GALLERY: LE FOTO NUDA PER PLAYBOY

-

Condividi questo articolo



 

 

 

Carol Lynley

Marco Giusti per Dagospia

 

carol lynley carol lynley

Bionda, bella, intelligente e anche un po’ trasgressiva, Carol Lynley, che se ne è andata a 77 anni nella sua villa a Los Angeles, protagonista di film di grande successo come Il Poseidon, Bunny Lake è scomparsa, Harlow, Il Cardinale, era un’attrice di cinema, tv e pubblicità alla Sharon Tate o alla Jean Seberg. Magari più preparata. Si è mossa negli stessi anni e, più o meno, con ruoli simili, ogni tipo di serie tv, da Mannix a Alfred Hitchcock Presents.

 

carol lynley sulla copertina di life a 15 anni carol lynley sulla copertina di life a 15 anni

Nata a New York nel 1942, studiò danza e recitazione fin da bambina, esordendo a teatro e in tv fin da piccolissima. Walt Disney la chiamò come co-protagonista del quasi imbarazzante Johnny l’indiano bianco, 1958, dopo averla vista su una copertina di “Life”. Ma non durò molto alla Disney. Ed il successo lo ebbe subito con Blue Denim, commedia di James Leo Herlihy che interpretò da protagonista , era una ragazzina che rimane incinta e pensa di abortire, sia a teatro con Joshua Logan e poi al cinema con Philip Dunne. Un dramma di grande successo.

gig young carol lynley in la porta sbarrata gig young carol lynley in la porta sbarrata

 

La Fox le fece un contratto di sette anni nel 1956, e fece una serie di film diretta da buoni registi, Henry Levin (Vacanze per amanti), Don Siegel (Sei colpi in canna), José Ferrer (Ritorno a Peyton Place). Fu una figlia incestuosa di Kirk Douglas e Dorothy Malone nel bel western di Robert Aldrich L’occhio caldo del cielo, 1961. Era un film adulto anche Donna d’estate di Franklyn Schaffner con Joanne Woodward protagonista.

 

johnny l'indiano bianco johnny l'indiano bianco

Nel 1965 ottenne il ruolo della protagonista, la mamma di una ragazzina scomparsa, in Bunny Lake è scomparsa di Otto Preminger grazie alle sue foto nuda su “Playboy”. Lanciata da protagonista di film più complessi, fu Jean Harlow nel film di Alex Segal dedicato alla star, Harlow. Passò così da ruoli di bionda ingenua a ruoli di bionda più pericolosa.

 

carol lynley 8 carol lynley 8

La troviamo in un horror di grande culto tratto da un racconto di H.P.Lovecraft, La porta sbarrata, di David Greene, dove recitano assieme a lei Gig Young e Oliver Reed,e in un primo spionistico-kung-fu, La mano che uccide di Seth Holt (1967), nel bel thriller Quando baci una sconosciuta di Robert Sparr (1969).

 

carol lynley 12 carol lynley 12

Negli anni ’70, a parte il Poseidon, non ebbe più lo stesso successo che l’aveva portata a ruoli da protagonista nel decennio precedente, ma fece molta tv e qualche film minore, come Chicago Anni '30 - Via col piombo! a fianco di Jack Palance, Il gatto e il canarino di Radley Metzger. Ma era già una star di Hollywood in declino.

carol lynley 13 carol lynley 13

 

Carol Lynley ebbe un marito, Michael Selsman, un esecutivo in public relations, che sposò nel 1960 e dal quale divorziò nel 1964, una serie di storie più o meno note, con David Frost, Frank Sinatra, si disse anche con Fred Astaire, del quale era molto amica.

carol lynley 2 carol lynley 2 brandon dewilde e carol lynley blue denim brandon dewilde e carol lynley blue denim carol lynley in harlow carol lynley in harlow carol lynley 3 carol lynley 3 carol lynley pamela tiffin carol lynley pamela tiffin carol lynley 5 carol lynley 5 david frost carol lynley david frost carol lynley ginger rogers, barry sullivan caro lynley ginger rogers, barry sullivan caro lynley carol lynley 4 carol lynley 4 la porta sbarrata la porta sbarrata carol lynley 6 carol lynley 6 carol lynley 1 carol lynley 1

 

Condividi questo articolo



media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

COSA ACCADDE QUELLA NOTTE – IL JAZZISTA MARCELLO ROSA SUONAVA AL RUGANTINO QUEL 5 NOVEMBRE DEL 1958, LA NOTTE CHE NACQUE LA DOLCE VITA - “ANITA EKBERG INIZIO' A BALLARE DA SOLA A PIEDI NUDI. MI SI AVVICINÒ UNA BRUNETTA BONAZZA E MI DISSE IN ROMANESCO: “‘SLACCIAME 'A GUEPIERE E ‘A SOTTANA, MO’ JE FACCIO VEDÈ IO A QUELLA’’-  IN PIENO PAROSSISMO, URLAVA: “DATEMI IL TAPPETO DI ALLAH!”, VOLEVA DIRE DATEMI GIACCHE E CAPPOTTI. E PARTI' LO SPOGLIARELLO. ERA LA BALLERINA TURCA AICHÈ NANÀ - TUTTI I MUSICISTI FURONO CONDANNATI A TRE ANNI CON LA CONDIZIONALE. CON I LORO STRUMENTI ECCITAVANO LA TURCA..."

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute

“CONTE HA PARLATO DI VACCINO ENTRO NATALE? È IMPROBABILE” - PARLA IL DIRETTORE ESECUTIVO DELL’AGENZIA EUROPEA DEL FARMACO, GUIDO RASI: “SE TUTTO ANDRÀ LISCIO POTREMO AUTORIZZARE I PRIMI VACCINI TRA GENNAIO E FEBBRAIO PER LE CATEGORIE A RISCHIO POI IL RESTO DELLA POPOLAZIONE A METÀ 2021 - E POI TORNEREMO A UNA VITA PIU' GESTIBILE ENTRO LA FINE DEL 2021. SONO MOLTO PREOCCUPATO PERCHÉ NON VEDO I GOVERNI PREPARARE I PIANI NAZIONALI PER LA DISTRIBUZIONE: LA CAMPAGNA VA ALLESTITA BENE - EFFETTI COLLATERALI? È IMPROBABILE CHE CI SARANNO MORTI PER IL VACCINO, MA È POSSIBILE CHE…