LA NOTTE DEGLI OSCAR SARA' COME UN FILM - IL REGISTA STEVE SODERBERGH, CHE PRODUCE LA CERIMONIA, ASSICURA: "SARA' DIVERSA DA TUTTO QUELLO CHE E' STATO FATTO FINORA" - CAMBIA ANCHE LA LOCATION, SI SVOLGERA' ALLA UNION STATION, UN EDIFICIO ART DECO DI LOS ANGELES - COMUNQUE, DOPO UN ANNO E MEZZO DI COVID-TIME, GIA' SI SA QUALE FILM VINCERA': "STI' CAZZI"!

-

Condividi questo articolo


Dagotraduzione da Le Figaro

 

SODERBERGH SODERBERGH

Una notte degli Oscar da film, «diversa da tutto quello che è stato fatto finora». Steve Soderbergh, Stacey Sher e Jesse Collins, nuovo trio di produttori della cerimonia, hanno presentato così la serata in conferenza stampa. La cerimonia del 25 aprile, solitamente presentata di fronte a un pubblico di 4.000 stelle e dirigenti del settore seduti in un teatro di Los Angeles, si svolgerà alla Union Station, un edificio Art Dèco al centro di Los Angeles dove è in costruzione un palcoscenico. E questa volta, i presentatori non apriranno solo la busta che svela il nome del vincitore.

 

Sodebergh (Contagion) ha spiegato infatti che la pandemia ha dato «la possibilità di provare qualcosa di nuovo». Secondo il regista, la cerimonia sarà girata come un lungometraggio. I presentatori (Brad Pitt, Harrison Ford, Halle Berry, ecc), «reciteranno la loro parte, o almeno una versione di sé stessi».

 

Anche i discorsi dei vincitori, che da sempre sono stati limitati a 45 secondi, cambieranno faccia: «abbiamo dato loro spazio. Li abbiamo incoraggiati a raccontare una storia e a dire qualcosa di personale». Criptica invece la risposta sulle maschere, «che quest'anno giocheranno un ruolo molto importante nella storia».

 

brad pitt produttore e cameo in dodici anni schiavo brad pitt produttore e cameo in dodici anni schiavo

Gli organizzatori hanno chiarito che saranno messi in atto test rigorosi e protocolli Covid, la maggior parte dei quali seguiranno gli standard sviluppati lo scorso anno per rilanciare la produzione cinematografica e televisiva.

 

Spiegano anche di aver consultato molti epidemiologi che hanno lavorato a Contagion dieci anni fa. Il film ha anticipato gli effetti devastanti di un virus sul mondo e ha visto una rinascita di popolarità all'inizio della pandemia.

 

Artisti selezionati che non potranno recarsi a Los Angeles per la cerimonia, parteciparanno tramite collegamenti satellitari da località di tutto il mondo. La serata sarà preceduta da uno spettacolo di 90 minuti durante la quale saranno trasmesse le esibizioni delle cinque canzoni originali in concorso, già registrate sul tetto del nuovo Museo dell'Accademia di Los Angeles e in Islanda.

contagion contagion CONTAGION CONTAGION steven soderbergh steven soderbergh

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

LA CONSOB DEL GIORNO DOPO - L’AUTORITÀ CHIEDERÀ CONTO A CAIRO DELLA SCELTA DI NON ACCANTONARE NEMMENO UN EURO AL FONDO RISCHI, IN PREVISIONE DELLA CAUSA DA BLACKSTONE A NEW YORK - SUL FATTO CHE RCS AVESSE IGNORATO IN BILANCIO LA DISPUTA CON GLI AMERICANI E LA RICHIESTA DI RISARCIMENTO DA 600 MILIONI DI DOLLARI C’ERANO MOLTE PERPLESSITÀ, SIN DALL’INIZIO. A URBANETTO POTREBBERO ANCHE CHIEDERE PERCHÉ LO SCORSO ANNO ABBIA CHIESTO E OTTENUTO UNA MANLEVA SU SUE EVENTUALI PERSONALI RESPONSABILITÀ...

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute