PARENTE ACIDO SU FULVIO ABBATE AL ''GF VIP'': ''HA ROTTO I COGLIONI, MA NON LO DICEVO PERCHÉ CREDEVO CHE QUALCUN ALTRO SI PRENDESSE QUESTO COMPITO. MI DEFINISCE NARCISISTA QUANDO LUI SI FA PIÙ SELFIE DI CHIARA FERRAGNI SENZA ACCORGERSI CHE DIETRO LA SUA FACCIA NON CI SONO CAPOLAVORI CHE LA RENDANO BELLA, ALMENO LA FERRAGNI LO È E DIETRO NON DEVE AVERE NULLA, AL MASSIMO FEDEZ O UNO SPONSOR. ADESSO CREDO CHE FULVIO ABBIA TUTTO IL DIRITTO DI RISPONDERMI E INSULTARMI, AMMESSO CHE…''

-

Condividi questo articolo

 

Riceviamo e pubblichiamo da Massimiliano Parente:

 

MASSIMILIANO PARENTE MASSIMILIANO PARENTE

Caro Dago, ma ti rendi conto della funzione sociale, direi quasi umanitaria del Grande Fratello Vip? Che dà un senso alla vita di un certo numero di persone che non ne hanno più alcuna, se mai l’hanno avuta? Quest’anno poi hanno superato se stessi: c’è Fulvio Abbate. Che se non è mai riuscito a scrivere un’opera importante della letteratura (come hanno fatto Aldo Busi o Barbara Alberti, che il reality se lo potevano permettere, o io, che però sono ininvitabile in qualsiasi salotto televisivo trash, cioè in pressoché tutti, siccome come diceva Flaubert ogni vero scrittore deve lasciare alla posterità solo le opere, per il resto il dubbio di non essere mai esistito, e non c’era la televisione, tantomeno questa televisione) è riuscito nell’impresa di diventare il simbolo intellettuale di un narcisismo sfigato, nell’illusione che basti dichiararsi tali per uscirne artisticamente vivi.

 

È tanto che volevo dirlo, quanto ha rotto i coglioni Fulvio Abbate, ma non lo dicevo perché credevo che prima o poi qualcun altro si prendesse questo compito, e perché mi faceva tristezza.

 

A cominciare dalle telefonate o dai messaggi in cui mi chiede ogni volta di recensire quel tal suo libro, cosa che io non ho mai fatto per i miei con nessuno. O dal volermi copiare dichiarandosi non giornalista quando l’unico motivo per cui mi dichiaro tale è che sono uno scrittore (un giornalista è di certo più professionale di me, e il Giornale mi paga infatti per essere solo Parente) e soprattutto non ho il tesserino che lui ha.

 

FULVIO ABBATE FULVIO ABBATE

O dal definirmi narcisista mentre lui si è infilato sempre in ogni trasmissione che lo invitasse, denigrando quelle che non lo invitavano fino a che non lo hanno invitato. Fulvio Abbate in questo è fortissimo: ti frange le palle per anni con il suo odio per Veltroni, poi lo incontra ci va a cena e posta un selfie. Idem con Daniela Santanchè, o con gli amici della domenica del Premio Strega, di cui è giurato, ma poi fa il rivoluzionario non omologato perché premiano altri e non lui. Va da Giampiero Mughini per fargli domande rispecchiandosi in lui ma anche lì senza i libri di Mughini, e neppure i suoi cachet televisivi.

 

È capace di scambiare la DeLorean di Ritorno al futuro per un dragster americano, o di scrivermi in privato dopo un mio articolo su Freddie Mercury: “Caro Massimiliano, Freddie Mercury mi ha sempre fatto orrore. L’ho sempre ritenuto paccottiglia pop, insostenibile poi quel genere di frox con baffi e rasatura alta, i costumi da trovarobato teatrale”. (Qui ci vorrebbe una foto di Freddie Mercury a Wembley vicino a una di Fulvio Abbate a Forum).

 

Fulvio Abbate con Eduard Limonov Fulvio Abbate con Eduard Limonov

Io sono scoppiato a ridere, se non lo conoscessi lo avrei preso per uno scherzo. Fulvio Abbate mi fa tenerezza perché vive in un mondo tutto suo, davanti a uno specchio deformante, facendosi più selfie di Chiara Ferragni senza accorgersi che dietro la sua faccia non ci sono capolavori che la rendano bella, almeno la Ferragni lo è e dietro non deve avere nulla, al massimo Fedez o uno sponsor.

 

Adesso credo che Fulvio abbia tutto il diritto di rispondermi e insultarmi, ammesso non sia già recluso nella casa dei morti di fama a fare il rivoluzionario, tanto credo non abbia mai letto mezzo mio libro né altri che contano in Italia, ma faccia pure perché io non esisto più in quanto essere frequentabile, invitabile, biologicamente offendibile. Come dice Doctor House: “It’s nothing personal. I don’t like anybody”. Ma sono felice per lui perché finalmente dentro il Grande Fratello Vip ha trovato la felicità che rincorreva da tempo, auguri.

Baci,

 

FULVIO ABBATE - AVANGUARDIA NARCISISTA FULVIO ABBATE - AVANGUARDIA NARCISISTA

Massimiliano Parente

 

 

www.massimilianoparente.com

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

“OH NO, MAMMA MIA, SCENDE LUI” – DJOKOVIC SHOW AL FORO. PRIMA SCLERA CON L’ARBITRO CHE COMMETTE 3 ERRORI SU 3 CHIAMATE, POI LIQUIDA RUUD E CONQUISTA LA DECIMA FINALE AGLI INTERNAZIONALI: AFFRONTERA’ IL VINCENTE TRA SCHWARTZMAN E SHAPOVALOV – DJOKO: "IL SERVIZIO MI HA AIUTATO MOLTISSIMO. FINO AL SET-POINT LUI GIOCAVA MEGLIO DI ME ROMA È UN TORNEO MOLTO SPECIALE PER ME. QUI HO MOLTO SUPPORTO. IL RITORNO DEGLI SPETTATORI SUGLI SPALTI? UNA BELLA NOTIZIA, HO VISTO  TANTI GIOVANI” - LA HALEP SI PRENDE LA TERZA FINALE A ROMA – FOTO+VIDEO

cafonal

viaggi

salute